Pneumatici estivi e invernali ai migliori prezzi d’Europa con un solo click!

Pneumatici ai migliori prezzi d’Europa con un solo click!

Non perdere tempo a cercare il miglior prezzo online: lo facciamo noi per te. Oltre 2.000.000 di articoli da magazzini in tutta Europa. Ti garantiamo il prezzo più basso del mercato per ogni singolo articolo, consegnato gratuitamente presso la tua sede da un unico fornitore italiano.

Il miglior prezzo garantito, pagamento in Contrassegno e Nessun Costo

B2Tyres lavora ogni giorno per offrire ai propri clienti il miglior prezzo per ogni articolo. La registrazione al portale è gratuita, non applichiamo nessun costo o commissione ed il nostro servizio assistenza è il più efficiente del web. E, se lo desiderate, potete pagare in contrassegno senza alcuna maggiorazione.

Il nostro Metodo di Lavoro

Il “compragomme” sceglie gli pneumatici tra oltre 35000 referenze ed uno stock di 2000000 di prodotti degli operatori Europei più organizzati, e per questo riesce ad offrirti il prezzo più basso del mercato ed un servizio altamente qualificato. Questo metodo lo ha portato rapidamente a diventare il primo portale nazionale di vendita all’ingrosso e fra i primi in Europa.

Supportiamo anche il tuo Ecommerce

Se invece gestisci un E-commerce di gomme abbiamo la soluzione giusta per te: il nostro file stock di oltre 35.000 referenze di pneumatici si aggiorna ogni 15 minuti. E per semplificarti la vita ti offriamo:
• le API per l’acquisizione automatica degli ordini
• spedizioni in white-labelling
• possibilità di imballaggio della merce
• tracking automatico delle spedizioni
In pratica tu Fatturi, B2Tyres lavora!

AL TERRE DEI CONSOLI GOLF CLUB SCATTA L’ITALIAN CHALLENGE OPEN ENEOS MOTOR OIL

Monterosi, 26 giugno 2019 – Dopo la pro-am disputata ieri, e vinta dal team composto dal pro Robin Roussel e dagli amateur Sergio Paolantoni, Alessandra Daquanno e Alessandro Seghi, oggi sul percorso del Terre dei Consoli Golf Club, a Monterosi (VT), l’undicesima edizione dell’Italian Challenge Open Eneos Motor Oil (27-20 giugno), torneo in calendario nel Challenge Tour e nell’Italian Pro Tour Banca Generali Private.

E’ il settimo appuntamento stagionale dell’Italian Pro Tour Banca Generali Private, il circuito di dieci gare nazionali e internazionali della FIG programmate in sette regioni diverse, dalla Valle d’Aosta alla Puglia, in un cammino verso la Ryder Cup 2022 che coinvolge tutta la nazione.

>>> Un torneo di elevata caratura tecnica – L’Italian Challenge Open Eneos Motor Oil sarà un avvenimento di ottima levatura tecnica e sicuramente molto combattuto con un field che annovera otto dei primi dieci della money list e sei dei sette vincitori stagionali. Nella lista dei favoriti un posto di rilievo spetta al francese Antoine Rozner, leader dell’ordine di merito, che sarà alla ricerca della terza vittoria stagionale con cui salirebbe immediatamente sull’European Tour.

Impresa, comunque, non facile perché la concorrenza sarà molto forte specie da parte di quegli atleti che già hanno vinto nell’anno quali il portoghese Ricardo Santos, il transalpino Robin Roussel, lo scozzese Connor Syme, l’inglese Ross McGowan e l’olandese Daan Huizing.

>>> Hanno belle carte da giocare anche il francese Mathieu Fenasse, lo scozzese Calum Hill, il polacco Adrian Meronk, il tedesco Moritz Lampert e l’inglese Ben Stow, ma sicuramente può dire la sua Francesco Laporta, 15° nella money list, a un passo dal successo nel Turkish Challenge (2°) e vincitore in Italia del Campionato Nazionale Open. L’esperienza sarà la miglior alleata dello svedese Joel Sjoholm, past winner (Is Molas, 2017), e di due vincitori di un Open d’Italia, i francesi Gregory Havret (2001) e Julien Quesne (2013).

Oltre a Laporta saranno in gara altri undici italiani: Luca Cianchetti, Lorenzo Scalise ed Edoardo Raffaele Lipparelli, quest’anno con un titolo sull’Alps Tour, Enrico Di Nitto, Federico Maccario, Jacopo Vecchi Fossa, Michele Cea, Andrea Saracino, Federico Zucchetti e i dilettanti Andrea Romano e Stefano Mazzoli.
>>> Gli sponsor – L’Italian Pro Tour ha il supporto di Banca Generali Private (Title Sponsor); BMW (Main Sponsor); Kappa (Official Supplier), Leaseplan (Official Supplier), Dailies Total 1 ((Official Supplier). Title sponsor Italian Challenge Open: Eneos Motor Oil. Official Supplier Italian Challenge Open: OV Energy, LG Business, De Gregoris. Official advisor: Infront.

>>> Formula e montepremi- L’Italian Challenge Open Eneos Motor Oil si svolgerà sulla distanza di 72 buche con taglio dopo 36 che promuoverà ai due turni successivi i primi 60 classificati e i pari merito al 60° posto dilettanti compresi. Il montepremi è di 300.000 euro con prima moneta di 48.000 euro.

Ingresso gratuito per il pubblico – Per tutta la durata della manifestazione l’ingresso per il pubblico sarà gratuito.
>>> Terre dei Consoli Golf Club – Il percorso del Terre dei Consoli Golf Club ha avuto il suo battesimo internazionale nel 2016, quando ha ospitato per la prima volta il Challenge Tour. In quell’occasione fu il più lungo tracciato affrontato nella stagione del circuito (7.600 yards) e ricevette gli elogi incondizionati di tutti i concorrenti per la varietà dei temi tecnici e tattici che propone e per l’ottima preparazione. Questa volta viene inaugurata la nuova club house, un modello di eleganza e funzionalità, vero valore aggiunto in un circolo che va acquisendo sempre più prestigio. Il tracciato, disegnato dal grande architetto Robert Trent Jones Jr si sviluppa tra ostacoli naturali, laghi, grandi bunker posizionati strategicamente obbligando il giocatore a grande attenzione e ad attente strategie.

>>> Caratteristiche tappa romana European Challenge Tour

>>> Lo European challenge tour di Terre dei Consoli è il primo torneo che si svolgerà a Roma, da quando è iniziato il cammino Ryder Cup.
>>> • Si riconferma il campo più lungo in termini di distanza, del circuito Challenge. Questo lo rende ancora più selettivo e affascinante.
>>> • Montepremi tra i più alti del circuito Challenge Europeo: 300.000 con prima moneta di quasi 48.000.
>>> • presenti tutti i più forti giocatori dell’ordine di merito Challenge.
>>> • Italiani in lizza: Francesco Laporta, Michele Cea, Enrico Di Nitto, Andrea Saracino, Jacopo Vecchi Fossa.

>>> • Nel field parecchi giocatori da tutto il mondo che hanno giocato molti anni sullo European Tour: Gregory Havret, Francesco Laporta, Felipe Aguilar, ed altri.
>>> • In lizza per il titolo anche Chase Koepka, che si sta facendo le ossa sul Challenge, proprio come fece il fratello maggiore qualche anno fa, prima di approdare sul PGA Tour e diventare in poco tempo numero uno al mondo, Brooks Koepka, recente vincitore del PGA, secondo classificato allo US Open appena terminato e protagonista di altri 3 Majors, vinti negli ultimi 2 anni.

Apre il quarantesimo anniversario del Premio Ischia Internazionale di Giornalismo la conduttrice Angela Achilli.

E’ iniziata ieri pomeriggio – a Lacco Ameno (Ischia) – alle ore 17,00 la 40° edizione del Premio Ischia Internazionale di Giornalismo. Ad introdurre il primo appuntamento della giornata nella Sala Azzurra presso l’Hotel della Regina Isabella è stata la presentatrice Angela Achilli, che ha consegnato la targa ai vincitori del premio “Giornalismo Ambientale d’Impatto”.
Un pomeriggio ricco di incontri presso l’Hotel della ‘Regina Isabella’ con la partecipazione di Fabio Tamburini, direttore del Sole24Ore e vincitore del premio Ischia per l’Economia; lo scrittore e giornalista Walter Veltroni; Elena Stoppioni, presidente di “Save the planet”; Fulvio Bonavitacola, vice presidente Regione Campania; Grigory Pasko, premio Ischia Internazionale; Luigi Contu, direttore ANSA.

L’iniziativa si è svolta in collaborazione con Rai Cultura. Al termine si sono tenute le interviste di rito da parte delle più note emittenti televisive. La conduttrice Angela Achilli è stata intervistata da Sky Tg24 e la giornata si è conclusa in perfetto stile con una cena di gala presso la piscina dell’Hotel 5 stelle Lusso, dove erano presenti tutti gli ospiti più prestigiosi dell’evento.

Tutto vero per Tenet, Christopher Nolan cerca nuovi volti italiani

Il nuovo film di Christopher Nolan, dal titolo Tenet, si girerà in parte in Italia. Il regista cerca comparse

Tene t è il prossimo segretissimo film di Christopher Nolan (trilogia de Il Cavaliere Oscuro, Interstellar) del quale si sa ancora pochissimo. Quello che è certo però è che il film verrà girato in parte in Italia sulla costiere Amalfitana e più precisamente a Ravello dal 31 luglio al 18 agosto

Le selezioni per le comparse partiranno il 4 luglio all’auditorium “Oscar Niemeyer” dalle 10 alle 17.

Si cercano soprattutto uomini e donne dai 18 ai 70 anniresidenti in Costiera Amalfitana e nelle zone limitrofe, in particolare  : camerieri e maître di professione, dai 25 ai 55 anni, ambosessi, uomini e donne dai 18 anni stranieri di tutte le etnie, atleti alti , dalla carnagione chiara, con occhi chiari, di nazionalità italiana e straniera, uomini e donne operanti nel settore marittimo, medici ambosessi dai 40 ai 50 anni, è necessario essere maggiorenni, disponibili dal 31 luglio al 18 agosto e portare al casting fotocopia di un documento di identità valido e del codice fiscale.

In questo nostro articolo potete scoprire chi fa parte del cast di Tenet. Warner Bros. Pictures ha reso noto che il prossimo film del regista Christopher Nolan sarà nelle sale Americane il 17 luglio 2020. Ovviamente sarà in IMAX come consuetudine del regista.

FONTE  lascimmiapensa.com!

Esce su Break Magazine l’intervista della fotomodella Mikela Corona

Breakmgazine.it dedica la cover a Mikela Corona, diventata fotomodella – quasi – per caso, quasi per caso abbiamo fatto quattro chiacchiere con lei per conoscerla meglio, uno dei nuovi volti più interessanti della regione sardaIn esclusiva Mikela Corona, ci racconta di sé.

Marco Petroi
Marco Petroi FOTO

fare la modella, sogno di molte ragazze, come si inizia? E come funziona?

Ho avuto due inizi ma voglio raccontarvi del secondo , un giorno mi son svegliata, e dopo aver deciso di dare una svolta a una vita che sentivo stretta e noiosa ho preso con me in macchina la mia amica per avere un sostegno alla mia follia e sono andata in città a prenotare da un fotografo professionista che di chiama Franco Felce un book che poi avrei usato per propormi alle agenzie e ai casting. Con quel book poi mi son candidata pian piano per diversi lavori ricevendo dei si e dei no ,lo stesso book l ho usato sui social dove son stata notata da altri fotografi che mi hanno proposto dei lavori , pubblicavo ogni lavoro che facevo e questo pian piano mi ha dato sempre più visibilità e quindi più chiamate fino a farlo diventare un lavoro vero e proprio

Marco Petroi
Marco Petroi

Cosa ti ha spinto a fare la modella. Era già un tuo sogno da bambina?

I miei sogni da bambina ma anche da grande son tutti legati all’arte , alla moda, allo spettacolo , alla bellezza e al benessere in tutte le sue forma , ma fare la modella era ed è il Sogno più grande .

Che sensazioni hai provato durante il tuo primo servizio fotografico?

Ero emozionata e euforica , mi sentivo come una diva di quelle che guardavo in continuazione alla tv

Una domanda frivola. Qual è il tuo outfit preferito?

Il mio outfit preferito è l’outfit da sera estivo , nel mio caso sicuramente caratterizzato da tessuti leggeri e un tacco che doni femminilità

 In un mondo sempre + social Quale il tuo la rapporto con instagram?

Instagram è la mia vetrina , il mio modo di raccontare chi sono e cosa faccio

Che importanza dai hai social network?

grazie ai social ottengo molte collaborazioni e lavori , per me e per il mio lavoro sono indispensabili

 C’è un fotografo con cui vorresti lavorare?

Seguo diversi fotografi importanti con cui mi piacerebbe lavorare ma non ho un mio preferito tra questi.

Modelle e Fotomodelle: quanto conta l’aspetto fisico e quanto invece quello caratteriale per il successo in questo lavoro?

Alla base ci deve essere sicuramente il contributo di madre natura ma son certa che tutto il resto dipenda esclusivamente dal carattere , serve tanta determinazione, pazienza , dinamicità, umiltà e soprattutto bisogna essere sempre positivi, pronti a  mettersi in gioco , affrontare le critiche , subire le invidie e soprattutto non bisogna scoraggiarsi mai di fronte agli ostacoli o ai no. Di quello che faccio nella vita do i meriti più al mio carattere che a madre natura , ho un viso con dei lineamenti sicuramente amabili , ma non sono altissima e se dovessi mollare lo sport e fare un alimentazione da fast food sarei sicuramente anche in sovrappeso e poco aggraziata , il merito più grande lo do al mio sorriso e al modo che ho di relazionarmi con le persone che mi circondano

 Rimanendo nella moda settore quali sono i tuoi progetto per il futuro?

Vorrei crescere e collaborare con grandi brand e fare esperienza cinematografica di fronte alla videocamera non mi sento disinvolta quanto con la macchina fotografica e mi piacerebbe migliorare in questo , allo stesso tempo ho uno spirito imprenditoriale innato dentro di me e mi piacerebbe aprire diverse attività alla moda con uno stile tutto mio collegate tra loro , nell’elenco ci sono un centro estetico, una spa, una palestra , un brand tutto mio e anche un locale per gli aperitivi . Inoltre quest’anno al Jinny Beach dove lavoro come hostess ho avuto la possibilità di iniziare a occuparmi di altre bellissime ragazze , quindi ho scoperto che mi piacerebbe anche avere un mio gruppo di modelle da seguire e instradare

Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto
Marco Petroi foto

Trustpilot: recensioni negative o positive c’è da fidarsi?

TrustPilot

Trustpilot è il sito di riferimento per le recensioni dei siti presenti in rete, ma c’è da fidarsi? Chi conferma che le recensioni che leggiamo siano autentiche? O, ancora, com’è possibile stabilire che le recensioni negative non siano cancellate? Bene, a tutte queste domande c’è una risposta solo se continui la lettura.

Trustpilot: perché non fidarsi delle recensioni

Il sito di recensioni da parte dei consumatori, Trustpilot, è famoso per decretare l’affidabilità o meno dei siti web che ogni giorno utilizziamo. Molto spesso si tratta di e-commerce o altro tipo di sito a cui ci siamo rivolti per un qualunque tipo di servizio.

Nato nel 2007 in Danimarca, vanta di fornire indicazioni reali ai consumatori che si stanno accingendo ad effettuare un acquisto on-line. La realtà però, come spesso accade, è molto diversa.

Non c’è da fidarsi delle recensioni di Trustpilot e il motivo è presto detto, le recensioni dei consumatori sono pubblicate ad arte in modo tale che risultino sempre positive nel computo totale. Ovviamente ci sono anche recensioni negative, ma nel complesso le aziende non ne escono mai troppo male.

Com’è possibile? Chi gestisce il sito non permette che ci siano recensioni tali da danneggiare chi si comporta male, truffatori e chi viola la legge. Una presa in giro colossale nei confronti degli ignari visitatori di Trustpilot.

Un esempio, Gli Stockisti hanno sul sito di recensioni la bellezza di 5 stelle, valutazione Eccezionale. Ora, a parte le beghe con la Guardia di Finanza, la società maltese vantava anche diverse problematiche con pagamenti, smartphone brandizzati che non dovevano esserlo e tanto altro (basta fare una ricerca in rete per rendersi conto delle problematiche).

Trustpilot funziona un po’ come quei siti che recensiscono smartphone, sono sempre tutti perfetti e da acquistare assolutamente. Ce ne sono tanti in rete di questo tipo, anche famosi, che non fanno altro che dare cattive indicazioni agli utenti che vi si affidano. Vogliamo parlare di Stonex One? Magari in un’altra occasione.

trustpilot recensione gli stockisti
Recensione abbastanza dubbia: il sito Gli Stockisti è stato chiuso dalla GdF nel 2017. Ora è online con altro nome

La cosa ancora più strana, e che salta subito ad un occhio attento, è come sia possibile che il voto de Gli Stockisti sia il massimo quando ci sono anche recensioni negative. Qualcosa nel sistema messo in piedi da Trustpilot non quadra, è oltremodo evidente che la mission dichiarata venga meno.

trustpilot recensione negativa

Trustpilot: un altro servizio gratuito (come Facebook)

Ancora un servizio gratuito, ma è realmente così? Bisogna comprendere una volta per tutte che a questo mondo non esiste niente di gratuito e tutto si paga in un modo o nell’altro.

metodi di accesso a trustpilot

Magari l’azienda danese non utilizza i dati degli iscritti come ha fatto e fa Facebook (guarda caso Trustpilot spinge per farti accedere tramite il social blu), ma è chiaro che una società per sopravvivere deve guadagnare in qualche modo.

trustpilot accedere con facebook

Infatti, Trustpilot fornisce un servizio a pagamento per le aziende, inutile aggiungere che le aziende sono favorite rispetto ai singoli utenti che recensiscono tali aziende. Un esempio è PayPal che guadagna dalle aziende e che le favorisce sempre e comunque in caso di contestazione.

Purtroppo, soprattutto noi italiani, facciamo troppo affidamento a siti Web come Trustpilot credendo che lavorino in buona fede. La realtà è che qualunque sito va visto come un’azienda e come tale ha necessità di guadagnare, nulla da dire se questo è fatto in modo legittimo.

Ma se, con vari escamotage, magari non immediatamente visibili, una qualunque azienda si comporta in modo scorretto è bene che venga segnalato e Trustpilot non ha un comportamento corretto facendo in modo di condizionare i voti, eliminando determinate recensioni non gradite all’azienda di turno.

Dunque, non fidarti delle recensioni su Trustpilot e affidati ai siti Web seri e affidabili che in rete sono perle rare, ma ci sono. Ora ti starai chiedendo come fare quindi a capire se un e-commerce è affidabile o meno.

Per questo, oltre alla mia guida, un buon metodo è quello di fare ricerche in rete in autonomia credendo poco alle recensioni su siti come Trustpilot.

Replica di Trustpilot:

A seguito della lettura dell’articolo, Trustpilot vorrebbe replicare evidenziando alcuni punti sui quali si trova in disaccordo. Innanzitutto, Trustpilot è una piattaforma aperta a tutti: sia consumatori che aziende possono usarla gratuitamente. Più precisamente, i consumatori che hanno avuto un’esperienza di acquisto o di servizio possono scrivere una recensione, mentre le aziende possono segnalare una recensione nel caso violasse le linee guida e rispondere pubblicamente alle recensioni sul proprio profilo Trustpilot, ma non possono correggere o rimuoverle direttamente. Questo perché Trustpilot si basa su un principio di trasparenza, ovvero chiunque può accedere, leggere i commenti altrui e condividere la propria opinione. Al contrario delle piattaforme chiuse, viene permesso a qualsiasi persona di recensire e – al contempo – alle aziende viene impedito di censurare ciò che i consumatori leggono.

Dall’articolo si potrebbe fraintendere che Trustpilot possa preselezionare, premoderare o cancellare le recensioni dei consumatori al fine da lasciare all’azienda una valutazione positiva. Non è questo il caso e vorremmo chiarire questa incomprensione. Riteniamo che rimuovere tali recensioni sarebbe contrario ai nostri valori centrali di fiducia e trasparenza, poiché implicherebbe rimuovere dei contenuti che sono un’espressione autentica delle esperienze d’acquisto o di servizio degli autori delle recensioni. I consumatori stessi decidono quali aziende vengono recensite su Trustpilot e i profili delle aziende vengono creati automaticamente sulla nostra piattaforma nel momento in cui una persona scrive una recensione.

Un altro punto da chiarire riguarda l’esempio dell’azienda “Gli Stockisti” menzionata nell’ articolo. Infatti, è possibile notare come l’azienda presenti sia recensioni negative che positive. Nell’articolo viene, inoltre, segnalato il fatto che le aziende sono favorite rispetto ai singoli utenti che le recensiscono; ma non è così in quanto i consumatori hanno la possibilità di segnalare una recensione di un altro utente nel caso violasse le nostre linee guida. Questa opportunitá fornisce ulteriore trasparenza alla nostra piattaforma, rendendo così anche i singoli consumatori liberi di esprimere il proprio giudizio e soprattutto rendendo Trustpilot una piattaforma ancora più autentica ed utile.

Infine, come accennato in precedenza, le aziende possono usare Trustpilot in modo gratuito, avendo accesso a diverse funzioni.

Terremoto: scossa 3.7 avvertita a Roma, epicentro a 3 km da Colonna

Una forte scossa di terremoto di magnitudo 3.7 è stata avvertita tra Lazio e Abruzzo. 

Secondo l’Ingv, l’epicentro della scossa di terremoto avvertita alle 22.43 si trova a 3 chilometri dal comune di Colonna (Roma), ad una profondità di 9 chilometri. Tra i Comuni vicini all’epicentro, anche San Cesareo, Gallicano nel Lazio, Zagarolo e Monte Compatri. La scossa è stata avvertita anche a Roma.

“Stiamo facendo delle verifiche perché qualche edificio in centro risulta lesionato. Per ora non abbiamo segnalazioni di feriti. C’è stata tanta paura in paese, stanno tutti in strada”. Così all’ANSA il sindaco di Colonna Fausto Giuliani sulla scossa di terremoto di stasera. L’epicentro è stato a soli 3 chilometri di Colonna.

La forte scossa di terremoto delle 22.43 è stata avvertita distintamente, oltre che a Roma, anche in alcune zone del litorale romano, tra Ostia e Fiumicino. Molte le segnalazioni sui social network ma, per il momento, non sono stati segnalati problemi.

Al momento, riferiscono i vigili del fuoco, non ci sono segnalazioni di danni o richieste di intervento ai vigili del fuoco in seguito alla scossa di magnitudo 3.7 avvertita in provincia di Roma.

“Metro C: circolazione temporaneamente interrotta per verifiche dopo scossa di terremoto”. Lo comunica l’Atac, l’azienda dei trasporti pubblica di Roma, in seguito alla scossa avvenuta alle 22.43.

Gente in strada nel quadrante est della Capitale e tantissime chiamate che continuano ad arrivare al Numero di emergenza 112. Paura a Roma per la forte scossa di terremoto avvertita stasera. In alcuni quartieri della periferia est gli abitanti spaventati sono scesi in strada. Molti i cittadini che stanno contattando in questi minuti il 112. Si tratta principalmente di persone che chiedono informazioni. Al momento non sono arrivate segnalazioni di feriti o danni.

Squadre della Protezione civile regionale del Lazio e dei Comuni, in collegamento con la sala operativa regionale, stanno già effettuando dei monitoraggi nei centri storici delle città dei Castelli romani, a seguito della scossa di terremoto delle 22,43. Non sono segnalati crolli o danni a persone.

PROSEGUE IL PERCORSO DEL MOVIMENTO DEGLI ELETTORI, UN NUOVO, QUALIFICATO INTERLOCUTORE PER LA DIFESA DEL CORPO ELETTORALE ITALIANO

Consapevolezza dei propri diritti di elettori e tutela degli stessi presso le Istituzioni. Questi i lodevoli obiettivi del Movimento presieduto dall’Avvocato Giorgio Aldo Maccaroni.

Giovedì  27 giugno 2019 alle ore 15.00 l’Auditorium del Centro Congressi dell’Oly Hotel, al civico 36 di via Santuario Regina degli Apostoli a Roma, sarà teatro del primo convegno del Movimento degli Elettori, un nuovo, autorevole soggetto che si propone quale mediatore tra i diritti degli elettori italiani e le Istituzioni, promuovendo una attiva partecipazione dei cittadini iscritti nelle liste di voto, alla vita politica del Paese, rendendoli protagonisti della vita politica italiana e non semplici spettatori come accade oggi, e aiutando a far valere i loro diritti in ogni sede politica ed istituzionale. “Abbiamo intercettato la necessità di rappresentare le legittime istanze dei nostri elettori, residenti in Italia o all’Estero – afferma il fondatore e presidente del Movimento, l’Avvocato Giorgio Aldo Maccaroni, Patrocinante in Cassazione e Presidente dell’Avvocatura Italiana per i Diritti delle Famiglie, scrittore e docente di diritto di famiglia e minorile, già ospite di trasmissioni radiofoniche e televisive – e, attraverso il lavoro di validi professionisti del diritto, attivi all’interno del nostro movimento, ci proponiamo di svolgere quelle funzioni di rappresentanza ed intermediazione in favore degli elettori nei confronti di Enti, Partiti Politici, Istituzioni ed Organi dello Stato, elaborando altresì proposte di legge e regolamenti in favore degli elettori italiani. La mia lunga esperienza professionale mi ha portato a rappresentare questo scollamento tra i Cittadini e la Politica, notando che i partiti italiani sono, purtroppo, molto distanti dagli elettori. La nascita del Movimento risponde proprio all’assenza di un valido interlocutore che possa adeguatamente rappresentare le istanze degli elettori e che sia capace di formulare ed elaborazione proposte di legge condivisepromuovere attivamente la semplificazione del sistema di voto, assistere i cittadini attraverso l’istituzione di sportelli per l’ascolto e per la tutela dei loro diritti di elettori. Solo attraverso l’attivazione di questo tipo di tutele, operando attraverso un qualificato pool di professionisti del diritto, si può ridurre l’astensionismo, sintomo evidente di una disaffezione del corpo elettorale che non vede mai il concretizzarsi in maggiore benessere la manifestazione delle proprie intenzioni di voto”.

Insieme all’Avv. Giorgio Aldo Maccaroni interverranno Ermenegildo Rossi, medaglia d’oro al valor civile e segretario generale di Roma Ugl, Presidente della Commissione Lavoro del M.D.E., Mary Petrillo, criminologa e docente universitaria, Presidente della Commissione Sicurezza e Legalità del M.D.E., Simona Lunazzi Gorizza, imprenditrice e coordinatrice delle Commissioni del Movimento.

L’incontro costituirà l’occasione per comprendere al meglio le modalità di partecipazione agli sportelli d’ascolto, prezioso strumento attraverso il quale individuare le principali necessità e le reali istanze dell’elettorato italiano, da rappresentare autorevolmente presso le Istituzioni politiche, al fine di attivare le necessarie iniziative legislative e avviare rapidamente gli iter per raggiungere gli obiettivi preposti.

Informazioni e prenotazioni sul sito www.movimentoelettori.it

L’Open sempre più vicino al Terre dei Consoli Golf Club. Il presidente della Federazione Italiana Golf annuncia un Open per Terre dei Consoli.

Edoardo Francesco Caltagirone.

TERRE DEI CONSOLI – INVESTIRE NEL GOLF PER LO SVILUPPO TURISTICO

Grande successo al Terre dei Consoli Golf Club, per la conferenza stampa con cui si è inaugurata la nuova club house del tracciato ed è stata presentata la tappa romana dell’European Challenge Tour, che si giocherà su questi fairways dal 27 al 30 giugno, dopo la Pro-am del 26.

Al tavolo dei relatori siedono il presidente di Terre dei Consoli Golf Club Edoardo Francesco Caltagirone, il direttore generale del Progetto Ryder Cup 2022 Gian Paolo Montali, il presidente dell’Istituto per il Credito Sportivo Andrea Abodi, Marco J.Rota, Infront Director- Summer Sports and MassEvents e il presidente Gaisf e SportAccord, Raffaele Chiulli. Modera Alessandro Lupi.

Tra il pubblico Leonardo ed Aura Caltagirone con la figlia Allegra, l’attrice Martina Menichini, Ascanio e Katia Pacelli con i figli Matilda e Tandredi, Josephine Borghese, lo stilista Massimo Bomba e la creativa Francesca Anastasi, il presidente del comitato Fig Lazio Carlo Scatena oltre a rappresentanze istituzionali locali e regionali.

L’Italia, e Roma in particolare, saranno al centro dell’attenzione del grande pubblico golfistico mondiale in occasione della Ryder Cup che si svolgerà nella capitale nel 2022. Il paese deve investire in questo settore turistico in modo forte e sinergico, perché ha tutte le carte in regola per competere con Francia, Spagna e Portogallo, che oggi sono leader del mercato.

Investire nelle strutture e negli eventi golfistici sono elementi essenziali di questo progetto. Molte istituzioni e realtà economiche, rappresentate tra i relatori della conferenza stampa, stanno già facendo molto.

“Come promesso – commenta Edoardo Francesco Caltagirone, presidente del Terre dei Consoli Golf Club – nel corso dell’ultimo Challenge Tour disputato sul nostro percorso, ci siamo impegnati ad investire per migliorare ancora e abbiamo iniziato la costruzione della nuova club house. Siamo lieti oggi di aprire, in anteprima assoluta e per la prima volta, le porte della nostra Club house. Continua dunque l’investimento del Gruppo Leonardo Caltagirone nel golf e nella ricettività”.

Oltre agli usuali servizi sportivi troveranno spazio delle zone fortemente innovative e rivolte proprio al turismo golfistico: una sala lounge, sale meeting e spazi dedicati agli eventi, un ristorante con show kitchen e chef’s table, palestra, zona spa, zone private con cabanas, zone relax con camino ad acqua e una grandissima terrazza esterna per godere del clima mite della campagna romana.

Questa struttura si inserisce in un più ampio progetto legato all’ospitalità di Terre Dei Consoli, con l’obiettivo di sviluppare finalmente il turismo golfistico nel Lazio. Il progetto prevede la realizzazione di servizi alberghieri con oltre 50 camere oltre ad un nuovo edificio in stretta connessione con la Club house dotato al piano terra di servizi, una full-feature SPA con zona massaggi e piscina interna coperta, due piscine esterne, un ristorante e un ampio spazio dedicato agli eventi.

Dal 2016 ad oggi, nelle residenze del gruppo, sono stati ospitati migliaia di turisti provenienti da ogni zona d’Italia e d’Europa, in particolar modo Germania, Olanda e Svezia. I numeri confermano che la richiesta per un turismo golfistico ben organizzato diventerà un elemento di forte crescita per il golf in Italia.

Per quanto riguarda il lato eventi, sarà disputata una tappa dello European Challenge Tour, dal 27 al 30 giugno 2019, unica tappa italiana delle 26 gare del circuito. I golfisti professionisti provenienti da tutto il mondo saranno 156, e gareggeranno sulle 18 buche del Championship Course per il montepremi di 300,000€.

Lo European Challenge Tour a Terre dei Consoli si inserisce negli eventi, tutti di rilevanza mondiale, di avvicinamento alla Ryder Cup, che si terrà per la prima volta in assoluto sul territorio italiano nel 2022. La Ryder Cup è un evento golfistico globale, secondo per importanza solo alle Olimpiadi estive. Occasione irripetibile per sviluppare finalmente il turismo golfistico in Italia, per poter competere con le migliori realtà europee come Spagna e Francia.

“Essere scelti per ben due volte negli ultimi 3 anni come sede della tappa italiana del Challenge Tour – aggiunge Edoardo Francesco Caltagirone – e a pochissimi anni dall’apertura del Golf Club, ci riempie di orgoglio, e conferma che il lavoro che stiamo svolgendo, quotidianamente, per promuovere il gioco del golf ad ogni livello, sta dando i suoi risultati”.

Franco Chimenti, presidente Federazione Italiana golf: “Devo molto alla famiglia di Leonardo Caltagirone che ha fatto e fa molto per il golf. Non conoscevo Monterosi e devo dire che il posto è davvero molto bello. E qui deve essere assolutamente concretizzato qualcosa di importante. Questa è una struttura adattissima ad un Open. Il golf è del resto un ottimo investimento visto che la Ryder Cup a Parigi ha prodotto 260 milioni di euro. Ma noi ci fermeremo a Roma per i grandi avvenimenti che porteranno alla Ryder Cup 2022”.

Gian Paolo Montali, direttore generale progetto Ryder Cup 2022: “Con la Ryder Cup intendiamo aprire sempre di più il golf a più ampie fasce di giocatori valorizzando sempre di più il territorio e i circoli come questo, che rappresentano un bell’esempio di investimento nel mondo del golf”.

Andrea Abodi, presidente Credito Sportivo: “Questo campo rappresenta per noi il primo, in termini di interesse golfistico, per come investe e ha saputo investire in questo importante settore”.

Caratteristiche tappa romana European Challenge Tour

Lo European challenge tour di Terre dei Consoli è il primo torneo che si svolgerà a Roma, da quando è iniziato il cammino Ryder Cup.

• Sarà il campo più lungo in termini di distanza, del circuito Challenge. Questo lo rende ancora più selettivo e affascinante.

• Montepremi tra i più alti del circuito Challenge Europeo: 300.000 con prima moneta di quasi 50.000.

• presenti tutti i più forti giocatori dell’ordine di merito Challenge.

• Italiani in lizza: Francesco Laporta, Michele Cea, Enrico Di Nitto, Andrea Saracino, Jacopo Vecchi Fossa (questi sono i certi).

• Nel field parecchi giocatori da tutto il mondo che hanno giocato molti anni sullo European Tour: Gregory Havret, Francesco Laporta, Felipe Aguilar, ed altri.

• In lizza per il titolo anche Chase Koepka, che si sta facendo le ossa sul Challenge, proprio come fece il fratello maggiore qualche anno fa, prima di approdare sul PGA Tour e diventare in poco tempo numero uno al mondo, Brooks Koepka, recente vincitore del PGA, secondo classificato allo US Open appena terminato e protagonista di altri 3 Majors, vinti negli ultimi 2 anni.

Rassegna Conseguenze D’Amore e Disamore: parte la seconda edizione. A Roma, dal 24 giugno all’8 luglio, tre grandi scrittori all’hotel Savoy.

Seconda edizione per la rassegna letteraria Conseguenze D’Amore e Disamore,un ciclo di tre incontri con grandi scrittori della scena contemporanea, ognuno dei quali ha affrontato tematiche legate alle tante sfaccettature dell’amore e alle conseguenze della sua mancanza.

Ancora una volta, l’importante manifestazione, ideata e organizzata da Olga Lumia, insegnante di Filosofia, autrice televisiva e scrittrice, si terrà in una delle location più esclusive di Roma. Quest’anno, a ospitare l’evento, sarà lo splendido hotel Savoy Roma, all’angolo con via Veneto.

Si inizierà, il 24 giugno, con Dacia Maraini e il suo ultimo romanzo, Corpo Felice, edito da Rizzoli, e presentato dalla giornalista Lucia Annunziata.

Durante il dibattito, sarà esposta l’opera Punctum, dell’artista Corrado Delfini.

Il secondo appuntamento è fissato per il 26 giugno, con il giornalista e scrittorePietrangelo Buttafuoco. Leggerà brani del suo libro I Baci Sono Definitivi, edito da La nave di Teseo. E ne parlerà con Olga Lumia. Nel corso della lettura, scorreranno le immagini fotografiche realizzate dal giornalista Rai Giuseppe Ardica.

L’ultima data della rassegna, lunedì 8 luglio, sarà dedicata alla scrittrice Barbara Albertie al suo ultimo romanzo, Non Mi Vendere, Mamma! pubblicato da Nottetempo. L’autrice ne discuterà con Olga Lumia.

Durante il dibattito, saranno esposte due opere della serie Down By The Water, dell’artistaLisa Eleuteri Serpieri.

Olga Lumia, in libreria da novembre, con il suo ultimo romanzo Madri Spezzate (Armando Curcio Editore) è molto felice per i grandi scrittori che hanno accettato il suo invito e ha dichiarato: “Si tratta di tre giganti della letteratura e della comunicazione. Tre grandissimi nomi che, certamente, riserveranno al pubblico in sala molte, indimenticabili emozioni”.

Sponsor ufficiali dell’evento, hotel Savoy Roma e Gnam Glam.

Le foto di tutti gli incontri saranno a cura di Roberto Naviglio.

Tutti gli appuntamenti si terranno, alle ore 18,30 all’hotel Savoy, in via Ludovisi 15, a Roma. Ingresso libero.

Ufficio Stampa: Iolanda Pomposelli, For You Communication

E-mail: iolandapomposelli@yahoo.it – E-mail: pressoffice@foryoucommunication.com

www.foryoucommunication.com

DACIA MARAINI: Nel 1962 pubblica il suo primo romanzo, La vacanza, cui seguono L’età del malessere (1963, ottiene il Premio Internazionale degli Editori “Formentor”) e A memoria (1967). Nel ’66 escono con il titolo Crudeltà all’aria aperta anche le sue poesie. Dal 1967 ad oggi, Dacia Maraini ha scritto più di trenta opere teatrali. Un altro romanzo viene pubblicato nel ‘72, Memorie di una ladra: Monica Vitti ne ricava uno dei suoi film più riusciti. L’anno successivo esce Donna in guerra, poi tradotto, come quasi tutti i suoi libri, in molte lingue. Nell’80 è la volta di Storia di Piera, scritto in collaborazione con Piera degli Esposti: Marco Ferreri ne ricaverà un fortunato film con Marcello Mastroianni. Degli anni Ottanta sono i romanzi Il treno per Helsinki (1984), sulla nostalgica ricerca degli entusiasmi del passato, e Isolina (1985), la storia toccante di una ragazza a cavallo tra Otto e Novecento. Nel ‘90 esce Lunga vita di Marianna Ucrìa, che vince il Campiello e altri prestigiosi premi, e ottiene un enorme successo di critica e pubblico. L’anno successivo escono la raccolta di poesie Viaggiando con passo di volpe e il libro di teatro Veronica, meritrice e scrittora. Nel ‘93 è la volta di Bagheria, un appassionante viaggio autobiografico nei luoghi d’infanzia, e Cercando Emma, che ripercorre la vicenda del romanzo Madame Bovary di Flaubert. Nel ‘94 il romanzo Voci, anch’esso vincitore di molti premi letterari, offre una nuova interpretazione sul tema della violenza sulle donne. I grandi temi sociali, la vita delle donne, i problemi dell’infanzia sono ancora al centro delle sue opere successive: il breve saggio sulla modernità e sull’aborto Un clandestino a bordo (1996), il libro intervista E tu chi eri? (1998) e la raccolta di racconti sulla violenza sull’infanzia Buio (1999, vincitore del Premio Strega). Del 1997 è il romanzo Dolce per sè, in cui una donna matura e giramondo scrive ad una bambina per evocare i ricordi del suo amore per un giovane violinista, descrivere viaggi, concerti, aneddoti familiari. Se amando troppo (1998) raccoglie le poesie scritte tra 1966 e il 1998. Tra il 2000 e il 2001 vengono pubblicati: Amata scrittura (in cui svela con passione e umiltà i segreti del mestiere di scrittore), Fare teatro 1966-2000 (che raccoglie quasi tutte le sue opere teatrali) e La nave per Kobe (in cui rievoca l’esperienza infantile della prigionia in Giappone). Nel 2003 escono invece Piera e gli assassini, il secondo libro scritto in collaborazione con Piera degli Esposti, e le favole di La pecora Dolly. La letteratura, la famiglia e il mistero del corpo sono i temi principali di Colomba (2004). Degli ultimi anni sono invece la raccolta di articoli I giorni di Antigone (2006) e il saggio Il gioco dell’universo (2007) di cui è coautrice insieme al padre. Ancora estremamente prolifica, Dacia Maraini viaggia attraverso il mondo partecipando a conferenze e prime dei suoi spettacoli. Nel 2008 ha pubblicato il romanzo Il treno dell’ultima notte, nel 2009 la raccolta di racconti La ragazza di via Maqueda, nel 2010 La seduzione dell’altrove, nel 2011 La grande festa, nel 2012 L’amore rubato e nel 2013 Chiara di Assisi. Elogio della disobbedienza. La bambina e il sognatore. Tre donne. Una Storia D’amore E Disamore e l’ultimo, del 2019, Corpo Felice. Storia Di Donne, Rivoluzioni E Un Figlio Che Se Ne Va.

PIETRANGELO BUTTAFUOCO: Buttafuoco comincia la sua attività giornalistica collaborando con riviste di destra (Proposta) e con il quotidiano il Secolo d’Italia, dove viene assunto nel 1993. Poi collabora con Il Giornale (con direttore Feltri) e nel 1996 viene assunto nella redazione romana del quotidiano. Tra il dicembre 1995 e il 1996, è direttore del periodico L’Italia settimanale, dove si segnala per copertine dai titoli provocatori. Alla fine degli anni novanta conduce per due stagioni, su Canale 5, chiamato dall’allora direttore Giampaolo Sodano, la trasmissione Sali e Tabacchi. Lasciato il Giornale, lavora per alcuni anni al Foglio di Giuliano Ferrara, prima di approdare nel 2004 a Panorama, con la qualifica di “capo servizio”, chiamato da Pietro Calabrese. Nel 2005 pubblica per la Arnoldo Mondadori Editore il romanzo Le uova del drago, finalista al Premio Campiello 2006. In precedenza per le Edizioni di Ar, ha pubblicato una raccolta di suoi articoli dal titolo Fogli consanguinei. Nel 2006 realizza su LA7 il programma Giarabub. Il 18 maggio 2007 viene nominato presidente del Teatro Stabile di Catania, succedendo al dimissionario Pippo Baudo. Da giugno a settembre 2007 conduce su LA7, in coppia con Alessandra Sardoni, la trasmissione Otto e mezzo, nella sostituzione estiva dei conduttori Giuliano Ferrara e Ritanna Armeni. Il 5 febbraio 2008 esce il suo secondo romanzo, L’ultima del diavolo, in cui si parla della vicenda del monaco cristiano Bahira, che secondo una leggenda avrebbe riconosciuto nel giovane Maometto i segni del carisma profetico. Nel 2008 pubblica anche Cabaret Voltaire, un saggio sul rapporto tra Islam e Occidente. Il 1º febbraio 2009 ha ricevuto la “Candelora d’Oro”, riconoscimento istituito dal Comune di Catania nel 1988. Nel novembre 2009 ha pubblicato il volume “Fìmmini“. L’11 febbraio 2011 partecipa a Milano, a fianco di Giuliano Ferrara, alla manifestazione contro la pornofobiaA partire dal novembre 2011 conduce la trasmissione settimanale “Questa non è una pipa” su Rai 5. Nel 2011, pubblica il romanzo Il Lupo e la Luna. Il 16 novembre 2011 è nominato consigliere d’amministrazione dell’Università degli Studi di Enna “Kore”. Dal marzo 2012 collabora a La Repubblica. Dopo 5 anni, il 29 ottobre 2012, si dimette dalla presidenza del Teatro Stabile di Catania. Continua a scrivere sul settimanale fino al marzo 2013. Lasciato Panorama, riprende a scrivere per Il Foglio. Dal 2014 è ospite fisso del programma di Giovanni Minoli “Mix24” in onda ogni mattina feriale su Radio 24 e scrive per Il Sole 24 ORE. Dal febbraio 2015 scrive anche per il Fatto Quotidiano. Nel settembre 2015 riceve il Premio Vittoriano Esposito alla Carriera dal Comune di Celano (Aq). Dal novembre 2016, torna a LA7 per collaborare a Faccia a Faccia di Minoli. A partire dal 2019 inizia a collaborare con Il Quotidiano del Sud. Collabora attualmente con Il Fatto Quotidiano, Il Foglio, Il Sole 24 ORE, Il Tempo e Il Quotidiano del Sud.

BARBARA ALBERTI: Nella sua eclettica produzione, tesa a combattere un’immagine perdente del sesso femminile, si affiancano opere diverse, dal picaresco Memorie malvagie (1976) al meditativo Vangelo secondo Maria (1979), a prove maggiormente venate di umorismo e provocazione come Il signore è servito (1983), Povera bambina (1988), Parliamo d’amore (1989), Delirio e Gianna Nannini da Siena, entrambe del 1991, e Il promesso sposo (1994), un profilo dedicato al critico d’arte Vittorio Sgarbi e presentato sotto le spoglie di un’autobiografia “mancata”. Di genere umoristico è La donna è un animale stravagante davvero: ottanta ritratti ingiusti e capricciosi (1998), nel quale la Alberti ha rappresentato un Don Giovanni immaginario con accanto alcune figure femminili note della sua generazione. Nel 2003 ha pubblicato Gelosa di Majakovskij, biografia del celebre poeta (per il quale, nello stesso anno, ha ricevuto il Premio Alghero Donna) sezione narrativa, e Il principe volante, in cui ha raccontato con malizia e amorevolezza la vita di Antoine de Saint-Exupéry, mentre è del 2006 il libro di racconti Il ritorno dei mariti. È anche coautrice di sceneggiature cinematografiche, tra cui Il portiere di notte di Liliana Cavani (1974, collaboratrice), Io sto con gli ippopotami (1979), Monella (1998) e Melissa P. (2005), e autrice di testi teatrali (Ecce homo). Dal 1983 al 1998 Barbara Alberti ha tenuto la rubrica “Parliamo d’amore” sul settimanale Amica. Dal 2009 gestisce una pungente rubrica settimanale (La posta di Barbara Alberti) su Il Fatto Quotidiano. Attualmente tiene anche una rubrica di corrispondenza coi lettori sul settimanale Gioia. Partecipa abitualmente come opinionista a diversi talk show televisivi, da Pomeriggio 5 a L’Italia sul 2. Fino a settembre 2013 ha condotto La guardiana del faro, un programma settimanale in onda la domenica mattina dalle 9 alle 10 su Radio 24, ideato da Gianluca Nicoletti, a cura di Gloria Guerrera. Nel 2018 ha partecipato come concorrente a Celebrity Master Chef, ma è stata eliminata nella seconda puntata. È stata sposata con il produttore e sceneggiatore Amedeo Pagani, dal quale nel 1975 ha avuto un figlio, il giornalista Malcom Pagani, e una figlia, Gloria Samuela Pagani. È stata iscritta al Partito Radicale. Nel 2018 si è dichiarata vicina al partito Potere al Popolo!