Rosa Deriu: “è lei” la donna più sexy della Sardegna

qq

Partiamo dalla prima domanda raccontaci di te: ho 49 anni, una laurea in Giurisprudenza, un passato da SPORTIVA, amo la vita a 360 gradi, ho avuto diversi fidanzati, i corteggiatori hanno sempre abbondato, sono aperta, solare, allegra, ma allo stesso tempo, selettiva e riservata, ho un figlio Andrea di 12 anni, mi da’ tante soddisfazioni con lo studio e lo sport, ed è sopratutto, molto educato…ho una bella famiglia, è tante conoscenze, m pochi amici, sopratutto uomini, che sono per loro natura, più sinceri e meno invidiosi delle donne

sei fidanzata?… ho tanti corteggiatori, non posso negarlo, nonostante sia stata sposata, per diversi anni, devo esser sincera, sono allergica ai legami fissi….mi provocano ansia, perché per mia natura sono uni spiriti libero, ed ho bisogno dei miei spazi.

si vocifera tu stia insieme a Paulo Morano, fotomodello e personal trainer a MILANO, noto…. io e Paulo, ci conosciamo da mesi, non nego che mi piaccia e che io piaccia a lui, ci sentiamo e lo trovo bellissimo, il classico uomo per il quale una donna deve esser solo sua….per ora, va bene COSÌ

Perché sui Social sei così seguita?...le tue storie HANNO numerosissimi visitatori… credo per un motivo, mica tanto banale, oggi, sui social, non vedi altri che terre e culi, è pauroso QUESTO, per aver visibilità, molte donne, si postano in modo ridicolo… io ho scelto, da mamma, di farlo, miscelando, eleganza, sensualità, è bellezza, anche quando posti in lingerie…. per me la classe, prima di tutto…. non perché sia conosciuta o manna, perché, bisogna distinguersi, se si vuole l’ attenzione vera…altrimenti sei un numero, come la maggior parte delle donne.

hai vinto nel 2018, MISS Mamma, in Sardegna, ed in Italia sei arrivata al 5 posto…..è stata un esperienza unica, che mi ha fatto capire tante cose, intanto dal punto di vista umano, ho conosciuto, mamme bellissime, provenire da tutta ITALIA, perciò mi sono confrontata con loro, poi ho capito, che una DONNA, a 50 anni non è finita, anzi, PUÒ e deve dare inizio al secondo tempo della sua vita…mettendosi in gioco, con sfilate ed esibizioni, dinanzi ad una giuria….e perché no, riassaporando anche la magia di un amore PIÙ giovane, che ti dà una forza incredibile.

il segreto per rimanere COSÌ belle a 50 anni?……beh non è neanche un segreto, fare tanta attività fisica, modellando il proprio corpo, mangiare SANO, è sopratutto divertirsi….farlo anche con uomini PIÙ giovani, che hanno una marcia in più a parer MIO, fare l’ amore sempre, senza rinunciare mai…. avere hobby e coltivarli.

Rosa_Deriu_IMG_2515

COSA pensi della cattiveria e di chi critica, una scelta di vita come la tua?……penso semplicemente, che chi in ha il coraggio di mettersi in gioco, viva molto infelicemente, conosco donne, che passano le giornate, a criticare e sputare veleni, semplicemente perché non hanno autostima, non si piacciono, è sono condannate ad avete al proprio fianco UOMINI pietosi, onestamente, provo tristezza per loro, mi fanno pena, perché vivono male, io mangio bene, mi diverto, con le mie apparizioni radio tv, sfilate, concorsi di bellezza e sopratutto col mio uomo, cosa PUÒ interessarmi una critica di un infelice?…NIENTE

Rosa_Deriu_IMG_3702

ti sei sempre distinta con i tuoi shooting, e sopratutto con le apparizioni tv, come opinionista sportiva!…..si sono molto felice degli scatti che faccio con Franco Felce, per ben 22 anni, fotografo di Miss Italia, poi essendo amante dello sport, sono spesso in tv, a parlare con bravi giornalisti della serie A, e sopratutto degli incontri del CAGLIARI, da sportiva, conosco benissimo il calcio Mondiale, figuriamoci quello Italiano..

per sedurre un uomo?… beh non tutti sono UOMINI, solo perché hanno il pene, io amo gli uomini di classe è quelli selettivi, come me… per sedurre gli uomini un uomo affascinante e di classe , basta solo tanta femminilità e sensualità…il resto è contorno

credi in Dio? credo in Dio, ma non in chi lo rappresenta sulla terra, credo in un essere superiore che ci governa, sono cattolica, ma poco praticante, alla messa, preferisco talvolta entrare in una qualunque chiesa, e parlare con Dio, può sembrare stupido, ma io ci credo.

progetti futuri?…. ne ho diversi, sopratutto cinematografici, il cinema rimane il sogno nel cassetto….chissà, mai dire…mai!

COSA pensi degli artisti di oggi…..penso ben poco, tutti vogliono essere qualcuno e spesso fanno ridere, scarsa qualità sia in tv, che fuori, pochi si distinguono, per talento puro….

Che importanza dai alla cultura? beh, nella vita, la Cultura è fondamentale, conoscere, leggere, istruirsi, ti aiuta a non esser secondo a NESSUNO, io ho la maturità scientifica e la laurea in Giurisprudenza, ho una la mia biblioteca a casa, con libri, vari, dai classici alle letture meno impegnative, da sarda amo molto, Grazia Deledda, Divoro i libri di Psicoanalisi, Freud e discepoli, amo tantissimo anche Luis Sepulveda….le persone colte, sono le più forti in assoluto, hanno il mondo in..mano

Sei apprezzata opinionista SPORTIVA, quanto ami il calcio? amo il CALCIO in generale, tifo la juve, ma ho il Cagliari nel cuore, passo spesso i miei pomeriggi allo stadio dove mio figlio si allena, .i piace assistere agli allenamenti, è una passione che ho dentro da SEMPRE…..e quando posso vado allo stadio per vedere il CAGLIARI..

Intervista a Pole Dance Tatiana Galati ballerina artista

TAITIANA_GALATI_Da quando ha scoperto la disciplina del Polo, ha sentito che era la sua passione. Non ha smesso di esplorare e lo sta ancora facendo perché crede che il palo significhi molto più di quanto sembri. Fedele al suo stile, continua a incontrare sfide per esprimere nelle sue esibizioni la sua essenza di atleta. Per la rivista POLEGOOD, di Panama, Tatiana Galati
Tatiana Galati ci diresti come è iniziata la tua relazione con la Pole Dance?

Vivo a Panama dal 2016, ho avuto un ragazzo che mi ha lasciato, ha deciso di tornare in Venezuela e rimanere, il che mi ha lasciato solo e molto depresso. Mentre ero nel mio progetto di ricostruzione personale, un giorno una ragazza (@syucasanova) ha fatto come un commento che ho fatto su Instagram, sono entrato nel suo profilo e ho visto che faceva pole dance … la mia prima reazione è stata Woow ohhh Dio che voglio fallo! … Ho contattato l’accademia che era sulle etichette e la settimana successiva ho iniziato … nell’ottobre 2017 sono entrato in Tatiana Galati@chantypolecenterpty con il professor Taneth Salazar, ho imparato davvero in fretta e ho sentito che avrei potuto dare molto di più … ma ho anche sentito che il Il professore non l’ha visto, quello che un’altra classe mi ha frustrato, e dato che è la mia storia in pole, ti dico che era tanto il mio desiderio di migliorare che di notte ho chiesto a Dio che per favore l’insegnante si rendesse conto che potevo dai di più! Che ho notato! … Il mio desiderio di continuare era molto forte … Haha, non avrei più voluto lasciarmi vincere così … Sono passati due mesi e un nuovo insegnante è arrivato all’Accademia @ jessica.bustamante (dono di Dio) e in prima classe con è cambiata in meglio! Ho deciso di spostare tutte le mie lezioni con lei perché semplicemente scorrevo; è così che la disciplina mi ha colto completamente. È stato quando ho iniziato a fare la pole, ho pensato che stesse ballando sul tubo, ma era così sbagliato … col passare del tempo, ho capito che la pole era ed è molto più che semplicemente ballare.

Quali sono stati i momenti più belli della tua carriera, come atleta della disciplina?

Finora sono stati i momenti migliori, le mie presentazioni in dupla con @ alejacastro89, insieme siamo cresciuti come atleti, siamo diventati davvero polesister. È il coordinamento, la forza, il desiderio e il desiderio di realizzare un bel lavoro che rifletta tutto lo sforzo di ogni pratica; Le coppie sono un’opera di comunicazione e pazienza, per esprimere l’arte per l’ispirazione di tutto quanto sopra, la soddisfazione di esprimere nell’arte le emozioni, i sacrifici, i lividi, le cadute. Sempre per mano di @ jessica.bustamante e del team @tcpolesport

Tatiana Galati Quali vantaggi pensi che la disciplina del palo porti agli atleti che la praticano?

Molti! Innanzitutto, emotivo, perché ti sfida ogni giorno a essere migliore di ieri, a dare fiducia in te stesso, a migliorare la tua autostima, a valutare ogni parte del tuo corpo, a trasferire la sensazione di dolore … E fisicamente troppi, forza, equilibrio, migliora la circolazione, la flessibilità, il coordinamento motorio …

Con quali altre discipline completate la pratica del Polo?

Jogging, fitness e pesi.

Tatiana Galati Quali aspetti hai in mente quando prepari una coreografia?

Il pubblico, a cui è rivolto principalmente, ciò che desidero esprimere e l’ambiente in cui viene eseguito.

Cosa stai cercando di trasmettere attraverso un’esibizione di Pole Dance?

Personalmente, cercherò sempre di esprimere la mia essenza, qualunque sia la canzone, il luogo o la variante pubblica.

Quale messaggio vorresti lasciarci?

Voglio ringraziare tutti i poledancers del mondo per aver dato il meglio di ognuno, per tutti i sacrifici, per l’ispirazione per coloro che hanno iniziato e per tutto l’amore che hanno dato a questa bella disciplina.

Intervista a Chiara Iannone fotomodella della nuova generazione

Che rapporto hai con la bellezza?
Penso che la bellezza sia molto soggettiva. Non mi reputo bella ma particolare.

Quant’è importante per te il successo?
Abbastanza… Mi piacerebbe molto essere riconosciuta per quello che amo fare.

Da piccola come eri?
Sono sempre stata un “personaggio” e un po’ maschiaccio.

Che rapporto hai con la moda?
Studio fashion design quindi ho a che fare con la moda ma io vado sempre controcorrente. Non amo seguire la massa.

Nelle conversazioni sei sempre diretta?
Dipende con chi dialogo. Sicuramente sono sincera ma ci son modi e modi di dire le cose.

Che ruolo ti piacerebbe recitare nel cinema?
Mi piacerebbe recitare come protagonista in un film drammatico o anche fare la cattiva in un film tipo i personaggi di Batman. Poison Ivy, Harley Quinn, Joker… Insomma personaggi complessi e interessanti.

C’è un ideale di donna a cui vorresti somigliare?
In realtà no. Di donne belle e interessanti ce ne sono un’infinità ma trovo che la cosa migliore sia essere se stessi.

Il fantasma nel cielo di Carlotta Tempestini, ecco come si presenta la Pole Dancer italina

Com’ è la tua vita quotidiana fuori dallo sport?
Nella mia vita quotidiana mi piace fare cose tranquille, quando non ho allenamenti o spettacoli uso il mio tempo libero per rilassarmi, ricaricare il mio corpo,stare con la mia famiglia e gli amici più cari.Non mi piace stancarmi al di fuori degli allenamenti… Nella vita di tutti i giorni poso spesso per fotografi come secondo lavoro, poi devo occuparmi dei costumi per i miei spettacoli e di ripassare le coreografie… di tempo libero mi rimane poco. Comunque la pole per me non è uno sport .. ma un elemento artistico che aggiungo ai miei
show

 Carlotta Tempestini
Carlotta Tempestini

Oggi guardandoti allo specchio come ti definisci?
una giovane donna… con un corpo tonico modellato dall’ attività fisica, a mio agio col mio corpo del quale
non cambierei nulla, non perché sia perfetto ma a me va bene così

Ci racconti tutto dall’ inizio come ti sei avvicinata a questo sport?
Ho iniziato con danza classica e moderna poi ho aggiunto tessuti aerei. Tre anni fa il mio insegnante di aerea portò me e altri ragazzi a Italia s got talent e lì ho conosciuto un’ istruttrice che mi ha invitata a provare e ha detto che sono portata e dovevo assolutamente iniziare

Tu ti senti bella?
sinceramente sì.. mi sento bella e anche molto fortunata per ciò che la vita mi ha dato. col passare degli anni ho imparato a apprezzarmi sempre di più e a ignorare chi magari mi dice che sembro ingrassata, non ho le tette o altro… quando le critiche sanno d’ invidia poi valgono quasi più dei
complimenti

Cosa significa per te essere bella?
la bellezza è soggettiva.. ognuna ha il suo punto di forza… tutto sta nel trovarlo e valorizzarlo. molto importante secondo me è avere una bella postura. Per quanto riguarda la linea a me non piacciono ragazze troppo magre ma giuste. Comunque tutte possono essere belle magari anche una ragazza in carne, per esempio può avere uno sguardo magnetico e occhi stupendi che un’ altra non ha.

Quali sono le tue aspirazioni future?
Mi piacerebbe avere un agente che mi organizzi ancora più trasferte all’estero di adesso. sono già stata in varie parti di Europa con la tribute ufficiale italiana di Katy Perry in cui lavoro come ballerina ma mi piacerebbe andare anche fuori dall’ Europa

poi mi piacerebbe avere qualche esperienza valida di recitazione, magari interpretando una ballerina o una poler. Poi adoro fare i video musicali ne ho già fatti alcuni e mi piacerebbe farne altri

Ci sono stati momenti scoraggianti in cui stavi per mollare tutto?
a volte sembra tutto difficile… ci sono persone che mi hanno ingaggiata per qualcosa e poi era una truffa, ci sono persone che mi consigliano di smettere perché così ho troppo poco tempo lobero, chi critica il mio stile e chi ce la mette tutta per farmi sentire inferiore. La soluzione è mettere da parte cose o persone negative come se non esistessero. Mi è successo anche di fare un’ esibizione non perfetta come avrei voluto… L’ importante è capire l ‘ errore e mai mollare. Le cose da mollare sono i lavori che non danno soddisfazione e le persone negative. Per quanto riguarda la pole nello specifico sono 3 anni che la pratico e non ho mai pensato di mollarla e non l’ ho mai vissuta come una competizione di campionati mondiali, la uso solo come aggiunta nei miei spettacoli…forse farò dei campionati più avanti ma per ora faccio
solamente la show girl.

E’ necessario integrare la pole con qualche altra attività tipo la corsa o la palestra?
La corsa secondo me assolutamente no… la corsa serve a bruciare calorie… per la pole ci interessa aumentare forza muscolare e flessibilità… quindi sì alla palestra anche se io personalmente preferisco addominali glutei e flessioni a corpo libero. Gli esercizi di flessibilità per spaccate e schiena sono fondamentali per fare belle figure. Sarebbe da integrare danza per la grazia e le linee

Quali sono le ragioni per cui una donna dovrebbe avvicinarsi alla pole dance?
Dipende… ci sono più possibilità. dipende dall’ obiettivo che hanno le donne in questione. Per esempio ginnaste che vogliono fare campionati, artiste ballerine come me che vogliono ampliare i loro show con qualcosa in più, o semplicemente donne che vogliono tenersi in forma divertendosi e facendo amicizia. Ma attenzione perché non è un’ attività solo da donne, ci sono anche molti uomini che la praticano.

Sul piano fisico in particolare quali sono i maggiori benefici?
Tonicità, definizione muscolare, resistenza alla fatica, aumento della forza.

Un consiglio a chi vuole iniziare?
all ‘ inizio non è facile perché serve molta forza nelle braccia.. il consiglio è non arrendetevi perché a nessuno riesce subito. Altra cosa.. il palo è super scivoloso, cercate di andare a lezione con la pelle pulita e
asciutta, pulite il palo con alcool prima dell’utilizzo e scegliete un buon grip.

Se venite dalla danza e magari siete molto flessibili vi consiglio lezioni private perché in questo modo imparerete più in fretta e potrete provare prima le figure avanzate.

Intervista a Sabrina Roma fotomodella italiana: Tutti i personaggi in pochi scatti in instagram _sabrinaaaaa_27

Cosa rappresenta per te la moda in un cotesto sociale?
Per me la moda è: Esprimere me stessa, le mie sensazioni ed emozioni, le mie qualità, la mia bellezza sia interiore che esteriore, e le mie imperfezioni. La moda per me è anche una tendenza soggettiva che vogliamo esercitare, esprimere, seguire ed inventare…

Hai raggiunto tanti obiettivi, qual è quello più significativo per te?
Sono esattamente due anni che faccio la fotomodella, ho iniziato facendo un programma televisivo e da lì mi si sono aperte molte strade… A questo punto direi quello più significativo è stato l’inizio, perché se non avessi iniziato quel programma con la mia testa, fortunatamente sempre senza ascoltare i giudizi degli altri, non sarei qui (professionalmente parlando)!

-Puoi dirci a cosa stai lavorando adesso?
Dunque, al momento non ho nessun progetto in pentola… Ma chissà più avanti.

Raccontaci una tua Gionata tipo?
Dunque: mi alzo, colazione e pulizie di casa, dopodiché pranzo con la famiglia, pomeriggio uscire o per centri commerciali o aperitivi, cene o in famiglia o fuori. Ed infine o serata in discoteca (quando voglio far tardi) o in un pub (quando non voglio far tardi ahah)

Artisticamente, quale personaggio vorresti somigliare?
Virginia Raffaele. Comica e raffinata, simpatica, spontanea, talento unico, secondo me una delle poche Artiste con la maiuscola.

Cosa vorresti che le persone capissero di te?
Ho imparato una cosa finora, durante questi 19 anni… Non voglio stare tutta la vita a farmi cercare di capire dalle persone… Se mi vogliono aiutare, amare e/o anche odiare benvenga, sennò come si dice a Roma: “shalla” ahahah, la vita è una, io me la godo occupandomi delle cose a cui amo e tengo. Quindi niente!

Come nasce la passione perla moda?
All inizio la vedevo solo come una cosa che devi sfilare, devi essere magra e mangiare gallette tutti i giorni… Ma con il tempo mi sono ricreduta.in questi due anni ho fatto delle sfilate, io non ero molto entusiasta, ma fino a quando una persona mi ha fatto capire la moda non è avere un fisico perfetto, è un emozione che devi saper esprimere. Perché è lì che tu lo puoi fare davanti a tutti, ti fai valere, fai vedere la tua sensualità, la tua gioia, la tua sabri interiore che farai uscire fuori e che tutti ammireranno! Da la ho capito, sempre secondo il mio punto di vista, il senso e l amore per la moda!

Quali sono le difficoltà di intraprendere questo mestiere in italia?
Che la maggior parte delle volte devi essere raccomandato!

Ultima domanda… il senso della vita?
Io penso sia la nostra nascita: in fondo se siamo venuti al mondo un motivo ci sarà… Sta a te decidere come andrà la tua vita, sia in bene sia in male, le persone che sceglierai o che ti capiteranno… E ricordarsi sempre che si vive una volta sola!

Angelica Preziosi fotomodella italiana, l’Anita Ekberg dei nostri tempi…

Angelica Preziosi, modella romana doc (nata nell’Isola Tiberina), è quella che si definisce la ragazza della porta accanto malgrado la sua regale e raffinata bellezza. Capelli lunghi biondi, occhi color mare e un metro e 77, Angelica é già molto nota ed ha tante esperienze al suo attivo in Italia ed all’Estero: dai massimi concorsi di bellezza nazionali a sfilate per stilisti di fama mondiale, ma le sue maggiori qualità sono l’umiltà ed il sacrificio. Angelica, infatti, oltre all’attività di modella è stata una delle volontarie della comunità di Sant’Egidio per il progetto “La scuola della pace”: ha aiutato bambini italiani e stranieri a studiare e divertirsi. Angelica Preziosi è oggi una modella matura che, dall’esperienza già espressa nel cinema e nel mondo della moda, ha tratto insegnamento per i suoi prossimi impegni. L’ho incontrata a Roma, zona Ponte Milvio, quindi l’invito per l’intervista concessa negli studi di Gold Tv. Ne sono nate discussioni interessanti che sono andate ben oltre la sua attività artistica: la propria esperienza di vita, i suoi sogni, un confronto di idee libero, profondo e costruttivo che delineano una modella con le idee chiare, pronta a viaggiare e ad imparare ogni giorno pur di migliorare ed essere professionale in tutto. Sì, perché Angelica è una perfezionista nata: non lascia nulla al caso.
Vediamo di conoscerla un po’…

1) Angelica, lo spettacolo è per te il lavoro di vita. Come nasce questa passione?

“Questa passione è nata per caso, nel corso del tempo ho cominciato con la moda andando a Milano con Elite model e, da lì, è cresciuta la voglia di conoscere questo mondo”.

2) Quali consigli daresti a chi vuole iniziare ad affacciarsi alla passerella ed ai servizi fotografici?

“Sicuramente quella di andare subito a Milano. E’ lì che ci sono le migliori agenzie e, ogni ragazza, può trovare quella che fa al proprio caso. Quindi di non demordere ai primi problemi, formarsi continuamente ed insistere sempre”.

3) C’è un modello cui ti ispiri?

“In realtà no, non c’è un modello preciso. Però mi piace molto la moda vintage e l’eleganza degli anni Sessanta, quella della “Dolce Vita”. Miti come Anita Ekberg, Marcello Mastroianni, la raffinatezza, i vestiti eleganti e le maniere cortesi, il corteggiamento classico e le buone maniere: lo ammetto, tutto questo mi ispira veramente molto e rappresenta un riferimento nel mio stile e nel mio modo di essere modella”.

4) Nella vita di tutti i giorni come sei?

“Nella vita di tutti i giorni sono molto semplice: jeans e scarpa bassa. Non vado certo in giro come se dovessi fare sempre un red carpet. Sono quella che si dice la ragazza acqua e sapone o della porta accanto. L’immagine che ho sui social è legata alla professione che faccio”.

5) Quali sono i tuoi prossimi impegni e obiettivi?

“A breve comincerò un lavoro a Bruxelles completamente nuovo e ne sono entusiasta. Continuerò a fare la modella e ad interessarmi del mondo dello spettacolo ma sono dell’idea che nulla è per sempre e serva essere pronti a nuove esperienze di vita. Sono curiosa ed odio la monotonia: la voglia di mettermi sempre in gioco è una delle mie principali caratteristiche”.

6) Qual è l’esperienza lavorativa che l’ha gratificata di più?

“Penso che ogni volta una nuova esperienza sia sempre una crescita. Ho avuto tante esperienze professionali gratificanti. Forse quella che mi ha colpito di più è stata la copertina come testimonial Figaro per Gucci Japan e stare in agenzia con Paola Benegas: la maggior parte delle ragazze sono straniere e essere italiana e stare lì è molto bello e significativo per me”

7) Cosa sono per lei l’amicizia e l’amore?

Sono valori molto importanti: sono le basi della nostra società. Oggi, purtroppo, sembra che prevalgano gli egoismi e i personalismi al senso di famiglia e di solidarietà sociale. L’amicizia e l’amore devono essere tutelati in un momento in cui la società se ne cura sempre meno. Ho lavorato nel volontariato per dare agli altri ciò che mi è stato insegnato dai miei genitori: l’altruismo, parole di conforto per chi è meno fortunato e un sorriso per tutti, che non costa nulla e fa tanto!”

Questa è Angelica Preziosi. E’ stata intervistata da riviste e giornali nazionali tra cui il Corriere della Sera. Attualmente lavora nello Showroom Pizzolato di Roma per “Diesel” winter 2019”. Ha avuto collaborazioni con Bulgari, Gucci e Ciesse Piumini.

Che dire, una ragazza acqua e sapone con un nome degno dei latini: Angelica. Nomen omen…o no?

VICTORIA MABELLE: rebel in the land of the gods

Hello Star, I begin by asking you how and when the passion for acting was born in you?

There were different moments at which I felt a tickle growing towards acting, but I think when I did my 2nd Fashion Film with Olof wessels back in march 2018 which started out as an experiment without any expectations, I just loved how it came out. Although I still didn’t saw myself as an actress, it was when an Italian guy in the filmindustry approached me online that saw that video and insisted that I pursued an Carreer in acting.

Artistically, who is your inspiration?

Hmm,,thats a difficult question! I must say I love everything that was made in the 19th century better than what’s made today, the 60’s Marylin monroe the 80’s Grace Jones and 90s Supermodels era with Naomi Campbell inspired me very much at a subconcious level. I find myself producing stuff that I later find out has a lot of 19s century influences, so I guess I am owning that one!

What does “(Artie Shaw-Stardust)” represent to you, a film that marked your film debut and how you were involved in this project?

 Well I believe in a thing called “Divine Timing”… I used to live in Belgium for approximatley 4 years before I moved back to Amsterdam where I live now.

Before I moved back I came in contact with an artistic couple of which one,Andre Decrock, turned out to have a background in filmmaking. Eventhough he wanted to orientate in photography I wanted to orientate in Film and acting so we decided to blend it all together and we created a photoserie along with a film, that’s how “Lolita”came together. To me it means the blending of new school and old school.

How did you get into acting? Was there something or someone that pushed you to this world?

I been modelling for almost 8 years now and I felt like I needed a new challenge, I also didn’t felt the need no more to entertain all the behind the scenes shenanigans of the modelling industry.

when is social media important for an actor?

I think is important to profile yourself and to come in contact with people from all over the world that you wouldn’t be able to reach otherwise

is there a movie you’re particularly fond of?

I love a lot of movies, but as a kid I bought the movie “HONEY” with jessica alba. It taught me as a little girl to dare to dream big and to believe you can achieve anything you want.

a role you would like to play?

anything not stereotyped for my liking, I like controversial

How would you describe yourself with 3 words?

Unique, Rebel, Balanced

projects for the future?

I filmed some interesting stuff and I can’t wait to show you all!

Intervista con la fotomodella Michela Limone: più sexy più donna

Credi più nell’amicizia e nell’amore o cosa?
Ciao mi chiamo Michela allora in cosa credo di più? Non so di preciso so che l amore ti cambia la vita.. Ma nella tua vita senza amicizia è nulla


il tuo rapporto con instagram?
Pessimo direi lo uso veramente poco sono un disastro ahahaj
Quanto c’è di te nel lavoro che svolgi?
Moltissimo direi.. In tutti i servizi fotografici ci metto anima e corpo come in qualsiasi lavoro televisivo o cinematografico
Bisogna sempre metterci tutto te stesso nel lavoro


Attualmente su costa stai lavorando? ci sveli alcuni particolari?
Sto lavorando a un progetto comico un film
c’è un attore con cui ti piacerebbe interpretare un ruolo?
Be direi di sì.. In primis de sica e poi Luca ward
Il mio mito.. Lavorare con loro sarebbe veramente un insegnamento di vita


il senso della vita?
Amare ed essere felici.. Realizzarsi in quello che si vuole fare ed essere sempre se stessi
cosa significa per te essere felice?
Essere completi… Lavoro amicizia e famiglia questa è la felicità

Intervista alla fotomodella Raffaella Portoghese: Voglio una vita spericolata social + Instagram

Cosa rappresenta per te la moda in un cotesto sociale?

La comunicazione è oggi l’atto fondamentale del vivere sociale,all’interno dell’immenso panorama comunicativo in cui gli individui si trovano continuamente immersi posizione preminente ha il complesso fenomeno della moda.L’abbigliamento è un codice, diverso da quello parlato e da quello scritto, ma ben definito da regole proprie.Si tratta di un codice “a bassa semantica” che veicola significati condivisi e che possiede diversi elementi comunicativi di base fra cui le stoffe, i colori,la foggia ed il taglio. Il codice dell’abbigliamento è fortemente legato al contesto storico, politico e sociale nel quale è inserito. La moda è,infatti, in grado di esprimere tantissimo sia a proposito del tempo storico nel quale è inserita, sia a proposito della condizione sociale e culturale delle persone, sia dei loro sentimenti, delle loro emozioni e del loro profilo psicologico.


Hai raggiunto tanti obiettivi, qual è quello più significativo per te?

Non ho raggiunto molti obiettivi ma uno significativo si,quello di mettermi davanti ad una macchina fotografica,prendendolo inizialmente come un gioco per vedere cosa venisse fuori e se ero capace di stare dietro ad un un’obiettivo,e piano piano ho intrapreso il mondo della fotomodella cercando di far emergere tutta me stessa. In questo momento non ho una cosa precisa su cui sto lavorando ma una fondamentale si me stessa per poter raggiungere i miei obiettivi.


Raccontaci una tua Gionata tipo?

La mia giornata e molto semplice,mi sveglio faccio colazione al bar con il mio cornetto integrale e latte macchiato di soia,vado a lavoro ,quando esco da lavoro per scaricare la tensione giornaliera vado camminare ascoltando la musica o semplicemente porto a spasso il mio cane,alla sera preferisco rilassarmi tv ,chiacchiere, caffè.
Ammiro le donne ,tutte,perché ogni donna porta con sé una forza incredibile.


Cosa vorresti che le persone capissero di te?

Vorrei che le persone capissero di me che sono una ragazza forte ,testarda, permalosa,ma con una voglia di spaccare il mondo..
Già da bambina mi piaceva fare shopping e mettere sempre in mostra l’ultimo completino comprato.

Come nasce la passione perla moda?

Crescendo ho iniziato ad appassionarmi, a leggere riviste di moda, a fermarmi davanti alle vetrine dei negozi, amavo vestire le bambole sempre in modo accurato,e soprattutto me ne sono resa conto perché le mie mani devono sempre essere perfette..come si dice…le mani perfette per una donna è un biglietto da visita.


Quali sono le difficoltà di intraprendere questo mestiere in italia?

Le difficoltà ce ne sono tante che si possono elencare,fotografi che si fingono fotografi pur di vedere una donna scoperta,fotografi che ti chiedono scatti per uso personale per non dire “maniaci della volgarità “,agenzie di moda che chiedono soldi pur di truffati ti promette mari e monti,che quella chiamata non arriverà mai,e di questo ne sono vittima.

Il senso della vita?
Il senso della vita… Domanda alla quale l’uomo cerca di dare una risposta da quando è sulla terra, ma senza riuscirci, non ho quindi la pretesa di voler trovare la soluzione a questo enigma; chiuderei piuttosto con una frase che mi piace molto, che pur non rispondendo al quesito ci suggerisce forse come comportarci per dare senso compiuto alla nostra vita; ‘c’è un solo tipo di successo: quello di fare della propria vita ciò che si desidera.’

Intervista all’attrice Valeria Borghese: dietro la trasgressione vita normale

valeria borghese

Che rapporto hai con la bellezza?

Bisogna dire che il “bello” è relativo, ogni persona ha una sua idea di bellezza. Certo la nostra società impone dei canoni di bellezza, e se sei fortunato a rispettarti in quei canoni, che sei avvantaggiato rispetto ad un altro, e questo vale in tutti gli ambienti… lavorativi o no. e Siamo una società molto superficiale e spesso non ci fermiamo a vedere la bellezza interiore delle persone, che a mio parere è fondamentale.

Quant’è importante per te il successo?

Ti direi che è una domanda che mi viene posta spesso, è importante anche perché è un riconoscimento del tuo lavoro, e allo stesso tempo diventa uno stimolo per migliorare, avere successo non è soli questione di fortuna, come molti pensano… ma è il frutto del lavoro e di tanta disciplina.

Che rapporto hai con la moda?

Seguo la moda, ma non mi considero una fashion victim, mi piace essere aggiornata sulle tendenze, però vesto solo quello che mi piace e mi fa sentire bene… a prescindere dalle mode. mi piace molto il detto di Coco Chanel “less is more” tanto è che certe volte dimentico i vestiti 😜.

Nelle conversazioni sei sempre diretta?

Si… e questo a volte non è molto apprezzato, però è questione di carattere, molti lo apprezzano… qualcuno no… alla fine è un problema suo.

Che ruolo ti piacerebbe recitare nel cinema?

L’approccio con il cinema l’ho avuto con piccoli ruoli. Certo mi piacerebbe far parte di un cast importante… di sicuro se ci fosse ancora la commedia all’italiana sarebbe stata ideale… oppure Tinto Brass o Almadovar…

Da piccola come eri?

Da piccola ero tutt’altro che un angioletto… più un maschiaccio, ma nonostante in famiglia si impegnavano molto … poi crescendo è venuta fuori la mia femminilità.

C’è un ideale di donna a cui vorresti somigliare?

Non ho un ideale di donna a cui vorrei somigliare, ne fisicamente, ma ne come personaggio, sto bene con me stessa e sono felice così.