Il fantasma nel cielo di Carlotta Tempestini, ecco come si presenta la Pole Dancer italina

Com’ è la tua vita quotidiana fuori dallo sport?
Nella mia vita quotidiana mi piace fare cose tranquille, quando non ho allenamenti o spettacoli uso il mio tempo libero per rilassarmi, ricaricare il mio corpo,stare con la mia famiglia e gli amici più cari.Non mi piace stancarmi al di fuori degli allenamenti… Nella vita di tutti i giorni poso spesso per fotografi come secondo lavoro, poi devo occuparmi dei costumi per i miei spettacoli e di ripassare le coreografie… di tempo libero mi rimane poco. Comunque la pole per me non è uno sport .. ma un elemento artistico che aggiungo ai miei
show

 Carlotta Tempestini
Carlotta Tempestini

Oggi guardandoti allo specchio come ti definisci?
una giovane donna… con un corpo tonico modellato dall’ attività fisica, a mio agio col mio corpo del quale
non cambierei nulla, non perché sia perfetto ma a me va bene così

Ci racconti tutto dall’ inizio come ti sei avvicinata a questo sport?
Ho iniziato con danza classica e moderna poi ho aggiunto tessuti aerei. Tre anni fa il mio insegnante di aerea portò me e altri ragazzi a Italia s got talent e lì ho conosciuto un’ istruttrice che mi ha invitata a provare e ha detto che sono portata e dovevo assolutamente iniziare

Tu ti senti bella?
sinceramente sì.. mi sento bella e anche molto fortunata per ciò che la vita mi ha dato. col passare degli anni ho imparato a apprezzarmi sempre di più e a ignorare chi magari mi dice che sembro ingrassata, non ho le tette o altro… quando le critiche sanno d’ invidia poi valgono quasi più dei
complimenti

Cosa significa per te essere bella?
la bellezza è soggettiva.. ognuna ha il suo punto di forza… tutto sta nel trovarlo e valorizzarlo. molto importante secondo me è avere una bella postura. Per quanto riguarda la linea a me non piacciono ragazze troppo magre ma giuste. Comunque tutte possono essere belle magari anche una ragazza in carne, per esempio può avere uno sguardo magnetico e occhi stupendi che un’ altra non ha.

Quali sono le tue aspirazioni future?
Mi piacerebbe avere un agente che mi organizzi ancora più trasferte all’estero di adesso. sono già stata in varie parti di Europa con la tribute ufficiale italiana di Katy Perry in cui lavoro come ballerina ma mi piacerebbe andare anche fuori dall’ Europa

poi mi piacerebbe avere qualche esperienza valida di recitazione, magari interpretando una ballerina o una poler. Poi adoro fare i video musicali ne ho già fatti alcuni e mi piacerebbe farne altri

Ci sono stati momenti scoraggianti in cui stavi per mollare tutto?
a volte sembra tutto difficile… ci sono persone che mi hanno ingaggiata per qualcosa e poi era una truffa, ci sono persone che mi consigliano di smettere perché così ho troppo poco tempo lobero, chi critica il mio stile e chi ce la mette tutta per farmi sentire inferiore. La soluzione è mettere da parte cose o persone negative come se non esistessero. Mi è successo anche di fare un’ esibizione non perfetta come avrei voluto… L’ importante è capire l ‘ errore e mai mollare. Le cose da mollare sono i lavori che non danno soddisfazione e le persone negative. Per quanto riguarda la pole nello specifico sono 3 anni che la pratico e non ho mai pensato di mollarla e non l’ ho mai vissuta come una competizione di campionati mondiali, la uso solo come aggiunta nei miei spettacoli…forse farò dei campionati più avanti ma per ora faccio
solamente la show girl.

E’ necessario integrare la pole con qualche altra attività tipo la corsa o la palestra?
La corsa secondo me assolutamente no… la corsa serve a bruciare calorie… per la pole ci interessa aumentare forza muscolare e flessibilità… quindi sì alla palestra anche se io personalmente preferisco addominali glutei e flessioni a corpo libero. Gli esercizi di flessibilità per spaccate e schiena sono fondamentali per fare belle figure. Sarebbe da integrare danza per la grazia e le linee

Quali sono le ragioni per cui una donna dovrebbe avvicinarsi alla pole dance?
Dipende… ci sono più possibilità. dipende dall’ obiettivo che hanno le donne in questione. Per esempio ginnaste che vogliono fare campionati, artiste ballerine come me che vogliono ampliare i loro show con qualcosa in più, o semplicemente donne che vogliono tenersi in forma divertendosi e facendo amicizia. Ma attenzione perché non è un’ attività solo da donne, ci sono anche molti uomini che la praticano.

Sul piano fisico in particolare quali sono i maggiori benefici?
Tonicità, definizione muscolare, resistenza alla fatica, aumento della forza.

Un consiglio a chi vuole iniziare?
all ‘ inizio non è facile perché serve molta forza nelle braccia.. il consiglio è non arrendetevi perché a nessuno riesce subito. Altra cosa.. il palo è super scivoloso, cercate di andare a lezione con la pelle pulita e
asciutta, pulite il palo con alcool prima dell’utilizzo e scegliete un buon grip.

Se venite dalla danza e magari siete molto flessibili vi consiglio lezioni private perché in questo modo imparerete più in fretta e potrete provare prima le figure avanzate.

Miguel Angel Gallardo: Everybody Needs Somebody

 

Miguel Angel Gallardo
Miguel Angel Gallardo ; PHOTO Crdit Javier Carrero Instagram: @javier_carrero

Nacido en el sur de España en Málaga hoy vive entre Madrid y Shanghai Miguel Angel Gallardo El modelo fotográfico para grandes nombres de hoy nos cuenta los momentos más importantes de su carrera, en la revista Break nos reunimos para hacerle algunas preguntas. Miguel es una de esas personas francas y profundas que conoce el verdadero secreto de la vida, es decir, “vive todo el día”, disfruta de los momentos más hermosos, una filosofía de todo respeto, un hombre sin una palabra. Y aquí está su entrevista donde él nos cuenta y nos cuenta

Has logrado muchos objetivos? El más significativo para ti ?

Intento conseguir mis objetivos . Unos los he alcanzado y otros no . De todas formas me guío mucho por el destino y el camino que tenemos cada uno marcado en nuestra vida . Por eso intento no forzar situaciones ni malgastar energía si el objetivo no llega . Quizás no era para mí. Intento fluir con la vida y que ella marque mi ritmo . Objetivo que antes quería , ahora ya no los quiero , ya que la persona que soy ahora no es la misma que la que fui en el pasado . Mi objetivo hoy en día es conseguir a mi edad ser un buen y reconocido modelo profesional . Y es que realmente he empezado hace poco como modelo profesional , justo desde el pasado septiembre, y mira donde me encuentro ahora , en China . Firme un contrato con una agencia de modelos por tres meses . Me siento bendecido y agradecido , ya que a mi edad me ocurra esto , lo considero un regalo del Universo.

 

Qualsi sono i moment Momentos más importantes de tu carrera?

Por ahora el estar en China . Realmente he empezado hace poco , así que espero que los más importantes estén por llegar . Tengo muchas ganas y actitud para conseguirlo . Después de China iré a Milán para hacer una visita a la agencia de modelos que me representa en Italia ( Urban Models ) y quien sabe si decidimos estar una temporada en Milán .

Que relación tienes con tu belleza ?

Intento cuidarme pero dentro de unos límites , no tengo obsesión por ello . Intento comer sano y hacer ejercicio . La belleza se irradia desde dentro , es una energía que desprendemos que atrae y gusta a la gente . Cuantas personas hay guapas que no dicen nada ? Mejor tener carisma , actitud y ser atractivo . Me considero único , es la clave para evitar comparaciones .

Que te gustaría que la gente entendiera de usted ?

Que nunca es tarde para seguir y cumplir un sueño . Yo lo estoy intentando y en ello sigo . Lo más importante es creer en uno mismo , romper con barreras que no te permiten avanzar en la dirección correcta . Salir de tu zona de comfort. Espero ser ejemplo para muchos , con eso me quedo .

Tus sueños en el cajón?

Siempre he soñado con tener una súper voz y cantar de maravilla . Trabajar en musicales . Pero ese don no me fue concedido, mejor cantar bajo la ducha . Siempre que asisto a algún musical me imagino que soy Yo el que está sobre el escenario cantando e interpretando .

 

Tipica jornada ?

A día de hoy en Shanghái mi jornada consiste en asistir a castings cuando los tengo . En caso de no tenerlos aprovecho y voy al gym o también me dedico a conocer y caminar por la ciudad . Enriquecerme de esta nueva cultura en la que me siento inmerso .
Espero conseguir bastante experiencia como modelo para luego poder abarcar Europa . Aunque ya estoy representando en varios países todavía no he podido dar el gran salto .

Como te ves en 5 años ?

No me veo ni en dos !! Jajajajja . Imposible decirte algo concreto . Por lo pronto ser feliz conmigo mismo , con la gente que quiero , con lo que me rodee y haga en ese tiempo. Y por supuesto vivir !!

Estas trabajando ahora mismo ?

Llevo solo tres semanas en Shanghái, por lo que de momento asisto a castings . Espero lleguen los buenos trabajos pronto . Es una ciudad complicada para los modelos con mi perfil , sobre todo hay modelos jóvenes . Eso es bueno y malo a la vez . Bueno porque realmente no tengo mucha competencia, o les gusto o no les gusto , hay una probabilidad del 50 . Malo porque no están acostumbrados a modelos como Yo y cuesta un poco más .

Te gustaría escribir libro autobiográfico? Título ?

Mi vida no es lo suficientemente tan importante como para ello . En un momento dado sería divertido escribir un blog sobre mi día a día contando mis experiencias y situaciones en las que me veo envuelto como modelo a mi edad . Quizás lo haga .

 

Vida privada ? Pasiones fuera de la moda ? Hay vida después de la moda . Viviendo esta experiencia como modelo y encontrarme tan lejos de mi entorno , te das cuenta de lo importante que son para ti las personas que te quieren y confían en ti . La vida de modelo está siendo por ahora solitaria y a la vez enriquecedora . Estoy 100 por cien metido en ella . Espero en un futuro poder equilibrar mi vida privada con la profesional . Los comienzos son siempre duros y más a mi edad . Aun así , me siento bendecido y agradecido por todo lo bueno que me está ocurriendo.

 

Significado de la vida ? La vida es una escuela donde todos nosotros somos estudiantes. Tenemos que aprender a mirar con el corazón y no con los ojos . Encontrar amor , es la esencia de nuestro ser , lo que nos conecta y nos une . El amor es nuestra naturaleza .

 

 

Jelena Chocosite: La modella dal cuore ribelle

Jelena Chocosite
Jelena Chocosite

Semplice e trasgressiva, pragmatica Jelena Chocosite lascia trasparire in ogni sua parola l’entusiasmo che ha per il suo lavoro. Modella, indossatrice e attrice è nota a livello inter­nazionale anche grazie ai lavori effettuati con importanti fotografi come TAJohannes, Jelena  ci racconta di ad una passo dal realizzare il suo grande sogno,  Una passione per  tutto quello che gioca intorno al Luxury e allo shopping senza trascurare il viaggio, l’esplorazione, la conoscenza di nuove culture e di nuovi mondi,  noi di Break Magazine abbiamo dedicato una cover speciale per una donna speciale. Ma Jelena Chocosite è anche una grande trasformista, una di quelle sempre alla avanguardia potatrice sana di quel nuovo movimento dell’avvenire, poi si racconta del suo essere, romantica e passionale, romantica   Jelena è una vera donna che ama tutto quello che la circonda. Dunque il suo corpo diventa un opera d’arte sempre in movimento alla continua ricerca di se stessi. Oggi Jelena apre gli orizzonti alla conoscenza ed alla sperimentazione ed qui che  cerca il suo trampolino di lancio per renderla famosa in tutto il mondo.

foto credit : TAJohannes  Instagram;TAJohannes

Gianmarco Orciani : il tempo del cambiamento

Schietto, leale intraprendente è cosi che vogliamo definire il personaggio  di oggi,  lui si chiana Gianmarco Orciani  Attore trasformista quando vuole.. un uomo che  ha ben chiaro i suoi obbiettivi  “essere attore” pragmatico e romantico oggi Gianmarco fa parte di quel nuovo movimento di cambiamento che  l’italia aspettava. 

Iniziamo dalla prima domanda: Cosa rappresenta per te l’attore in un cotesto sociale?: Personalmente, credo  che, all’interno della società di oggi, l’attore abbia acquisito responsabilità sociali e morali non poco rilevanti, dal momento che molti giovani traggono ispirazione dai personaggi pubblici, il che comporta ovviamente un grande onore, ma al contempo un gran peso emotivo per l’attore.

Hai raggiunto tanti obiettivi, qual è quello più significativo per te?: Ammetto che posso definirmi abbastanza soddisfatto di quello che ho fatto fino ad ora. Ho solo quasi 25 anni e posso dire con certezza di essere già stato molto fortunato. Sebbene la mia giovane età, ho avuto diverse esperienze in campo cinematografico e teatrale. Allo stesso tempo, però, non ho ancora raggiunto i traguardi a cui aspiro. Sono felicissimo delle mie piccole soddisfazioni attuali, ma sono anche convinto che non si smetta mai di crescere e migliorare.

Puoi dirci a cosa stai lavorando adesso?: Attualmente, sono impegnato in diversi progetti. Sto, ad esempio, lavorando per un’appassionante web serie dal titolo “Overt”, un thriller psicologico nato dall’idea e la regia di Maurizio Di Nassau. La trama avvincente si sviluppa intorno a diversi intrecci riguardanti i più svariati temi, tra cui l’omofobia, l’infanticidio e il disturbo di personalità. Grazie alla collaborazione di grandi professionisti, posso dire con orgoglio che sarà un interessantissimo progetto.
Altro prodotto di enormi potenzialità è il film “Gavon”. L’idea è nata da Jefferson Di Massa, anche primo regista, accompagnato dal secondo regista Salvatore Allocca e lo sceneggiatore Gennaro Artiaco. Su questo progetto preferisco mantenere un velo di mistero in più. Non voglio rischiare di bruciarvi la sorpresa. Vi dico solo che sarà il primo vero caso di Film Fantascientifico italiano con le F maiuscole. L’intento è quello di far raggiungere al cinema italiano lo splendore di quello americano. Bisogna rivoluzionare l’ambito fantascientifico con serietà e senza più sfociare nel trash e vi assicuro che questi maestri del cinema lo stanno riuscendo a fare.
Infine ho in serbo qualche altra sorpresina di cui purtroppo non posso ancora parlare, ma continuate a seguirmi e a breve avrete grandi news.

Raccontaci una tua Gionata tipo?: La mia giornata tipo è quella di un comunissimo ragazzo di 25 anni. Mi sveglio affianco alla mia ragazza e alla mia cagnolina. Studio per gli esami all’università, ripeto i copioni da portare non tanto sui set quanto sul palco, palestra, caffè con gli amici, vari impieghi lavorativi nel campo della moda e il tutto finalizzato a potermi ritirare di nuovo a casa per mettermi sotto le coperte con la mia piccola ma tanto grande famiglia.

Come vorresti vederti tra 10 anni?: Tra 10 anni, spero di essere la stessa persona di oggi, magari con un po’ di maturità ed esperienze in più. Non spero in enormi cambiamenti nella vita, ma, tra 10 anni, vorrei senz’altro riuscire ad aver raggiunto gli obbiettivi attoriali a cui sto puntando.

Artisticamente, quale è l’attrice a cui vorresti somigliare?: Non vorrei somigliare a nessun attore in tutta onestà. Il fascino di questo mestiere è proprio quello di poter essere chiunque si voglia. Oggi sono un poliziotto, domani un insegnante e il giorno dopo ancora un marziano. Non vedo perché puntare a somigliare a un attore. Stimo tantissimi artisti americani e italiani, ma cercare di emularli non è il mio scopo primario.

Cosa vorresti che le persone capissero di te?: Quanto effettivamente valgo, il mio reale valore, né più né meno di questo. Vorrei capissero chi sono e cosa posso fare. Tutto il resto, tutti i pregiudizi, positivi o negativi che siano, non sono cose che mi interessano.

c’è un ruolo in particolare a cui tu sei lagato/a? e se si per quale motivo?: Pensandoci, sì. C’è un ruolo che ha lasciato il segno nel mio cuore. Probabilmente perché fu il mio primo ruolo da protagonista. Ricordo ancora il tremolio che avevo prima di aprir bocca. Ero un gangster americano in un cortometraggio girato in lingua inglese. Giravo, tra i vari, anche con un mio collega che stimo molto incontrato per la prima volta sul set della serie tv americana “Sense8”. Le sensazioni che provavo le sento ancora vivide: paura, emozione, imbarazzo, eccitazione. E tutte queste dovevano scomparire immediatamente subito dopo aver sentito un’unica parola: AZIONE. Dei momenti che non dimenticherò mai.
Che considerazione hai della recitazione Italiana?: La recitazione italiana ha un ottimo livello di recitazione, senza dubbio. Ma ammetto che non rispecchia i miei canoni. Preferisco di gran lunga lo stile americano, più realistico laddove deve esserlo e più caricaturizzato dove richiesto.

Qual’è la tua battuta preferita del cinema?: Devo sceglierne una? Davvero? Una sola? Ok… Posso dire che tra le mie preferite c’è senza dubbio questa: “Potrei essere piuttosto incazzato per quello che mi è successo, ma è difficile restare arrabbiati quando c’è tanta bellezza nel mondo. A volte è come se la vedessi tutta insieme ed è troppa. Il cuore mi si riempie come un palloncino che sta per scoppiare. E poi mi ricordo di rilassarmi e smetto di cercare di tenermela stretta”.

ci sono ruoli che avresti voluto recitare?: Tutti. Non c’è un ruolo che non mi piacerebbe. Ogni ruolo è una sfida nuova ed essere un attore significa proprio questo: riuscire a superare i proprio limiti, anche morali, per riuscire a dare al pubblico quello che si merita.

Come nasce la passione per il cinema?: Non ricordo come mi sia nata. Ero troppo piccolo per averne memoria. Posso solo dire che sin dalla giovane età sognavo di poter essere chiunque, fare qualunque cosa. Forse è proprio per questo motivo che è nata la mia passione.

Quali sono le difficoltà di intraprendere questo mestiere in italia?: Purtroppo, come in tanti altri campi, sento troppo spesso di colleghi che “scendono a compromessi” o che ottengono una parte solo tramite conoscenze. Non è quello a cui aspiro e non è per questo che ho scelto di fare l’attore. In Italia, dobbiamo accettare il fatto che bisogna essere molto pazienti e, quando finalmente si avrà l’occasione giusta, non bisognerà assolutamente farsela scappare. Le opportunità qui in Italia non sono tantissime e troppi errori non sono ammessi.

Ultima domanda… il senso della vita?: Ah, vorrei saperlo anche io! Anche se… in effetti… sto bene così. Io ho il MIO senso della vita. Ho la mia famiglia, tanto amore da dare e ricevere, impegno costante per ottenere ciò che desidero, qualcosa e qualcuno da proteggere. Il mio senso della vita è questo e a me basta.

Daniela Caruso: il bello della mia vita sono i colpi di scena

Rivoluzionaria,  esploratrice, curiosa, sensuale cosi che noi di Break Magazine definiamo il personaggio di oggi, lei si chiama Daniela Caruso è una di quelle  modelle che non lascia nulla al caso,  le sue scelte sono sempre  studiate nei minimi particolari e dice: amo dare spazio all’immaginazione, alla provocazione, una strategia “ogni volta”, coraggiosa… la dote di saper comprendere,  “nel vero senso della parola”  nuovi mondi, saper rispondere alle necessità di un mondo  in continua evoluzione .

Perché hai deciso di diventare fotomodella?

Salve a tutti, ho iniziato a posare 10 anni , tutto è nato per caso , un fotografo mi notò
e di li partì la mia avventura…pensare che sono passati quasi 10 anni non mi sembra vero … ho vissuto belle esperienze,
viaggiato molto e conosciuto persone nuove…amo questo lavoro e ci metto tanta passione!

Hai frequentato dei corsi per sviluppare le tue capacità, o sei autodidatta?

penso che avere delle basi sia molto utile, ho fatto
dei corsi di posa e portarmento e poi devo dire che facendo tanti set ho maturato davvero molta esperinza.

Lavori come freelance o per un’agenzia?

lavoro come freelance , ormai sono nel giro da anni e penso che riesco a muovermi
abbastanza in questo ambiente , senza dividere somme con terzi

Qual è stato il momento che ha dato una svolta alla tua carriera?

Diciamo che non mi mancano lavori e pubblicazioni importanti,
posso essere fiera di quello che ho fatto fino ad oggi con tutte le mie forze e continierò sempre più a progredire

Per quale genere di fotografia ti piace di più posare?

E quale ritieni più impegnativo? fashion, adoro la moda e lavorare
con grandi team , lavorare per uno scopo editoriale mi realizza e coinvolge tanto

Cosa ti distingue dalle altre modelle?

penso che ogni modella abbia la sua caratteristica, ognuno di noi è diversa una dall’ altra,per stile di posa, fisicità, esperienza etc

Cosa ti piace di più del tuo lavoro e cosa meno?

unire al mio lavoro la possibilità di viaggiare, mi piace molto
scoprire e conoscere posti nuovi, mi piace meno cambiare molto spesso il letto

Con quale genere fotografico ti trovi più a tuo agio e perché?

mi trovo bene con tutti i generi fotografici , sarà anche
che ho maturato tanta esperienza e ormai per me è routine

Come influisce la tua formazione di attrice nel tuo modo di posare per gli shooting?

si , perchè in ogni set devi recitare..interpretare
un personaggio e catturare l’occhio dell’ osservatore.

????????????????????????????????????