Il documentario ”MESSI – Storia di un campione”, diretto da Âlex de la lglesìa, da domenica 29 marzo è nel catalogo di Amazon Prime

E’ disponibile nel catalogo Amazon Prime, a partire da domenica 29 marzo, il documentario “MESSI – Storia di un campione”, diretto dallo spagnolo Âlex de la lglesìa (La Comunidad; La ballata dell’odio e dell’amore), prodotto da Mediapro e distribuito da 102 Distribution. Sceneggiato da Jorge Valdano, con la direzione della fotografia di Kiko De La Rica, le musiche di Joan Valent e il montaggio di Domingo Gonzâlex, il documentario, della durata di 95′, è stato presentato, tra gli altri, alla 71a Mostra del cinema di Venezia.

Il docu adatto a famiglie e bambini, racconta la storia del più grande campione dei nostri tempi, l’argentino Lionel Messi, sia attraverso le testimonianze di grandi leggende del calcio come Menotti, Maradona, Valdano, Cruyff, Iniesta e Piquè, così come dalle persone che l’hanno accompagnato nel suo percorso di vita, il tutto con immagini d’archivio, interviste e clip inedite.

102 DISTRIBUTION è una società italiana di distribuzione e produzione cinematografica, con sede a Roma, che si occupa di acquisire e di produrre opere cinematografiche al fine di sfruttarne i diritti in tutti i canali di distribuzione: cinema, home video, televisione e new media. La linea editoriale di 102 DISTRIBUTION si focalizza principalmente su prodotti internazionali di qualità, documentari, classici americani, europei e sud americani, action-movie, family e film indipendenti.

Ufficio Stampa

REGGI&SPIZZICHINO Communication

Maya Reggi +39 347 6879999

Raffaella Spizzichino +39 338 8800199

Carlo Dutto +39 348 0646089

www.reggiespizzichino.com

CORTINAMETRAGGIO: LA QUARTA GIORNATA RICCA DI APPUNTAMENTI E PROIEZIONI ONLINE

Domani giovedì 26 marzo quarta giornata di Cortinametraggio 2.0 la XV edizione del Festival ideato e diretto da Maddalena Mayneri, il primo in Italia ad andare online, aderendo alla campagna #iorestoacasa lanciata dal mondo della cultura per contrastare la diffusione del Covid-19, con l’hashtag #CortinametraggioLive.
Giovedì 26 marzo a partire dalle 18.30 online sul sito del festival www.cortinametraggio.it con una finestra dedicata, e in contemporanea su Canale 100 di Canale Europahttps://canaleeuropa.tv/it/cortinametraggio-tv.html piattaforma televisiva online, che dal 2016 è partner di Cortinametraggio.
Ad aprire la selezione dei Cortometraggi in concorso, introdotti da Anna Ferzetti Roberto Ciufoli, Osuba di Federico Marsicano che parla di violenza alle donne. Quando l’amore diventa malato e le donne sono colpite non ci sono soluzioni perché il mondo possa migliorare. Osuba racconta in maniera non convenzionale un problema sempre più attuale. Nel cast Chiara Condelli, Mirko Dalla Zanna, Marta Nobili, Giulia Petrini, Giulia Pirrone, Chiara Protani, Annalisa Tancini.
A seguire: Settembre di Giulia Louise Steigerwalt che vede protagonisti due adolescentiMaria e Sergio stanno nella stessa classe ma non si sono mai parlati. Di ritorno dalle vacanze estive Maria viene notata da Christian, un ragazzo di cui è follemente infatuata. Christian manda Sergio a chiederle se vuole stare con lui. È una proposta brusca e priva di romanticismo, ma lei dice subito di sì, salvo poi andare in crisi non avendo idea di cosa accadrà né di cosa dovrà fare. Nel cast Margherita Rebeggiani e Luca Nozzoli.
Don Gino di Salvatore Sclafani è una satira grottesca e sopra le righe che vede protagonista un boss mafioso, che scoprendo l’omosessualità del proprio figlio, si ritrova a dover scegliere se rinnegarlo o distruggere per sempre la propria reputazione. Nel cast Salvatore Sclafani Senior, Maziar Firozi, Jacopo Cavallaro, Benedetto Raneli, Fabrizio Pizzuto, Giovanni Mineo, Roberto Pepoli.
Compagni Di Viaggio di Sara De Martino ruota intorno alla storia di Abou, un uomo lontano dal proprio paese e dai propri affetti. Un incontro gli insegnerà che la solitudine non esiste. Nel cast Samba Ndiaye e Paolo Sassanelli.
La Regina si addormenta dove vuoledi Lorenzo Tiberia vede protagonista Rebecca, una bambina di quattro anni che, dopo l’ennesima lite dei suoi genitori, fugge dalla sua cameretta per nascondersi nel giardino di una casa di riposo. Nel cast Elena Cotta, Rebecca Di Segni.
 Per i Corti in Sala, in partnership con Vision Distribution, sarà presentato Non può di Luca Vecchi dei The Pills. Protagonisti Salvo e Marcello. Salvo ha abbassato la testa preferendo adattarsi, e per questo la vita è stata clemente con lui. Marcello è il fratello maggiore, che ha sempre ammirato, ma che non ha mai avuto il coraggio di essere. Il tempo di una sigaretta sancisce la fine di una lunga amicizia che va avanti dalla tenera età. Sono lontani i pomeriggi alla parrocchia spesi in interminabili partite a calcio. La vita li ha allontanati troppo, portandoli a scelte che probabilmente neanche loro immaginavano. Ma la colpa non è di nessuno. Nel cast Alessandro Cremona e Andrea Davì.
A seguire i Videoclip Musicali Mainstream della serata: Lunedìdi Salmo, diretto dagli YouNuts! (Antonio Usbergo & Niccolò Celaia). In uno scenario post apocalittico, in una New York deserta, l’ultima persona rimasta sulla Terra cerca di costruirsi una routine per sopravvivere, fino a quando non avrà a che fare con il suo alter ego maligno. Al videoclip partecipa Alessandro Borghi.
Settembre di Gazzelle (pseudonimo di Flavio Bruno Pardini) per la regia di Lorenzo Silvestri Andrea Losa, è costruito attorno a un’illusione. Ci muoviamo all’interno in una matrioska che, tra finzione e realtà in loop, ci farà stupire demolendo ciò che è la “prima impressione”. L’unica verità è il messaggio che la canzone vuole comunicare. Una verità che, sul finale, si traduce nell’unico e sincero sguardo che Gazzelle rivolge alla camera.


Chiuderanno la serata i Videoclip Musicali Underground: Immensità di Andrea Laszlo De Simone per la regia di Marco Pellegrino. Un uomo cade dal cielo, atterrando sull’acqua di un ruscello; poi inizia a correre, percorrendo strade che attraversano boschi, campagne, periferie industriali e, per finire, le vie di una città. Dal cielo piovono centinaia di corpi di uomini e donne: la meta dell’uomo è un antico chiostro, al centro del quale atterra una ragazza, sua figlia.
A seguire Giubbottino di Margherita Vicario per la regia di Francesco Coppola. Nel video, ambientato in un palazzo-giungla, barocco e sfarzoso, va in scena una sfilata, dove sono gli uomini ad essere scrutati da una platea composta unicamente da donne over 40, che davanti all’esibizione dei corpi dei giovani modelli non riusciranno a restare indifferenti. Un grottesco capovolgimento dei ruoli e dei comportamenti sedimentati nell’immaginario collettivo, dove è l’uomo a diventare l’oggetto del desiderio della donna.
Chiude la serata Scorpione di Oberdan per la regia di Cristiano Pedrocco. Protagonisti due innamorati intrappolati in un sogno come due topi da laboratorio in un labirinto, sono vittime più o meno inconsapevoli di un misterioso esperimento.


In testa alle proiezioni di cortometraggi e videoclip come ogni giorno i video della FITCS – Federation Internationale Cinema Television Sportifs e dell’Istituto Luce Cinecittà, che ripercorrono le tappe della storia olimpica. Tra i Partners istituzionali della XV edizione di Cortinametraggio il MiBACT, SIAE, la Regione del Veneto, il Comune Cortina d’Ampezzo con Cortina Marketing, la Provincia di Belluno con Rete Eventi Cultura, Ficts, Anec-Fice, il CSC – Centro Sperimentale di Cinematografia, il SNGCI – Sindacato Nazionale Giornalisti cinematografici Italiani, NuovoIMAIE. Main partner Rai Cinema Channel e RaiPlay, Universal Music Publishing Group, Vision Distribution, Dolomia, Aermec, Audi, Viva Productions. Gold sponsor Lotus Production, I Santi Di Diso, Italo, Carpenè Malvolti, Riva Yacht, Silver sponsor Lab 20.21, SuMa Events, IVDR, Tralci di vita, La cooperativa di Cortina, Kevin Murphy. Main sponsor hospitality Grand Hotel Savoia & SPA, Hotel de La Poste. Main Media Partner CiakRaiRadio1 Radio ufficiale del festival. Media partner Style Magazine, Cinemaitaliano.info, Good Style Magazine, RaiPlay, Cinecittà News, Art Style Magazine, Coming Soon, Radio Cortina. Tra gli sponsor Contemporary & Co, Messa a Fuoco Campania, Le Giornate Del Cinema Lucano – Premio Internazionale Basilicata
Ufficio stampa – Storyfinders – Lionella Bianca Fiorillo 06.36006880 – 340.7364203
press.agency@storyfinders.it

“Sto lavorando ad un nuovo progetto”: sarà una primavera di grandi novità per Vincenzo Giannone

Ciao Vincenzo, cominciamo con qualche curiosità per i nostri lettori. Innanzitutto di cosa ti occupi? Qual’è la tua formazione e quale sarebbe il tuo più grande sogno nel cassetto?
Io mi occupo non solo di regia ma anche di sceneggiatura, montaggio, recitazione, direzione della fotografia, sono una sorta di “tutto fare”; questa capacità che ho di spaziare nelle varie discipline del cinema non sempre viene considerata una cosa ‘buona e giusta’ in quanto il cinema è molto settoriale, ma i grandi registi come Giuseppe Tornatore mi hanno consigliato di imparare a fare tutto.

Ho iniziato il mio percorso artistico in un laboratorio di recitazione per un progetto scolastico, poi mi sono iscritto al teatro ridotto di Salerno per un corso di recitazione musical diretto da Gaetano Stella, poi l’anno successivo mi sono iscritto all’accademia del musical di Baronissi sempre gestita da Gaetano Stella.

In 4 anni di accademia ho fatto spettacoli con professionisti e stage di musical di altissimo livello con Manuel Frattini (che ad ottobre ci ha lasciato), Andrea Verzicco, Lena Biolcati, Silvia di Stefano, Stefano D’orazio (il batterista dei Pooh) poi uno stage di living theatre con Gary Bracket (allievo di Judith Malina, Julian Beck), e una serie di rivisitazioni storiche con Sebastiano Somma. Ricordo anche gli anni passati al Giffoni Film Festival e delle masterclass fatte e dei tanti volti dello spettacolo conosciuti, da Vittorio Storaro a Sergio Castellitto.

Dopo queste esperienze mi sono deciso a partecipare ai primi stage di recitazione a Roma, tra cui quello di Francesco Apolloni e Volfango de Biasi; da là mi sono iscritto ad un’Accademia di cinema e contemporaneamente ad un corso di recitazione del teatro Elettra diretto da Alberto Buccolini, Giorgia Serrao e Carla Corsi.

La doppia esperienza recitativa tra teatro e cinema mi ha regalato grandi emozioni, per la regia sono un autodidatta.

Il mio sogno nel cassetto è quello di diventare un’artista completo e dare emozioni al mio pubblico; poi c’è una parte di questo sogno che è la mia missione: poter creare una mia casa di produzione e dare lavoro a più perone possibili e infine…Il più grande sogno, quello di vincere l’Oscar.

Lo scorso autunno ti abbiamo visto nell’organizzazione di un festival di cinema in Campania. Di che Festival si trattava? Ce ne parli brevemente?
Il Picentia Short film festival è un festival di cortometraggi internazionale organizzato da noi ragazzi di un piccolo paese della Campania, ogni anno l’evento diventa sempre più importante e ha un ‘parterre di ospiti di prestigio. Il Picentia vede la collaborazione di altri festival tra cui: L’Ariano international film festival, Corto e a Capo di Venticano, Tulipani di seta nera di Roma, World film fair di New york, il festival di jaipur in India e altri festival che collaborano con noi. Ogni anno diventa sempre più difficile perchè le risorse sono poche e le attività aumentano, dallo scorso anno abbiamo aggiunto anche le masterclass. La forza di questo evento è la compattezza di un team molto professionale, questo è il quarto anno e abbiamo aggiunto la sezione Green in collaborazione con Legambiente, le sezioni di concorso sono: Horror & Thriller, Drama & Social, Comedy & Comic, Past & Future, Docs & Discovery, Green & Nature e Music & Videos. Per me e per tutto lo staff è stato un onore avere come nostri ospiti giornalisti e uffici stampa affermati nonchè attori già conosciuti a Los Angeles come Roberto Luigi Mauri e ancora coautori di libri e speaker radiofonici come Mauro Stroppa.

Due anni fa l’attore, regista Francesco Apolloni ha definito questo festival come un festival familiare perché chiunque partecipa si sente a casa, si sente in una famiglia per il calore umano che oggi altrove un pò manca; questo festival lo ha invece riscoperto con la sua grandezza e al contempo semplicità.

Dimenticavo: i vincitori andranno al World film fair di New York e sul Morandini di cinema; è dunque un festival che offre tante possibilità.

Abbiamo saputo che attualmente stai lavorando ad un nuovo progetto. Cosa ci puoi anticipare al riguardo?
Si, sto lavorando ad un cortometraggio che ha un tema molto attuale, noi attori, registi, sceneggiatori, tecnici del settore cinema e teatro non siamo valorizzati come dovremmo, lo Stato non ci tutela e rischiamo di non avere una pensione…Sembra assurdo, infatti il mio nuovo progetto è una sorta di inno alla valorizzazione dei mestieri artistico/culturali.

Il titolo del cortometraggio è Al dì là di tutto, cioè al dì la di tutto quello che non ci viene riconosciuto noi lottiamo e intratteniamo il pubblico cercando di far lasciare loro i problemi a casa e di farlo riflettere quando è possibile. Tutti coloro che stanno al potere parlano di arte e cultura ed io spesso mi chiedo se sanno davvero cosa significano queste parole. Il corto è un’opera che ha una sfumatura politica e di riflessione. Essendo una docu-fiction ha in se un cortometraggio e due documentari che danno l’inizio e la fine all’opera. L’idea non parte solo da me ma anche da Maria Spinicchia per gli amici Mascia. Il cast e’ di due tipologie: quello della parte cortometraggio (Mascia Spinicchia, Valerio Ricci, Eva Sgalia) e quello della parte documentario (Cristina De Felici, Roberto Luigi Mauri, Felice Modica, Luca Iervolino, Antonio Moscatiello, Manuel Stabile, Marcello D’ambrosio e tanti altri). Vanta la collaborazione di Tecnofilm due di Alessandro Perrella (diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia  nel biennio 1967-69, è stato assistente di R.Rossellini, di L. Visconti e di numerosi altri registi.) e della Terrazza (associazione cinematografica) mentre la produzione è dell’associazione di produzione cinematografica indipendente ACT Production.

Roberta Nardi

Caso CORONAVIRUS SLITTA LA PROIEZIONE DEL FILM I.H.D. AL NORD ITALIA

Per arginare il contagio da Coronavirus, in Lombardia, Veneto,Piemonte,Emilia è

entrata in vigore l’ordinanza che prevede la chiusura delle sale cinematografiche .
Sono diversi i film che avrebbero dovuto arrivare in sala nelle prossime settimane,
tra cui Io Ho Denunciato, le proiezioni per il momento sono state rinviate.
Il produttore cinematografico di CinemaSet Antonio Chiaramonte ha confermato
“che in questo momento è tutto in discussione, le sale cinematografiche chiudono e
le proiezioni sono rimandate a data da destinarsi, mi auguro il prima possibile. In
questo momento siamo nelle mani dei medici professionisti e dobbiamo essere
fiduciosi, sono certo che presto tutto rientrerà e che avremo un vaccino, le notizie
che arrivano sono almeno rassicuranti. Per il momento rimangono confermate le
nostre proiezioni del film Io Ho Denunciato al centro e al sud Italia, isole comprese ,
il 21 e il 23 Marzo saremo a Randazzo e Lentini con oltre 1500 studenti che si sono
già prenotati. “
D’altronde le autorità sottolineano che è prevista la sospensione di manifestazioni o
iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o
privato, anche di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se svolti in
luoghi chiusi aperti al pubblico; la sospensione dei servizi educativi dell'infanzia e
delle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle attività scolastiche
e di formazione superiore, corsi professionali, master, corsi per le professioni
sanitarie e università per gli anziani ad esclusione degli specializzandi e tirocinanti
delle professioni sanitarie, con esclusione delle attività formative svolte a distanza;
la sospensione dei servizi di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e
luoghi della cultura.

Incentivare la cultura attraverso le immagini e la passione per le professioni legate all’industria dell’audiovisivo

4S7A8097Per incentivare la cultura della legalità attraverso le immagini e la passione per le professioni legate all’industria dell’audiovisivo, la casa cinematografica CinemaSet di Antonio Chiaramonte ha lanciato una serie di opere cinematografiche rivolte alle scuole.

L’iniziativa è già partita con la proiezione del film Io Ho Denunciato scritto da Paolo De Chiara e coaudiuvato dall’avvocato Enzo Guarnera e diretto dal regista Gabriel Cash che sta ricevendo consensi in tutte le parti d’Italia. Come dicevamo prima, l’inizio di queste serie cinematografiche rientrano nell’ambito di un Piano Nazionale Cinema per la Scuola grazie anche alla rassegna nazionale “Da Sempre, piu’ di Prima “ promossa dall’avvocato Enzo Guarnera  e da vari enti istituzionali insieme ad  associazioni di volontariato del territorio   consiste in un ricco programma di film sulla cultura della legalità  per avviare confronti e dibattiti su varie tematiche a carattere sociale. La casa cinematografica CinemaSet ha  selezionato per il 2020 le seguenti tematiche : criminalità organizzata e  femminicidio.

16128542-10207389650648989-770628145-n_orig

Una delle forme artistiche più influenti del nostro tempo è il cinema – cosi esordisce il produttore cinematografico Antonio Chiaramonte – la creazione di un mondo migliore inizia con una cittadinanza informata e non c’è forma di comunicazione più universale dell’immagine. Io ho sempre considerato i film un potente strumento per aumentare la consapevolezza dei problemi importanti non trattati correttamente dai mezzi di informazione. L’obiettivo è quello di fornire ai ragazzi le informazioni e le prospettive indispensabili per la creazione di una società più giusta, sostenibile e democratica. E’ fondamentale costruire una speranza ai giovani ed è per questo motivo che ho iniziato a produrre film a tema educativo, formativo e scolastico.“

Non è un caso infatti che l’ultimo film prodotto da Antonio Chiaramonte “Io Ho Denunciato” ha riscosso tantissimo successo tra i giovani studenti, la cinegiornalistica italiana lo ha definito uno dei film più efficaci della storia cinematografica a favore della legalità.

“Una storia per il cinema” Piccole e grandi storie per il piccolo e grande schermo

Il concorso “Una storia per il cinema” ha aperto il 1 Febbraio le iscrizioni per la seconda edizione. Promosso da venetArt associazione culturale, in collaborazione con la produzione cinematografica Halley Pictures,  si pone l’obiettivo di essere, l’unione tra due meravigliosi mondi, quello editoriale e quello dell’audiovisivo.

Verrà data l’opportunità ad ogni autore di iscrivere la propria opera, che sia essa edita o inedita, un racconto o una sceneggiatura. L’importante è che la storia proposta sia bella e adatta a una trasposizione cinematografica o seriale per il web. Saranno dei professionisti dei due mondi , supportati da un comitato di lettori a decretare i vincitori e a decidere quale di essi è più adatto a diventare un film o una serie web. Quest’anno  Una Storia per il Cinema ha ottenuto il patrocinio di RASI, rete artisti spettacolo per l’innovazione, organizzazione che si occupa prevalentemente dell’attività di amministrazione ed intermediazione dei diritti connessi al diritto d’autore.

La scorsa edizione i premi sono stati a assegnati a Elio Forcella con “Cani si strada” che ha vinto il primo premio, ovvero la realizzazione del film lungometraggio le cui riprese inizieranno agli inizi di Marzo con la regia di Gianni Leacche. Il secondo premio è stato assegnato a Fabio Graffiedi per “Annunziata” che ha vinto il secondo premio, un cortometraggio che si girerà in primavera, mentre il terzo premio, ovvero la realizzazione del book trailer, è stato assegnato a Loredana La Puma per “I Giardini dell’altrove”.

Per la seconda edizione il concorso ha voluto allargare gli orizzonti e assegnare un premio in più. Sono previsti infatti quattro premi importanti, che coniugano maggiormente la letteratura con il cinema: Il primo premio è la realizzazione del film o web serie, il secondo è la realizzazione del cortometraggio o book trailer, il terzo premio sarà la stesura di una sceneggiatura tratta dal libro, e il quarto premio sarà un corso di sceneggiatura.


L’obiettivo è cercare di dare una risposta alla grande richiesta di storie significative, sempre più pressante da parte del mercato audiovisivo, cercando di costituire un ponte tra i due mondi, quel collegamento che purtroppo manca tra chi domanda e chi offre.  Il premio è riservato a opere inedite e edite e il genere non è discriminante.

È concessa anche la partecipazione direttamente alle case editrici, nella stragrande maggioranza escluse da ogni tipo di rapporto con gli operatori del settore visivo, le quali possono partecipare con volumi di loro pubblicazione, garantendo ovviamente l’autorizzazione alla partecipazione da parte dell’autore. L’iscrizione al Concorso, comprendente l’invio delle opere, dovrà essere completata entro il 30 settembre di quest’anno, salvo proroghe.

Per informazioni: https://www.unastoriaperilcinema.it/
info cell 3496285600 dalle 11 alle 13

LEONARDO DICAPRIO AGLI INIZI DELLA CARRIERA: “ERO UN BREAKDANCER CON DEI CAPELLI ASSURDI, MI RIFIUTAVANO”

La star di C’era una volta a… Hollywood è stato intervistato con il regista Quentin Tarantino dal Los Angeles Times e la co-star Brad Pitt e i tre hanno parlato dei loro primi passi nel mondo dello spettacolo. Leonardo DiCaprio ha spiegato di essersi trasferito a Los Angeles perché sua madre sognava di vivere vicino a Venice Beach e non nel Bronx. L’attore è così andato a vivere in un appartamento vicino a dove Martin Scorsese ha girato le scene in interni di Mean Streets nel 1973. Il premio Oscar ha quindi proseguito: “Poi ci siamo trasferiti a Silver Lake e io imploravo i miei genitori di farmi andare a scuola alla Westside perché volevo partecipare alle audizioni. Ma continuavo a venir rifiutato dagli agenti. Penso a causa del fatto che fossi un breakdancer e avessi dei tagli di capelli folli…“. Pitt ha quindi dichiarato divertito che vorrebbe vedere i video del suo passato da ballerino: “In VHS ovviamente. Devo vederli. Abbiamo bisogno di una serata film“.

Brad Pitt sull’inizio della sua carriera: “Avevo una battuta in Dallas, ma non la ricordo”

Leonardo ha inoltre ammesso di aver recitato in 21 Jump Street, ma di non ricordare se aveva qualche scena con Johnny Depp: “Sì, davvero. Non mi ricordo nulla!“. Parlando della città di Los Angeles, la star ha quindi aggiunto: “In questi film creiamo qualcosa di permanente e viene trasformato in celluloide ed è ciò con cui viviamo. Tutto il resto semplicemente evapora e scompare. Los Angeles si evolve in modo costante e cambia. Ed è per questo che i film sono così coinvolgenti“.

fonte: https://movieplayer.it/news/leonardo-dicaprio-inizi-carriera-breakdancer-capelli-mi-rifiutavano_75504/

 

Paola Cortellesi e Valerio Mastandrea presentano “FIGLI” all’Uci Cinema di Parco Leonardo

Comunicato Stampa

Sabato 25 gennaio alle ore 20:00 presso l’UCI Cinemas di Parco Leonardo, si terrà l’evento con red carpet e photo call per la proiezione con cast del film “ Figli ” alla presenza degli attori Paola Cortellesi e Valerio Mastandrea , che verranno accolti dal padrone di casa Edoardo Francesco Caltagirone.

Ad arricchire il parterre della serata numerosi altri ospiti “vip” invitati da Antonio Flamini e Marzia Caltagirone.

A seguire , la lista dei nominativi Vip confermati e la trama del film.

LISTA VIP CONFERMATI :

ALONGI SALVATORE produttore
AMATO GIORGIO regista
ANDREUCCI ROBERTO produttore-attore
BARGILLI ADELE costumista
BENEDETTI GIADA attrice
BETA ROBERTA opinionista tv
BONELLI ELENA cantante
BORIONI SIMONA attrice
BRUSCOLI SOFIA modella
BUZZANCA MASSIMILIANO attore
CLAUDIO CANNIZZAROregista-produttore
CEPRAGA KRISTINA attrice
CICOLANI ROSARIA agente
CIGARINI STEFANO Cinecittà World
CURTI GIANLUCA produttore
DE SOUSA MARIA attrice-modella
D’ERRICO VALTER attore-produttore
DESIDERI STEFANO calciatore
DI MEO METIS conduttrice RAI
FALDUTO ANTONIO regista
FOTI MARCELLO Centro Sperimentale
GIALLONARDO CHIARA conduttrice RAI
IVONE ELEONORA/LONGONI ANGELO attrice/regista
LAVINI PAOLA attrice
LOFFREDO CINZIA agente
MANCILLA SILENA modella
MARCONI ERIKA attrice
MARTELLA LUCA attore
MASCIARELLI STEFANO attore
NAZZARI MARIA GRAZIA attrice
PACCHIAROTTI PIERO Tour Film Festival
PARTEXANO ALEX attore
PETIX ROSARIOattore
PEZZI MARIO produttore
PONDI ALESSANDRO regista
PRATI PAMELA attrice
REY CAROLINA attrice-conduttrice-cantante
SALEH KASSIM YASSIM regista
SQUIZZATO LAURA conduttrice RAI
SQUIZZATO SILVIA conduttrice RAI
STARA LUCIA attrice
STILO SABINA conduttrice RAI
STORARO GIOVANNI produttore
TODARO GIULIA attrice
VILLORESI CYPRAEA ballerina

TRAMA:

Figli, il film diretto da Giuseppe Bonito, racconta la storia di Nicola (Valerio Mastandrea) e Sara (Paola Cortellesi), una coppia innamorata e felice. Sposati da tempo, hanno una figlia di sei anni e una vita che scorre senza intoppi. Ma quella che era iniziata come una dolce fiaba romantica si trasforma in un vero incubo con l’arrivo di Pietro, il secondo figlio della coppia. Quella che sembrava una perfetta famiglia media inizia a mostrare i primi squilibri e i due coniugi si ritroveranno a scontrarsi con l’imprevedibile. Iniziano così a emergere vecchi rancori, insoddisfazioni che non riescono più a essere celate e ogni minimo disaccordo sembra essere motivo di litigio.
Anche gli amici della coppia mostreranno l’instabilità che sembra innestare la crescita di uno o più figli, soprattutto se non si è più ventenni. L’unica salvezza sembra essere una babysitter, ma la ricerca è ardua e trovare una che faccia al caso loro sembra un’impresa titanica.
Tra bimbi che piangono, lavatrici, urla e faccende domestiche accumulate, Sara e Nicola riusciranno a superare la crisi generata dalla nascita del loro secondogenito?

Leonardo DiCaprio e Robert De Niro nel prossimo film di Martin Scorsese

Dopo tanti rumors arriva la conferma ufficiale. Robert De Niro e Leonardo DiCaprio saranno i protagonisti del nuovo film di Martin Scorsese “Killers of the Flower Moon”. E’ la prima volta che i due attori recitano insieme per il regista, fatta eccezione per il cortometraggio “The Audition”. Ad annunciare la reunion sono stati i diretti interessati ai “Sag Awards”.

Arturo Salvatore Di Caprio (13)

De Niro e DiCaprio sono gli attori preferiti di Scorsese, che li ha voluti fortemente in questo nuovo progetto.

La pellicola, tratta dal best-seller del 2017 di David Grann, racconta la storia degli omicidi Osage degli Anni 20, quando diversi nativi americani della nazione Osage furono uccisi dopo che furono scoperti depositi di petrolio sotto la loro terra dell’Oklahoma.

Scorsese inizierà le riprese in Oklahoma in primavera, la sceneggiatura è affidata a Eric Roth che ha lavorato in “A Star Is Born” e “Forrest Gump”

 

Pop Black Posta sbarca oggi a Venezia

Dopo il successo ottenuto nella “sua” Verona, Pop Black Posta arriva oggi, Venerdì 25 Ottobre 2019, a Venezia presso la Multisala Rossini, alla presenza del regista Marco Pollini e dell’attore co-protagonista Alessandro Bressanello.

Con un ricco cast costituito da Antonia Truppo, Denny Mendez, Annalisa Favetti, Stefano Ambrogi, Enzo Garramone, Alessandro Bressanello, Hassani Shapi, Aaron T. Maccarthy, Pino Ammendola, Luca Lobina, Noemi Maria Cognigni e Luca Romano, Pop Black Posta è un film di genere thriller che racconta quali estreme conseguenze possono scaturire da atti ripetuti di bullismo subiti in età scolastica.

Sinossi:

Alessia è un’impiegata di una piccola posta di provincia che, in un giorno qualunque, prende in ostaggio cinque persone e le obbliga a confessare vari crimini commessi. I cinque, un pastore di una chiesa evangelica, una latino-americana, un ragazzo del Sudan, una bionda elegante e un signore grasso apparentemente tecnologico, dovranno difendersi da loro stessi e dagli errori compiuti, cercando di sopravvivere e di compiacere Alessia, che, nella sua follia, è pronta ad ucciderli per vendicare il proprio passato.

Presso la Multisala Rossini, il film verrà anche replicato Martedì 29 Ottobre 2019.

A questo link è possibile visionare il trailer:

Di seguito alcuni Partner che hanno collaborato  al film POP BLACK POSTA: Phonopress, Finstral , SicurItalia, Vimar, Signor Peperoncino,  Zorzi, Leader Form/Extreme printing, Residence All’Adige, Agec, Verona Film Commission, Fondazione Arena di Verona,  Mibac, Regione Veneto, Comune di Verona, Regione Lazio, Reel One, Sud Sound Studios.