Bastano 3112 metri alla nuova supercar da 1500 Cv guidata da Juan Pablo Montoya


Trentadue secondi e 60 centesimi: è il tempo impiegato dalla nuova Bugatti Chiron per stabilire ufficialmente il nuovo record nell’accelerazione da 0 a 400 chilometri all’ora, un “balzo” davvero mostruoso se si pensa che gli aerei di linea decollano ad una velocità compresa tra 250 e 300 km/h.
A stabilire questo nuovo primato è stato l’ex pilota di Formula 1 Juan-Pablo Montoya, uno dei pochi in grado di intervenire con la dovuta energia sul pedale del freno (è avvenuto a 0,8 secondi dal raggiungimento dei 400 km/h) per arrestare la Chiron diventata un vero “proiettile” sull’asfalto.
La prestazione della berlinetta Bugatti – che utilizza un motore W16 8.0 da 1.500 Cv – è stata ottenuta sulla pista tedesca di Erha-Lessien, in Bassa Sassonia, alla presenza di un team dell’ente di certificazione SGS Tuv Saar che ha rilevato i dati della prova di accelerazione per ufficializzare il record.
Nella Chiron la velocità massima è limitata elettronicamente a 380 km/h e per superare questo valore – condizione indispensabile per ottenere il primato di 32″6 – Montoya, come un qualsiasi (ricchissimo) proprietario di questo modello Bugatti ha dovuto attivare una seconda chiave nell’apposito alloggiamento sul tunnel centrale in modo da spostare i parametri che permettono di arrivare a 420 km/h, limite a sua volta gestito elettronicamente.