Intervista a Chiara Iannone fotomodella della nuova generazione

Che rapporto hai con la bellezza?
Penso che la bellezza sia molto soggettiva. Non mi reputo bella ma particolare.

Quant’è importante per te il successo?
Abbastanza… Mi piacerebbe molto essere riconosciuta per quello che amo fare.

Da piccola come eri?
Sono sempre stata un “personaggio” e un po’ maschiaccio.

Che rapporto hai con la moda?
Studio fashion design quindi ho a che fare con la moda ma io vado sempre controcorrente. Non amo seguire la massa.

Nelle conversazioni sei sempre diretta?
Dipende con chi dialogo. Sicuramente sono sincera ma ci son modi e modi di dire le cose.

Che ruolo ti piacerebbe recitare nel cinema?
Mi piacerebbe recitare come protagonista in un film drammatico o anche fare la cattiva in un film tipo i personaggi di Batman. Poison Ivy, Harley Quinn, Joker… Insomma personaggi complessi e interessanti.

C’è un ideale di donna a cui vorresti somigliare?
In realtà no. Di donne belle e interessanti ce ne sono un’infinità ma trovo che la cosa migliore sia essere se stessi.

Grande successo per la masterclass di Federico Leone all’Affinity Caffè di Grosseto

Il barman e global brand ambassador Federico Leone è stato protagonista ieri 11 ottobre di una masterclass gratuita all’Affinity Caffè di Grosseto e in tale occasione è stato presentato il VII Hills Italian Dry Gin.

Grosseto si è posto al centro del buon bere di qualità, ieri, venerdì 11 ottobre grazie al barman e giramondo romano Federico Leone, global brand ambassador del VII Hills Italian Dry Gin.

Un “viaggio” per parlare del Bel Paese, delle nostre tradizioni, abitudini e passioni, che nel 2014 si trasformano in un coraggioso progetto: riportare nella nostra cultura il Gin, con un sapore tutto italiano, quello del VII Hills Italian Dry Gin.

Alle ore 14:00 Leone ha tenuto una masterclass a ingresso gratuito fino a esaurimento posti, presso l’Affinity Cafè di Grosseto (strada Garibaldi, 16 – per prenotazioni tel. 0564071883, 3392504427, bar.affinity@gmail.com), una lezione-degustazione che ha raccontato l’eccellenza del gin italiano VII Hills, ispirato fin dal nome dalla città di Roma e dai suoi Sette Colli.

Si è fatto il punto sull’etica, estetica e modalità della convivialità moderna, del rito dell’aperitivo, delle eccellenze italiane e sono stati trattati, nello specifico, le composizioni del gin in questione, le botaniche utilizzate, la storia del gin italiano e le tradizioni del Made in Italy, ricordando il Centenario del Negroni, vanto del beverage italiano nel mondo. Il tutto gustando VII Hills Gin, prodotto a Moncalieri usando botaniche e materie prime quali melograno e camomilla romana, bilanciate dalla freschezza terrosa del sedano e distillate con Vacuum Pot Still a basse temperature.

Federico Leone, in veste di special guest dalle 22:00 ha poi proposto drink signature realizzati apposta per la serata, a base VII Hills Gin, dai classici alle rivisitazioni, alle invenzioni stesse del bartender romano, che si divide tra Roma, Rio De Janeiro e Formentera, dopo diciotto anni passati dietro il bancone del bar.

Ufficio Stampa
Carlo Dutto
cell. 348 0646089
carlodutto@hotmail.it

A metà ottobre online le pagine ufficiali di Acqua Roma: Maria Teresa Guadagno racconterà il suo “disegno dal vero”.

Stile, creatività, disegno. Dal vero. Da inizio 2019 nella Capitale si sente parlare di Maria Teresa Guadagno; l’abbiamo vista quasi tutti i lunedì in locali come il Don Giovanni, Via Emanuele Filiberto 110, coordinare gruppi di persone, artisti, appassionati intorno al “lavoro” del disegno dal vero con modella/o. Questa attività è ricominciata proprio lunedì 7 ottobre.

Se disegnare dal vero delle forme statiche come ad esempio vasi o anfore è molto istruttivo ed utile per il percorso professionale di disegnatore e pittore, sarà nel disegno della modella che si riusciranno ad ottenere le soddisfazioni maggiori.

La possibilità di lavorare con pose che cambiano continuamente e con punti di vista differenti permette, infatti, di affrontare problematiche sempre nuove e di maggior difficoltà. Tutto questo si traduce con il tempo in una vera e propria evoluzione dell’intelligenza visiva, capace di tradurre sulla carta la realtà.

Della carriera artistica e dei prossimi progetti di Maria Teresa Guadagno parleremo in articoli e interviste in uscita da fine mese. Per il momento ci ha svelato che fra pochi giorni vedremo online la sua nuova pagina Facebook e poi si passerà ad instagram. Vi ricordiamo che il 14 Ottobre avrà luogo il prossimo appuntamento del Disegno Dal Vero al Don Giovanni.

Botanic Trend Setter: Le magiche atmosfere del matrimonio perfetto.

Botanic Trend Setter: Le magiche atmosfere del matrimonio perfetto.

Domenica 13 ottobre 2019 dalle ore 16.00 alle ore 22.00, l’incantevole Villa di Fiorano – storica dimora disegnata dall’Architetto Buzzi, oggi di proprietà di Albiera, Allegra ed Alessia Antinori, immersa in 4 ettari di giardino adiacente al Parco Archeologico dell’Appia Antica – sarà teatro del suggestivo Botanic Trend Setter, evento proposto da Blumé Event Consultants che manderà in scena una coinvolgente ed immersiva esperienza nel meraviglioso mondo del wedding.

Proprio in questo periodo dell’anno le giovani coppie iniziano a programmare l’organizzazione del loro matrimonio per la prossima stagione – afferma la make up artist Michela Mele ed abbiamo voluto offrire loro una panoramica sulle infinite possibilità di progettazione, sulle diverse interpretazioni tematiche, cromatiche, stagionali e floreali, che possiamo offrire ai prossimi sposi, collaborando con i più autorevoli professionisti del panorama wedding capitolino, sicuri della forza di un team di provata esperienza”.

La famosa Wedding Planner & Event Designer Barbara Vissani curerà la regia dell’evento, coordinando i vari partner da esperta direttrice d’orchestra, facendo emergere, con un effetto scenico di eleganza assoluta, la coralità di un lavoro di gruppo in cui tutti i professionisti coinvolti esprimeranno il meglio delle loro potenzialità, per coinvolgere i futuri sposi nell’atmosfera di un matrimonio da sogno.

Villa di Fiorano, che con il recente restauro ha riacquistato il fascino ed i colori tanto amati dal Principe Boncompagni Ludovisi, con l’abbeveratoio del ‘700 che trasporta le sue acque in una grande piscina ed il verde rigoglioso dei grandi spazi del suggestivo giardino, che lascia estasiato ogni visitatore, si presta mirabilmente ad accogliere le incantevoli scenografie matrimoniali in cui l’elemento botanico assumerà il ruolo di assoluto protagonista.

La ricerca delle tendenze più attuali e coinvolgenti sarà il delicato fil rouge che legherà, con grande gusto, i diversi elementi decorativi, con abbinamenti che esalteranno la creatività di preziose composizioni floreali, declinate nelle sfumature cromatiche che, dal rosa intenso al rosa cipria, virano sulle delicate sfumature del glicine. Spettacolari realizzazioni che si staglieranno sul verde, ora intenso, ora delicato, dell’elemento vegetale, interpretato da foglie di diversissime specie, a comporre una leggiadra armonia che decorerà con coerenza tutti gli elementi del giorno più bello, dall’altare al tableau fino alla tavola, impreziosita da elegantissime mise en place proposte in moltissimi, diversi temi capaci di soddisfare, con stile, ogni esigenza, per accogliere i propri ospiti con sfiziosi menu che tengano conto di ogni ogni tipo di gusto.

Mentre gli uomini ammireranno i tight e gli smoking proposti dalla Maison Carosi, immaginandosi elegantissimi ad attendere la loro sposa sull’altare, vestita da La Vie En Blanc Atelier che presenta per l’occasione abiti sognanti, in preziosi tessuti, morbidi e voluminosi e dai cromatismi in tema, che vestiranno eteree modelle, interpreti del ruolo della protagonista assoluta del wedding day nei sogni delle tantissime bride to be attese all’evento.

Accompagnate da delicate armonie musicali, dopo aver ammirato l’arte calligrafica di SM Eventi, il massimo dell’eleganza per realizzare inviti e partecipazioni unici, le future spose saranno protagoniste di “Crea il Tuo bouquet” un coinvolgente incontro con i floral designer dell’evento in cui, sotto lo sguardo attento di Barbara Vissani, apprenderanno come creare e personalizzare il bouquet floreale che sognano di portare all’altare. Aiutate dai grandi professionisti del settore, creeranno la composizione che rappresenta la loro personalità interpretando, con coerenza stilistica, l’eleganza dell’abito e la luminosità della loro bellezza, esaltata attraverso un trucco di grande effetto scenico grazie a preziosi suggerimenti pratici di Michela Mele.

La Make Up Artist suggerirà alcune rapide soluzioni per un perfetto Touch-up, capace di regalare un risultato elegante, intervenendo velocemente per mantenere intatta la loro bellezza durante la giornata più importante. Sarà come avere accanto una professionista della bellezza per tutto il giorno del matrimonio portando in borsetta i suoi preziosi segreti professionali.

Le mete più esotiche per una indimenticabile luna di miele, le liste di nozze più preziose da proporre ai propri ospiti, fino ad arrivare agli emozionanti spettacoli pirotecnici, da proporre durante il taglio della scenografica wedding cake. I futuri sposi apprenderanno, grazie ai professionisti di Botanic Trend Setter, come curare ogni dettaglio, per rendere perfetto il fatidico giorno del loro “Sì”.

Partner dell’Evento:

Michela Mele Studio Immagine & Make up

SM Eventi

VDImage Fotografia

Alessandro Zingone

Jumbo Gumbo

Everglades

Augusto Manzone

Natalia Cake Designer

Rita Cusinelli Liste di Nozze

Stefano Corsi Pirotecnica

Ghisu Luxury Rent

Magnolia Eventi Catering

r.s.v.p.

info@blumeweddings.com

BOTANIC TREND SETTER

Villa di Fiorano – Via Appia Antica, 400 Roma

Monica Gabetta Tosetti all’International Tour Film Festival 2019: sarà presente alla serata conclusiva e vestirà l’attore e presentatore Roberto Luigi Mauri

Dal 9 al 13 ottobre a Civitavecchia si terrà la tappa conclusiva dell’VIII° Edizione. La nota stilista e marketing manager di Como Monica Gabetta Tosetti sarà presente alla serata finale del Festival e vestirà l’attore e presentatore della giornata conclusiva appunto, Roberto Luigi Mauri.

L’VIII° Edizione dell’International Tour Film Festival – di cui si è tenuta lo scorso 3 ottobre a Roma la conferenza stampa di apertura – si svolgerà presso la Cittadella della Musica a Civitavecchia, in via Gabriele D’Annunzio, 2.

Quest’anno si contano ben 3600 opere iscritte da 110 nazioni, come ha evidenziato Piero Pacchiarotti il Presidente dell’ITFF; esattamente il doppio rispetto alla passata edizione. Numeri davvero sorprendenti per non parlare delle peculiarità della kermesse: 7 sezioni in gara di cui 2 riservate ai giovani ed un “vincente assoluto” (premio della critica); in programma 2 workshop, presentazioni di libri a tema, un meeting sulla costituzione e moltissimo altro che troverete dettagliato sul sito ufficiale del Festival: www.internationaltourfilmfest.it/

La madrina della manifestazione sarà Ester Vinci, affascinante e poliedrica attrice di numerose fiction tra cui Squadra Antimafia; l’edizione corrente è introdotta nella prima serata da Simone Gallo ed Anastasia Vasilyeva e si chiude invece con la conduzione dell’attore Roberto Luigi Mauri ed Elisa Tassi.

Il film d’apertura è Il Signor Diavolo, opera ultima di Pupi Avati che vede fra gli attori Andrea Roncato che sarà premiato per i suoi 40 anni di carriera. Gli altri premi della serata saranno il Fashion Award a Daniela Poggi e lo Special Award allo Chef Bruno Brunori.

Infine chiusura domenica 13 con la premiazione di tutte le opere vincenti per ogni sezione e la consegna dell’ ITFF Career Award a Gennaro Cannavacciuolo.

Durante questi 5 giorni, con orario continuato dalle 15 alle 24 si alterneranno tantissime manifestazioni collaterali come presentazione di libri, mostre fotografiche, workshop, meeting che vedranno la presenza di numerosi artisti.

Il fantasma nel cielo di Carlotta Tempestini, ecco come si presenta la Pole Dancer italina

Com’ è la tua vita quotidiana fuori dallo sport?
Nella mia vita quotidiana mi piace fare cose tranquille, quando non ho allenamenti o spettacoli uso il mio tempo libero per rilassarmi, ricaricare il mio corpo,stare con la mia famiglia e gli amici più cari.Non mi piace stancarmi al di fuori degli allenamenti… Nella vita di tutti i giorni poso spesso per fotografi come secondo lavoro, poi devo occuparmi dei costumi per i miei spettacoli e di ripassare le coreografie… di tempo libero mi rimane poco. Comunque la pole per me non è uno sport .. ma un elemento artistico che aggiungo ai miei
show

 Carlotta Tempestini
Carlotta Tempestini

Oggi guardandoti allo specchio come ti definisci?
una giovane donna… con un corpo tonico modellato dall’ attività fisica, a mio agio col mio corpo del quale
non cambierei nulla, non perché sia perfetto ma a me va bene così

Ci racconti tutto dall’ inizio come ti sei avvicinata a questo sport?
Ho iniziato con danza classica e moderna poi ho aggiunto tessuti aerei. Tre anni fa il mio insegnante di aerea portò me e altri ragazzi a Italia s got talent e lì ho conosciuto un’ istruttrice che mi ha invitata a provare e ha detto che sono portata e dovevo assolutamente iniziare

Tu ti senti bella?
sinceramente sì.. mi sento bella e anche molto fortunata per ciò che la vita mi ha dato. col passare degli anni ho imparato a apprezzarmi sempre di più e a ignorare chi magari mi dice che sembro ingrassata, non ho le tette o altro… quando le critiche sanno d’ invidia poi valgono quasi più dei
complimenti

Cosa significa per te essere bella?
la bellezza è soggettiva.. ognuna ha il suo punto di forza… tutto sta nel trovarlo e valorizzarlo. molto importante secondo me è avere una bella postura. Per quanto riguarda la linea a me non piacciono ragazze troppo magre ma giuste. Comunque tutte possono essere belle magari anche una ragazza in carne, per esempio può avere uno sguardo magnetico e occhi stupendi che un’ altra non ha.

Quali sono le tue aspirazioni future?
Mi piacerebbe avere un agente che mi organizzi ancora più trasferte all’estero di adesso. sono già stata in varie parti di Europa con la tribute ufficiale italiana di Katy Perry in cui lavoro come ballerina ma mi piacerebbe andare anche fuori dall’ Europa

poi mi piacerebbe avere qualche esperienza valida di recitazione, magari interpretando una ballerina o una poler. Poi adoro fare i video musicali ne ho già fatti alcuni e mi piacerebbe farne altri

Ci sono stati momenti scoraggianti in cui stavi per mollare tutto?
a volte sembra tutto difficile… ci sono persone che mi hanno ingaggiata per qualcosa e poi era una truffa, ci sono persone che mi consigliano di smettere perché così ho troppo poco tempo lobero, chi critica il mio stile e chi ce la mette tutta per farmi sentire inferiore. La soluzione è mettere da parte cose o persone negative come se non esistessero. Mi è successo anche di fare un’ esibizione non perfetta come avrei voluto… L’ importante è capire l ‘ errore e mai mollare. Le cose da mollare sono i lavori che non danno soddisfazione e le persone negative. Per quanto riguarda la pole nello specifico sono 3 anni che la pratico e non ho mai pensato di mollarla e non l’ ho mai vissuta come una competizione di campionati mondiali, la uso solo come aggiunta nei miei spettacoli…forse farò dei campionati più avanti ma per ora faccio
solamente la show girl.

E’ necessario integrare la pole con qualche altra attività tipo la corsa o la palestra?
La corsa secondo me assolutamente no… la corsa serve a bruciare calorie… per la pole ci interessa aumentare forza muscolare e flessibilità… quindi sì alla palestra anche se io personalmente preferisco addominali glutei e flessioni a corpo libero. Gli esercizi di flessibilità per spaccate e schiena sono fondamentali per fare belle figure. Sarebbe da integrare danza per la grazia e le linee

Quali sono le ragioni per cui una donna dovrebbe avvicinarsi alla pole dance?
Dipende… ci sono più possibilità. dipende dall’ obiettivo che hanno le donne in questione. Per esempio ginnaste che vogliono fare campionati, artiste ballerine come me che vogliono ampliare i loro show con qualcosa in più, o semplicemente donne che vogliono tenersi in forma divertendosi e facendo amicizia. Ma attenzione perché non è un’ attività solo da donne, ci sono anche molti uomini che la praticano.

Sul piano fisico in particolare quali sono i maggiori benefici?
Tonicità, definizione muscolare, resistenza alla fatica, aumento della forza.

Un consiglio a chi vuole iniziare?
all ‘ inizio non è facile perché serve molta forza nelle braccia.. il consiglio è non arrendetevi perché a nessuno riesce subito. Altra cosa.. il palo è super scivoloso, cercate di andare a lezione con la pelle pulita e
asciutta, pulite il palo con alcool prima dell’utilizzo e scegliete un buon grip.

Se venite dalla danza e magari siete molto flessibili vi consiglio lezioni private perché in questo modo imparerete più in fretta e potrete provare prima le figure avanzate.