Lisa Angelica Parodi: Ciò che contata è ballare…

Quali sono stati i momenti che ritieni fondamentali per il tuo percorso nel mondo della danza?

Beh, ci sono tanti momenti nella vita di un artista che rimangono impressi per motivi diversi, ma sicuramente i più importanti sono stati avere passato l’audizione per il mas di Milano, l’accademia che mi farà diplomare come ballerina professionista tra 4 mesi Ed essere entrata nel corpo di ballo di Lele DiNero.

Quanto secondo te in questi anni si è evoluta la danza in termini di stili e tecnica?

La danza in questo secolo ha subito cambiamenti molto evidenti persino ad un occhio inesperto, la danza classica a mio parere al giorno d’oggi ha in prototipo di ballerina che si avvicina molto a quello della ginnasta, non fraintendermi, ci sono ballerine molto espressive ma questa tecnica richiede un’elasticità allucinante confronto al secolo precedente. La danza contemporanea invece si sta evolvendo molto verso il lato umano, spesso le compagnie richiedono ballerini con molta esperienza e vissuto da portare poi sul palco.

Quali sono i tuoi progetto per il futuro?

Vorrei lavorare in televisione, adoro il mondo dello spettacolo!! Mi piace molto stare dietro riflettori e telecamere. Anche il teatro ha quel fascino, che la televisione certamente non possiede. Ma credo che la mia personalità richieda altro.

Quanto conta per te l’aspetto fisico per una ballerina?

L’aspetto fisico per me è molto importante, credo che la danza non sia solo fisicità ma d’altra parte è un’arte e oltre che espressione di movimento è bellezza!

Se dovessi fare un piccolo bilancio quali sono i momenti più significativo per te?

I momenti più significativi che ho impressi nella memoria sono parole o gesti fatti con il cuore dalle persone che amo. Non sono una persona legata al denaro, più che altro alla ricchezza interiore delle persone, rimango affascinata da chi mi trasmette amore e passione verso la vita.

Cosa accade nella tua vita privata?

Sono affiancata da una persona molto comprensiva e matura, mi appoggia in ogni cosa io voglia fare. La mia vita non è semplice, oltre che ballerina sono fotomodella e conciliare ogni cosa diventa a volte difficile abitando anche in due città differenti. Ma lui ormai mi sta accanto da quasi 3 anni, e non c’è stato un solo momento che mi abbia fatta sentire oppressa o sola, anzi mi sprona e incoraggia molto!

Chi è il ballerino nel sociale? Soprattutto la sua missione?

La nostra missione credo sia ispirare le persone, mi piace pensare che chi ci guarda possa affrontare la vita con un altro spirito, vorrei emozionare il pubblico, che siano 1000 persone o 2 passanti!

Ultima domanda, il senso della vita?

Il senso della vita? Appassionarsi ogni secondo a tutto ciò che ci circonda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.