FIRENZE – Si sono concluse con successo le operazioni di monitoraggio, con l’utilizzo dei droni, dei tetti delle chiese di San Marco, Santa Maria Maddalena dei Pazzi in Borgo Pinti e San Paolo Apostolo, meglio conosciuta come chiesa di San Paolino, a Firenze.
I 3 complessi sacri fanno parte del Fondo per gli edifici di culto del ministero dell’Interno. Obiettivo delle verifiche, spiega una nota, quello di realizzare una documentazione video fotografica in alta definizione, per permettere alla soprintendenza di programmare direttamente gli interventi sulle coperture e sugli elementi svettanti, laddove necessario.
Nell’ambito delle operazioni, che hanno coinvolto svariate forze, i vigili del fuoco oltre al personale ordinario, è stato impiegato il nucleo sistemi aeromobili a pilotaggio remoto (Sapr) della Toscana.
[youtube https://www.youtube.com/watch?v=PWeRz0of4sg]
Abitualmente impegnato nelle azioni di soccorso, in questa occasione, per la prima volta sul territorio nazionale, il Sapr è intervenuto nelle attività di diagnostica preventiva dei beni monumentali.