Roma, lite nel ristorante cinese, difende la moglie e il cuoco lo ferisce a bottigliate

Interviene in una discussione per difendere la moglie, preso a bottigliate e ferito. E’ successo all’Esquilino, in via Ugo Foscolo.  La vittima, un cittadino cinese, in regola con il permesso di soggiorno, marito della titolare di un ristorante, ha raccontato ai poliziotti del commissariato di zona della lite avuta poco prima con il cuoco. Era intervenuto per per calmare l’uomo che stava discutendo con la moglie, ma questo lo aveva colpito con una bottiglia, rompendola in testa.

Poi, con la stessa, lo aveva ferito al collo e al torace.
I poliziotti hanno richiesto l’immediato intervento del 118. La vittima è stata portata in ospedale, le ferite guariranno in pochi giorni. Sulle tracce dell’aggressore, i poliziotti, in pochi minuti, sono riusciti a rintracciarlo all’interno di un altro esercizio pubblico, dove è stato bloccato ed identificato.  L.S., cinese di 51 anni è stato accompagnato negli uffici del commissariato Viminale e arrestato per tentato omicidio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto