La prima colazione è un momento magico: c’è chi non esce di casa senza averla fatta e chi invece preferisce arrivare al primo bar per poter gustare un bel cappuccino, e magari un lievitato. La scelta è davvero ampia: cornetti di ogni tipo, bombe o altri dolci fritti, muffin e crostate. Tra le tante specialità dolciarie a guardarci dal bancone del bar, spesso ci sono anche le girelle danesi. Le avete presenti? Si tratta di una morbida pasta arrotolata su se stessa, solitamente ripiena di crema pasticcera e uvetta o gocce di cioccolato, ma che è possibile trovare anche nella versione con le confetture di frutta. Se vi state chiedendo come mai le girelle danesi hanno ripieni e impasti differenti troverete la risposta nelle origini storiche. Dopo, ovviamente, vi darò la ricetta originale delle girelle danesi e poi altre due varianti, una al cioccolato e l’altra con marmellata e frutta secca!

GreenArt/shutterstock.com

Come nascono le girelle danesi? Un po’ di storia

Per realizzare l’impasto delle girelle danesi c’è chi usa una pasta brioche, molto soffice, chi invece utilizza la pasta sfoglia. Il motivo di tutta questa varietà è da attribuire alle origini di questo dolce da colazione. 

Sembra infatti che, nella metà del 1800, i braccianti dei forni della Danimarca venissero pagati solo con vitto e alloggio. Stanchi di questa ingiustizia, indissero uno sciopero, chiedendo in cambio un salario vero: i fornai, trovandosi a corto di manodopera, furono costretti ad assumere altro personale, prediligendo in particolare gli austriaci, per via della loro abilità nel preparare pasta brioche e sfoglia. Ed è così che le due tradizioni, quella danese e quella austriaca, si sono incontrate, dando vita alle diverse tipologie di impasti e farciture delle girelle danesi.  

Girelle danesi: la ricetta originale e due varianti

Partendo proprio da questo grande classico della colazione, ho pensato di darvi tre ricette per preparare a casa le girelle danesi: una classica con pasta brioche, crema e uvetta, una con un impasto leggermente più scuro con il cacao farcita con cioccolato, e infine una più semplice, preparata con pasta sfoglia già pronta, insieme a marmellata e frutta secca. 

Girelle danesi, la ricetta classica con crema e uvetta

bigacis/shutterstock.com

Un impasto morbido e una crema pasticcera, con tanta uvetta. Per questa ricetta occorre una doppia lievitazione, la prima un po’ più lunga, di almeno un paio di ore, la seconda leggermente più breve perché terminerà poi durante la cottura in forno

Ingredienti per 12-14 girelle

Per l’impasto

  • 1 uovo 
  • 1 bustina di vanillina
  • 30 g di zucchero 
  • 1 pizzico di sale
  • 200 ml di latte tiepido 
  • 1 cucchiaio di lievito di birra secco
  • 550 g di farina altra per la spianatoia
  • 40 g di burro

per la crema

  • 250 ml latte
  • la scorza di mezzo limone
  • 50 g di zucchero 
  • 1 tuorlo
  • 15 g amido di mais
  • 100 g uvetta

Procedimento

  1. In una capiente ciotola versate l’uovo, la vanillina, lo zucchero, il sale e iniziate a mescolare delicatamente. Scaldate il latte senza portarlo a bollore, unite il lievito e mescolate. Poi versate il latte al composto. 
  2. Aggiungete la farina un po’ alla volta, continuando a mescolare fino a che l’impasto non sarà abbastanza solido da poter essere trasferito in un piano di lavoro. Unite il burro a temperatura ambiente, un pezzetto alla volta. Non aggiungetene altro se quello precedente non è stato assorbito. Impastate fino a rendere il composto liscio e omogeneo, formate poi una palla e sistematela in una ciotola; copritela e lasciatela riposare per almeno due ore
  3. Nel frattempo preparate la crema: scaldate il latte con un po’ di scorza di limone, senza arrivare a bollore. In una pentola capiente mettete il tuorlo e lo zucchero, e mescolate fino a ottenere un impasto spumoso. Poi unite l’amido di mais e continuate a mescolare delicatamente per evitare la formazione di grumi. Eliminate il limone dal latte e versate quest’ultimo nella pentola, senza smettere di mescolare. Portate sul fuoco e fate cuocere a fiamma lenta fino al bollore: da quel momento abbassate la fiamma al minimo, proseguite per 2 minuti, poi spegnete e lasciate raffreddare, mescolando di tanto in tanto. Mettete l’uvetta in ammollo in acqua fredda. 
  4. Quando l’impasto avrà raggiunto il raddoppio, trasferitelo su un piano di lavoro infarinato, stendetelo con il matterello creando un rettangolo abbastanza regolare. Versate la crema, ormai fredda, e spalmatela su tutta la superficie, lasciando un centimetro dal bordo. 
  5. Strizzate bene l’uvetta e distribuitela in maniera uniforme, poi arrotolate l’impasto dal lato più lungo, in modo da creare un cilindro. Con un coltello liscio tagliatelo in dischi, e adagiateli su una placca da forno rivestita di carta antiaderente. Lasciate lievitare le girelle per un’ora, scaldate il forno e fate cuocere a 180 °C per 20 minuti circa con il forno statico, oppure a 170 °C per 20 minuti con il forno ventilato. A cottura terminata, spegnete e lasciate riposare. Potete consumare le girelle danesi tiepide, a temperatura ambiente. Potete conservarle in una scatola di latta con chiusura ermetica (si mantengono un paio di giorni); in alternativa, potete congelarle.

Ricetta delle girelle danesi al cioccolato con scaglie di mandorle

Anche questo l’impasto, leggermente più scuro per la presenza del cacao, prevede una doppia lievitazione. Il ripieno invece è completamente diverso: crema di cioccolato spalmabile e scagliette di mandorle faranno felici grandi e bambini.

Sergii Koval/shutterstock.com

Per l’impasto

  • 1 cucchiaio di lievito di birra secco
  • 200 ml di latte 
  • 1 uovo 
  • 25 g di zucchero 
  • 4 cucchiai di olio 
  • 1 pizzico di sale
  • 500 g di farina altra per la spianatoia
  • 50 g di cacao amaro

Per il ripieno

  • 80 g di crema spalmabile al cioccolato
  • 3 cucchiai di granella di nocciola
  • 2 cucchiaio di scaglie di mandorle

Procedimento

  1. Per prima cosa sciogliete il lievito di birra in un po’ di latte tiepido. In una ciotola versate l’uovo e lo zucchero, e mescolate con le fruste fino a rendere l’impasto spumoso, poi unite olio e un pizzico di sale, impastando ancora. Versate lentamente il latte, continuando a girare.
  2. Setacciate la farina e il cacao e uniteli a più riprese nella ciotola, mescolando delicatamente per evitare la formazione di grumi. Quando il composto sarà incordato, cioè si staccherà dalle parete della ciotola, ribaltatelo su un piano di lavoro leggermente infarinato e impastate fino a renderlo liscio e omogeneo. Trasferite il panetto in una ciotola e aspettate circa due ore per vedere raddoppiare l’impasto.
  3. Infarinate una spianatoia e stendete il composto con un mattarello, dandogli una forma rettangolare. Spalmate la crema al cioccolato e poi aggiungete la granella di nocciole. Arrotolate dalla parte lunga, creando un cilindro. Tagliate le rondelle e sistematele su una placca da forno rivestita di carta antiaderente. Fate “cadere” sulla superficie delle girelle alcune scaglie di mandorle, poi mettete nuovamente a lievitare per almeno un’ora. Scaldate il forno e fate cuocere le girelle danesi a 180 °C per 20 minuti circa con il forno statico, oppure a 170 °C per 20 minuti con il forno ventilato. Terminata la cottura fatele raffreddare e poi conservatele in un contenitore di latta per due/tre giorni. In alternativa, potete scaldare le girelle per qualche secondo al microonde.

Girelle danesi sfogliate con marmellata e noci: la ricetta

Un’altra versione delle girelle danesi prevede l’utilizzo di pasta sfoglia. Per questa ricetta vi suggerisco di prendere quella già pronta per velocizzare i tempi. Per quanto riguarda la farcitura, io trovo sia perfetto un matrimonio tra confettura e noci, ma ovviamente potete personalizzare con uno dei ripieni delle ricette precedenti. 

Farknot Architect/shutterstock.com

Per 8-10 girelle

  • 2 rotoli di pasta sfoglia
  • 150 g di confettura di albicocche
  • 4 cucchiai di noci
  • 1 tuorlo
  • 1 cucchiaio di latte
  • q.b. di zucchero a velo per decorare

Procedimento

  1. Aprite i rotoli di pasta sfoglia sul piano di lavoro. Farcite con generosa quantità di confettura di albicocca. Tritate in maniera grossolana le noci e distribuitele sulla superficie. 
  2. Arrotolate la pasta sfoglia creando un cilindro. Avvolgetela con la carta da forno e lasciatela riposare in frigo per mezz’ora.
  3. Estraetela, tagliatela in rondelle e sistematele su una placca forno. Sbattete un tuorlo con un po’ di latte e usatelo per spennellare la superficie delle girelle danesi. Infornate in modalità ventilata a 180 °C per 15 minuti circa con il forno statico. Terminata la cottura spolverizzate con zucchero a velo prima di servire. 

E voi a colazione preferite una girella, un cornetto o una crostata? Scriveteci nei commenti qual è il vostro dolce da colazione preferito.

Di origini napoletane, è nata e vive a Roma.
In passato ha collaborato con vari settimanali, tra cui “Di più”; “Di piùTv Cucina”; “RadioCorriere Tv”; “Onda Tv”; “Messaggero Tv”. Oggi invece si dedica anima e corpo al suo blog, “Che cavolo cucino, oggi?”. Il suo piatto preferito è la parmigiana di melanzane, “perché è un ricordo d’infanzia e perché”, dice, “quando aspettavo il mio bambino avevo sempre voglia di melanzane”. Nella sua cucina non possono mancare il pane (che prepara in casa) la frutta e il caffè, “perché altrimenti… il pasto non è finito”.