(Teleborsa) – Tutti negativi gli indici di Piazza Affari e degli altri principali listini europei. Sostanzialmente stabile l’S&P-500 sulla piazza americana, che segna una variazione percentuale pari a 0,17%.

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,216. L’Oro continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a 0,16%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) è sostanzialmente stabile su 52,88 dollari per barile.

Pesante l’aumento dello spread, che si attesta a 119 punti base, con un deciso aumento di 7 punti base, mentre il BTP con scadenza 10 anni riporta un rendimento dello 0,61%.

Tra le principali Borse europee resistente Francoforte, che segna un piccolo aumento dello 0,35%, denaro su Londra, che registra un rialzo dello 0,84%, e Parigi avanza dello 0,33%. Il listino milanese continua la seduta poco sotto la parità, con il FTSE MIB che lima lo 0,47%; sulla stessa linea, si muove al ribasso il FTSE Italia All-Share, che perde lo 0,49%, scambiando a 24.664 punti.


Risultato positivo a Piazza Affari per i settori vendite al dettaglio ( 2,17%), automotive ( 0,90%) e media ( 0,76%).

Nel listino, i settori costruzioni (-1,15%), assicurativo (-1,08%) e utility (-0,99%) sono tra i più venduti.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Fiat Chrysler ( 2,90%), Exor ( 1,19%), Tenaris ( 0,88%) e CNH Industrial ( 0,85%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Hera, che prosegue le contrattazioni a -2,28%.

Calo deciso per Azimut, che segna un -1,77%.

Sotto pressione Nexi, con un forte ribasso dell’1,58%.

Soffre BPER, che evidenzia una perdita dell’1,58%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Avio ( 6,43%), doValue ( 4,32%), Mediaset ( 2,81%) e Sesa ( 2,74%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Mutuionline, che continua la seduta con -5,21%.

Sessione nera per Cattolica Assicurazioni, che lascia sul tappeto una perdita del 2,95%.

In caduta libera Banca MPS, che affonda del 2,07%.

Preda dei venditori Cerved Group, con un decremento dell’1,88%.

(Foto: © alessandro0770 | 123RF)