Il risotto con le canocchie è un primo piatto di mare dal sapore delicato. Le canocchie hanno un sapore veramente unico e particolare, a seconda dei gusti, potete prepararlo in bianco, oppure con i pomodorini, e perché no anche con il passato. Sui siti si trovano svariate ricette per realizzare questo piatto, vi invito a provare la mia versione, forse un po’ lavorata, ma vi assicuro che il risultato finale vi ripagherà di tutto il lavoro. Ma non spaventatevi, il lavoro consiste nel separare la carne delle cicale dal carapace, ma adesso seguite la ricetta, il successo sarà assicurato.

Risotto con le canocchie, Ingredienti:

  • 180 gr di riso
  • 500 gr di canocchie
  • ½ cipolla
  • Sale
  • Vino bianco
  • 3-4 pomodorini
  • Prezzemolo
  • Olio evo
  • Una noce di burro

Procedimento:

Per realizzare il risotto con le canocchie, iniziate a sciacquare le canocchie con acqua fredda. Mettetele in una pentola, tranne sei, copritele con l’acqua, insieme alla cipolla e il prezzemolo e un pizzico di sale. Fate cuocere per circa quindici minuti a fiamma media. Trascorso questo tempo, prelevate le canocchie e mettetele in una ciotola a raffreddare, il sugo vi servirà per cuocere il riso. Eliminate la testa dalle canocchie, con le forbici, tagliate i laterali alzate il carapace superiore e recuperate la carne in esso contenuta.

Mettete le teste ed i carapaci in uno schiaccianoci, in modo da recuperare tutto il condimento possibile.

Nel frattempo mettete in una capiente pentola, un giro d’olio evo, e fate rosolare le sei canocchie tenute da parte.

Appena saranno rosolate, trasferitele in una ciotola, e nello stesso olio iniziate a tostare il riso, poi sfumate con il vino bianco. Appena l’alcol sarà evaporato, iniziate a cuocere il riso, aggiungendo poco alla volta il brodo delle canocchie, e i pomodorini tagliati in quattro. A cottura quasi ultimata, unite la carne ed il condimento recuperato dalle canocchie, mescolate bene, poi unita anche le sei canocchie intere, e mantecate con il burro.

Impiattate, guarnendo il piatto con le cicale intere, e un trito di prezzemolo. Per un tocco di classe, potete unire qualche gamberetto rosa.

Leggi anche: Risotto alla crema di scampi, super gustoso. Il trucco dello chef per farlo cremoso: “Cosa aggiungo alla fine”