Visite Articolo:
88

La Corte di Cassazione, accogliendo la richiesta della Procura di Foggia, ha annullato la sentenza del Gup che assolto due militari della Capitaneria di porto di Manfredonia, coinvolti nell’indagine ‘Nettuno’ del dicembre 2019 quando vennero arrestati ai domiciliari due marescialli e altri due militari vennero sospesi dal servizio per 12 mesi.

Complessivamente l’indagine contava 27 indagati, accusati a vario titolo di falso ideologico. Dalle indagini vennero accertati che 13 imbarcazioni avevano ricevuto il ‘bollino blu’ (che attesta la regolarità dei natanti e delle relative dotazioni di sicurezza) senza essere state sottoposte ad alcun tipo di controllo. Il GUP aveva motivato l’assoluzione ritenendo “inesistente la qualifica di polizia giudiziaria degli Ufficiali e Agenti (anch’essi appartenenti al Corpo delle Capitanerie di Porto Guardia – Costiera) che avevano svolto gli atti investigativi, nonostante fossero stati delegati dal pubblico Ministero”. La Corte di Cassazione, ha disposto il rinvio allo stesso Tribunale di Foggia per un nuovo giudizio.