Pittelle calabresi frittelle di zucchine

Le Pittelle calabresi sono delle frittelle di zucchine che si preparano facilmente e velocemente e sono buonissime. Morbide dentro e croccantissime fuori  sapranno essere un goloso antipasto o anche uno spuntino per i vostri bambini. Piacciano infatti davvero a tutti e si preparano davvero in 5 minuti. Basta infatti tagliare le zucchine a fettine sottili metterle per un po’ sotto sale, strizzarle e bagnarle con una fantastica pastella all’uovo.Vediamo quindi come preparale

Pittelle calabresi, Ingredienti

  • 5/6 zucchine medie
  • 8 cucchiai Farina 00
  • 2 cucchiai formaggio grattugiato
  • 2 Uova
  • 200 ml Acqua
  • q.b. sale
  • q.b pepe
  • q.b. Prezzemolo
  • q.b. olio per friggere ( meglio se di arachidi)

Pittelle calabresi, Preparazione

Iniziamo a preparare le nostre pittelle calabresi lavando le zucchine e tagliando le due estremità. Quindi tagliamole a rondelle sottili meglio se ci facciamo aiutare da una mandolina in modo da avere sempre lo stesso spessore. Mettiamo le fettine di zucchine in uno scolapasta e aggiungere del sale grosso. Quindi appoggiare un peso sopra e lasciare riposare per circa un’ora in modo che perdano l’acqua di vegetazione e anche il retrogusto amarognolo

Quando sarà passata l’ora, sciacquarle di nuovo e strizzarle benissimo in modo da eliminare tutta l’acqua in eccesso. Prendiamo quindi un recipiente capiente e versare dentro la farina setacciata, l’acqua, le uova,  il prezzemolo tritato, il formaggio e aggiustare di sale e pepe, quindi con una frusta mescolare il tutto sino ad ottenere una pastella liscia e omogenea.Infine aggiungere alla pastella anche le zucchine e amalgamare il tutto lentamente con un cucchiaio.

Mettere sul fuoco una padella con abbondante olio di semi di arachidi, prendere dei cucchiai di impasto e versarlo nell’olio caldo. Friggere le nostre frittelle girandole in modo che diventino belle dorate da entrambi i lati. Quando saranno pronte toglierle dal fuoco e adagiarle su carta assorbente in modo da eliminare l’olio in eccesso. Servirle belle calde anche se sono ottime anche fredde, se riscaldate velocemente in forno per un paio di minuti. Le pittelle calabresi si possono anche congelare dopo la cottura e fare in forno durante l’inverno. Buon appetito!

Leggi anche: Polpette di melanzane alla napoletana: Il segreto della nonna per farle sciogliere in bocca. “Cosa metto al posto del pane”

Pittelle calabresi frittelle di zucchine