Più buoni di quelli grigliati, i peperoni in padella sono un contorno estivo facile, veloce e saporito; una delle prelibate ricetta del sud, con tutti i sapori e profumi del Mediterraneo.

Cucinare i peperoni in padella è uno dei metodi più veloci, per avere un contorno sfizioso e saporito, con una ricetta veloce e facilissima, basta tagliare i peperoni a listarelle e saltarli in padella con olio aglio e aromi freschi; a piacere si possono insaporire con un po’ d‘aceto, olive, peperoncino, basilico, menta, origano fresco, timo e maggiorana, e una manciata di pinoli per donare una nota croccante.

Sono ottimi da preparare in tutte le stagioni, ma solo durante la bella stagione si potranno gustare al meglio;l’ideale è utilizzare tutti e tre i tipi di peperoni (verdi, gialli e rossi) perché ognuno possiede le proprie caratteristiche, e rendono il piatto vivace e colorato . E’ possibile anche cucinare i peperoni al forno utilizzando gli stessi ingredienti, ma occorre almeno mezz’ora di cottura!

Peperoni in padella

Ingredienti

  • 3 peperoni (rosso, giallo e verde)
  • 2 spicchi di aglio
  • un cucchiaio di capperi
  • un cucchiaino di prezzemolo fresco tritato
  • 2 cucchiai di pangrattato
  • olio extravergine di oliva
  • sale

Procedimento

Lavate i peperoni, eliminate i semi interni e tagliateli a a listarelle.


In una padella versate un giro d’olio d’oliva e aggiungete gli spicchi d’aglio, i capperi;


non appena l’aglio comincia a soffriggere aggiungete i peperoni, salate e saltate i peperoni a fiamma alta per un paio di minuti mescolando spesso;

continuate la cottura a fuoco medio per circa 15 minuti facendoli rosolare bene, mescolando spesso;


quando i peperoni saranno appassiti, aggiungete il prezzemolo, ed il pangrattato e fatelo abbrustolire.


Il pangrattato può essere omesso per chi segue una dieta priva di glutine, ma saranno ottimi anche senza.

Una volta pronti, lasciateli intiepidire così che prendano i sapori degli aromi;


trasferiteli in una ciotola e gustate i peperoni in padella tiepidi, o conservateli in frigo fino al momento del consumo: freddi sono ancora più buoni.

ricette dal blog Caos&Cucina