Gf Vip, Belen Rodriguez difende il fratello Jeremias: “Lui è un puro e un buono”

Jeremias Rodriguez è uno dei concorrenti in gioco nella casa del Grande Fratello Vip; il fratello minore della showgirl argentina Belen, è stato più volte accusato sui social di essere violento e aggressivo per via degli scontor che ha avuto in casa con Simona Izzo e con Daniele Bossari. Belen decide così di spendere alcune parole in difesa del fratello…

Jeremias Rodriguez è uno degli inquilini vip nella casa del Grande Fratello; il fratello minore della nota showgirl argentina Belen Rodriguez ha dimostrato nella casa più spiata d’Italia di essere molto dolce e sensibile ma anche molto istintivo e impulsivo, a volte aggressivo; il ragazzo infatti ha avuto diverse discussioni con la registra Simona Izzo e con Daniele Bossari, ritenute da molti troppo violente; sui social infatti Jeremias è stato duramente attaccato e così la sorella maggiore ha scelto di spendere alcune parole in sua difesa nel corso di un’intervista al settimanale Oggi.

Stanno facendo un reality – ha spiegato Belen riferendosi al fratello e alla sorella Cecilia – Vengono ‘arruolati’ con il solo scopo di essere se stessi. Non di rappresentare se stessi. Jeremias non finge, anche nella vita è così. Ha dei momenti di rabbia che si traducono però solo in parole e mai, ovviamente, in fatti. Certo, deve imparare a controllarli nella realtà come in Tv. Ma ai suoi sfoghi seguono subito lunghi pianti e profondi pentimenti. Lui è un puro. Un buono

Riguardo invece ai rumors riguardo il presunto abito bianco che Belen indosserà per la seconda volta con Andrea Iannone, la showgirl dichiara: “Ho sempre pensato che il matrimonio possa e debba essere celebrato una sola volta. Sarebbe da incoscienti ripetere un’esperienza in cui si è consumato un fallimento. Poi, sa, nella vita tutto può succedere e chissà che in futuro non possa cambiare completamente idea. Ma per il momento non ci sono né abito bianco né premaman all’orizzonte”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto