Una delle ricette contadine più amate, dal tipico sapore di casa, che riproponiamo nelle nostre cucine con tutto l’impegno possibile: il galletto alla cacciatora. Ci proviamo, anche se non sarà mai buono come quello della nonna, che utilizzava un galletto del pollaio, raccoglieva tante verdure nell’orto, non usava olio ma lardo e lo cucinava lentamente sulla stufa economica a legna: irresistibile!

Si tratta di un galletto tagliato in pezzi, rosolato in padella e profumato gli odori classici: cipolla, sedano e carota;


un secondo piatto semplice, da gustare con l’immancabile “scarpetta” per raccogliere il saporito sughetto, o da accompagnare con un morbido purè di patate o da una fumante polenta.

Galletto alla cacciatora

Ingredienti

  • un galletto intero, del contadino o bio, già pulito
  • una cipolla media
  • un cucchiaio di conserva di pomodoro
  • 1 carota
  • una costa di sedano 1 costa
  • 1 spicchio d’aglio
  • mezzo bicchiere di vino rosso
  • un rametto di rosmarino
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • olio d’oliva, sale e pepe

Galletto alla cacciatora

Preparazione

Pulite le verdure e tritate il tutto finemente o a piccoli dadini, lavate e tagliate il galletto in pezzi In un tegame scaldate un filo d’olio, mettete i pezzi di pollo, dal lato della pelle, e lasciateli rosolare per qualche minuto, fino a quando sarà ben colorito; aggiungete il trito di verdure, sale, pepe e rosmarino, mescolate e fate insaporire per altri cinque minuti. Sfumate con il vino rosso, lasciate evaporare completamente, ed aggiungete la conserva di pomodoro sciolta in una tazzina di acqua.

Mescolate il tutto e coprite con il coperchio; lasciate cuocere a fuoco basso per circa 45 minuti, il galletto è pronto quando la carne si stacca dalle ossa.


A fine cottura, a piacere, spolverizzate con il prezzemolo fresco tritato. Il galletto alla cacciatora è pronto. Meglio prepararlo qualche ora prima: i sapori si fondo in un sugo cremoso e gustoso. Il galletto alla cacciatora si conserva un paio di giorni in frigorifero, oppure congelato una volta cotto.

Purè di patate

  • 1 kg di patate
  • 200 g di latte, circa
  • 50 g di burro
  • 50 g di Parmigiano Reggiano DOP grattugiato
  • sale, noce moscata

Lavate e lessate le patate con la buccia, controllando la cottura con una forchetta; scolate e sbucciatele calde, non utilizzate patate lesse fredde;


schiacciatele con il passaverdure o lo schiacciapatate, direttamente nella pentola di cottura che avrete sciacquato; non utilizzate il frullatore per evitare l’effetto colla.

Aggiungete il sale, un poco di noce moscata, ed il latte poco per volta, mescolando con una frusta fino alla consistenza desiderata, soda o più liquida;


accendete la fiamma bassa e mescolate per scaldare bene il composto, spegnete e condite con il burro e il parmigiano:


ecco pronto un morbido e delizioso purè di patate per accompagnare il nostro galletto alla cacciatora.

Galletto alla cacciatora

ricette dal blog Caos&Cucina 

Continua a leggere Piuricette.it e iscriviti al gruppo Facebook Masterchef ricette e trucchi degli chef


e metti un like alla pagina Facebook    di PiuRicette.it