Distruggere il chiaro di luna, esaltare la macchina, la velocità, lo schiaffo e il pugno ma allo stesso tempo non poter fare a meno di raccontare i propri affetti attraverso la pittura. In occasione di San Valentino, Bvlgari affida ai pittori futuristi il compito di narrare l’amore e lo fa allestendo un percorso espositivo all’interno della storica boutique romana di Via Dei Condotti 10, realizzato in collaborazione con la Galleria d’Arte “Futurism&Co.”.

Umberto Boccioni, 1906 “Ritratto di Augusta Popoff” Olio su tela 50,3 x 60,5 cm

Si viene via via rapiti dal ritratto finemente psicologico e rappresentativo che Balla fa di sua moglie e della figlia in “Affetti” esposto nel Salottino Taylor, la storica sala dove Elizabeth Taylor soleva rifugiarsi, nelle pause tra le riprese del film “Cleopatra”;  dall’opera di Boccioni “Ritratto di Augusta Popoff” esposto nella Promenade, lo scenografico corridoio con volta a botte in vetrocemento realizzato da Florestano Di Fausto nel 1934, dove emerge invece l’amore dell’autore verso l’amata; o dal quadro di Depero “Danza di Chiofissi” esposto nella sala Bridal, una delle più antiche della boutique, nel quale l’autore ci rende partecipi della sua personale visione di un corteggiamento, rappresentato in maniera squisitamente simbolica.

Fortunato Depero, 1918 “Danza di Chiofissi” Olio su tela

90, 5 x 92,6 cm

Giacomo Balla, Umberto Boccioni e Fortunato Depero si affiancano alle opere d’alta gioielleria Bulgari all’interno della boutique di Via dei Condotti dal 11 al 13 febbraio. L’amore in tutte le sue forme è il filo conduttore che lega le opere e guida il visitatore all’interno di un percorso simbolico e a ritroso nel tempo. Il tutto è reso ancora più speciale dal contesto e dalle suggestioni storiche che vengono evocate sala dopo sala.