Il brodo di carne è fondamentale per la buona riuscita di un piatto  come i tortellini. Molti ormai lo associano allo chef Bruno Barbieri, annoverandolo tra le sue specialità. Lo chef raccomanda di cuocere sempre i tortellini nel brodo, anche qualora voleste poi servirli con una fonduta di parmigiano o accompagni da qualsiasi altra cosa. Vediamo i segreti per un brodo perfetto.

Brodo di carne, Ingredienti

¼ di coscia di cappone

½ di gommosa di manzo

1 gambo di sedano

3 carote lavate ma con buccia

1 cipolla tagliata a metà e sbucciata

1 foglia di alloro

Pepe e sale q.b.

Preparazione

Le porzioni degli ingredienti sono per circa 5 litri di acqua. In generale, in base all’acqua e, dunque, alla quantità di brodo che volete cucinare, dovrete sempre utilizzare in proporzione il 40% di cipolla, il 40% di carota ed il 20% di sedano. Nella fase iniziale, mettete a bollire tutti gli ingredienti e successivamente, lasciate sbollire per un paio di ore.

Durante questa fase di bollitura, saliranno in superficie tutte le impurità che andranno rimosse con la schiumarola. È importante non aggiungere sale all’inizio. Lasciate cuocere il brodo per almeno due ore e, trascorse queste, iniziate a rimuovere la carne e le verdure in maniera delicata per non rendere il vostro brodo torbido.

Una parte del brodo andrà utilizzato per la cottura dei tortellini ed una parte per servirli nel piatto. A questo punto, si che potete salarlo. Se dovesse essere un problema dividere il brodo in due parti, potete usarlo lo stesso sia per la cottura che per impiattare. La cosa importante è non cuocere mai i tortellini in acqua. Leggi anche: Il Risotto perfetto, 5 trucchi per non sbagliare mai e farlo buono e cremoso. Cosa si aggiunge al brodo, lo rende speciale

tortellini in brodo di carne