EXITO STYLE

Traffico, ritorno al caos blocchi e cantieri lumaca: ecco i tredici punti caldi

Circolazione pesante per i lavori: dal Muro Torto al sottopassino di Castel Sant’Angelo, da via Damiano Chiesa a via Palmiro Togliatti. E stamani blocchi e intasamenti


Lavori in corso, cantieri lumaca e nuove chiusure sulle strade più trafficate della capitale. Con la campanella che suona questa mattina, gli studenti al rientro dalle vacanze estive sono a rischio ritardo già dal primo giorno di scuola. Per colpa del traffico.

E stamani Luce verde Roma segnala circolazione intensa e rallentamenti sulle principali arterie stradali della città. Code sul Gra, Tangenziale, Diramazione Roma-Sud dell’A1, consolari in entrata, Ardeatina, Boccea, Tuscolana, viale Marconi.

Giornata calda. Sono 13 i cantieri aperti e tutti nei punti nevralgici della città. A partire dalla Tangenziale Est: per due giorni la Galleria Nuova Circonvallazione è rimasta chiusa a causa di una perdita da una delle tubature. Il traffico è stato deviato e la circolazione congestionata. Dopo diversi solleciti ai tecnici Acea, solo ieri pomeriggio la galleria è stata riaperta in direzione Salaria e San Giovanni.

Nel quadrante nord della capitale invece, si viaggia a scartamento ridotto sulla corsia centrale di via Nomentana — tra Via Val Chisone e Via Val Brembana — per i lavori di rifacimento del manto stradale iniziati lo scorso 5 settembre e non terminati. Deviazioni e chiusure per un intervento sulla via Flaminia: la strada nel tratto all’altezza di via Girolamo da Carpi in direzione Ponte Milvio è chiusa dalle 8 alle 18. Nella stessa fascia oraria, in via dei Sansovino, è istituito il senso unico di marcia verso viale Tiziano. E nel quartiere Parioli, via Lisbona resta off limits per la posa del manto stradale fino al prossimo 28 settembre. Ancora: confermato il limite di 30 chilometri orari e carreggiate ristrette per il cantiere della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali tra le Mura Aureliane e Viale del Muro Torto.

Lavori in corso pure tra il centro storico e San Giovanni: chiusi il sottovia Lungotevere in Sassia verso via Gregorio VII e via del Falco, a Borgo Angelico, per una maxi buca che si è aperta lo scorso 29 agosto. In via Emanuele Filiberto, a San Giovanni, la corsia centrale è stata riservata al transito dei mezzi pubblici tra via Umberto Biancamano e viale Manzoni.

Nella lista nera delle strade a rischio ingorghi ci sono poi le grandi arterie. Come la via Cristoforo Colombo dove, all’altezza di Via Laurentina in direzione Gra, c’è un restringimento di carreggiata per interventi di manutenzione dell’impianto di irrigazione lungo lo spartitraffico traffico centrale. La chiusura è prevista fino al prossimo 30 novembre.

Sulla via Aurelia e in via Collatina ( tra via Prenestina e viale Venezia Giulia) sono in corso i lavori sulla rete elettrica e si viaggia a scartamento ridotto. Rallentamenti e restringimenti pure sulla via Tuscolana e la via Palmiro Togliatti dove si scava per la sostituzione di una tubatura del gas. A Monte Mario è chiusa da mesi una carreggiata di via Damiano Chiesa e si circola in un solo senso di marcia tagiando fuori il popoloso quartiere di Primavalle.

Infine bollino rosso per la viabilità sul viadotto della Magliana. Da via del Cappellaccio a Ponte della Magliana, sulla carreggiata in direzione Fiumicino, è istituito un restringimento di carreggiata con chiusura della corsia di sinistra. Non solo: fino al prossimo 30 ottobre la velocità di percorrenza è di 30 chilometri orari nel tratto interessato dal cantiere per la messa in sicurezza delle barriere stradali e opere accessorie.

POST A COMMENT