“Una storia per il cinema” Piccole e grandi storie per il piccolo e grande schermo

Il concorso “Una storia per il cinema” ha aperto il 1 Febbraio le iscrizioni per la seconda edizione. Promosso da venetArt associazione culturale, in collaborazione con la produzione cinematografica Halley Pictures,  si pone l’obiettivo di essere, l’unione tra due meravigliosi mondi, quello editoriale e quello dell’audiovisivo.

Verrà data l’opportunità ad ogni autore di iscrivere la propria opera, che sia essa edita o inedita, un racconto o una sceneggiatura. L’importante è che la storia proposta sia bella e adatta a una trasposizione cinematografica o seriale per il web. Saranno dei professionisti dei due mondi , supportati da un comitato di lettori a decretare i vincitori e a decidere quale di essi è più adatto a diventare un film o una serie web. Quest’anno  Una Storia per il Cinema ha ottenuto il patrocinio di RASI, rete artisti spettacolo per l’innovazione, organizzazione che si occupa prevalentemente dell’attività di amministrazione ed intermediazione dei diritti connessi al diritto d’autore.

La scorsa edizione i premi sono stati a assegnati a Elio Forcella con “Cani si strada” che ha vinto il primo premio, ovvero la realizzazione del film lungometraggio le cui riprese inizieranno agli inizi di Marzo con la regia di Gianni Leacche. Il secondo premio è stato assegnato a Fabio Graffiedi per “Annunziata” che ha vinto il secondo premio, un cortometraggio che si girerà in primavera, mentre il terzo premio, ovvero la realizzazione del book trailer, è stato assegnato a Loredana La Puma per “I Giardini dell’altrove”.

Per la seconda edizione il concorso ha voluto allargare gli orizzonti e assegnare un premio in più. Sono previsti infatti quattro premi importanti, che coniugano maggiormente la letteratura con il cinema: Il primo premio è la realizzazione del film o web serie, il secondo è la realizzazione del cortometraggio o book trailer, il terzo premio sarà la stesura di una sceneggiatura tratta dal libro, e il quarto premio sarà un corso di sceneggiatura.


L’obiettivo è cercare di dare una risposta alla grande richiesta di storie significative, sempre più pressante da parte del mercato audiovisivo, cercando di costituire un ponte tra i due mondi, quel collegamento che purtroppo manca tra chi domanda e chi offre.  Il premio è riservato a opere inedite e edite e il genere non è discriminante.

È concessa anche la partecipazione direttamente alle case editrici, nella stragrande maggioranza escluse da ogni tipo di rapporto con gli operatori del settore visivo, le quali possono partecipare con volumi di loro pubblicazione, garantendo ovviamente l’autorizzazione alla partecipazione da parte dell’autore. L’iscrizione al Concorso, comprendente l’invio delle opere, dovrà essere completata entro il 30 settembre di quest’anno, salvo proroghe.

Per informazioni: https://www.unastoriaperilcinema.it/
info cell 3496285600 dalle 11 alle 13