Sosta disabili in Montenapoleone, parla il proprietario della Ferrari: “Solo una mezza infrazione”

Spread the love

Sosta disabili in Montenapoleone, parla il proprietario della Ferrari: "Solo una mezza infrazione"

Auto di lusso in Montenapoleone

Querele incrociate tra l’uomo e il padre del bimbo disabile che ha denunciato l’aggressione verbale per aver chiesto di spostare la macchina. L’interessato si difende: “L’auto invadeva di soli 20 centimetri il posteggio, io ho solo cercato di proteggermi da un pugno”

Sono passati alcuni giorni dall’episodio in via Montenapoleone che l’ha visto protagonista nei panni del cattivo con la sua Ferrari FF blu e ora il 59enne Guido Malagutti, che si definisce “progettista di attrezzature di cantiere”, ha deciso di reagire dopo essere stato “vittima di un massacro mediatico per una mezza infrazione”: l’ha fatto rilasciando un’intervista alla Radiotelevisione svizzera – vive da tre anni a Lugano, nel quartiere di Besso – in cui ha raccontato la sua versione di quanto accaduto nel Quadrilatero della moda milanese.

L’imprenditore avrebbe spintonato e insultato il padre di un bambino disabile di sette anni che gli aveva chiesto di spostare di qualche metro la Ferrari, dato che l’auto aveva in parte invaso il posto riservato ai disabili e non consentiva di aprire il bagagliaio per estrarre la sedia a rotelle del piccolo. Secondo Malagutti, “non è vero che ho malmenato il genitore con il pass. È stato lui a venirmi incontro caricando il pugno dietro di sé. Ho semplicemente proteso le braccia in avanti per proteggermi da una eventuale aggressione”.

Tant’è vero che, come ha spiegato il suo legale Angelo Maiello alla RSI, l’imprenditore e il padre del bambino disabile hanno sporto reciproca querela e le immagini delle videocamere presenti in via Montenapoleone sono già state acquisite dall’autorità giudiziaria.
“Il musetto della vettura invadeva di 20 centimetri il posteggio dei disabili. Ma il mio assistito era a bordo, aspettava la moglie e la figlia per una commissione” ha detto l’avvocato di Malagutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.