Visite Articolo:
27

L’Amministrazione Comunale prosegue sul percorso per rendere Ruvo di Puglia città “Amica dell’autismo”: la giunta ha infatti approvato una delibera che impegna il Sindaco alla firma di un protocollo d’intesa per “Ruvo di Puglia, Città amica dell’autismo” con l’Azienda Sanitaria Locale (ASL) di Bari e alla sottoscrizione di una convenzione con l’associazione specializzata Con.Te.Sto. per mettere in campo azioni concrete e iniziative di sensibilizzazione volte a migliorare la vita sociale delle cittadine e dei cittadini autistici e delle loro famiglie.

Il protocollo che verrà presto siglato con la ASL ha l’obiettivo di realizzare corsi di formazione specifici sull’autismo tenuti da professionisti (neuropsichiatri, psichiatri, psicologi, educatori, assistenti sociali) e destinati ad associazioni di categoria, imprese aderenti al Distretto Urbano del Commercio, liberi professionisti, insegnanti di scuole di ogni ordine e grado (particolarmente ai docenti di sostegno), addetti ai servizi socio-educativi (educatori, psicologi, pedagogisti, assistenti sociali), istituzioni e associazioni di volontariato. L’obiettivo è formare chiunque abbia rapporti con il pubblico all’interazione e al dialogo con utenti nello spettro autistico.

Con la stessa delibera è stato anche approvato uno schema di convenzione con l’ODV Con.Te.Sto – ente attivo da anni sul territorio ruvese e noto per una pluriennale esperienza in tema di autismo – per realizzare attività di sensibilizzazione sul tema, diffusione di buone prassi e sostegno alle famiglie di cui fanno parte persone autistiche. “Noi pensiamo – ha detto il sindaco Pasquale Chieco – che la città sia di tutte e di tutti e che tutte e tutti abbiano il diritto di viverla al meglio, a prescindere dalle biografie personali. In questo momento a Ruvo sono più di 40 i minori autistici; a questi si aggiungono, con problematiche e necessità completamente diverse, anche diversi adulti. È nostro preciso impegno fare tutto quanto è in nostro potere per ridurre il più possibile gli ostacoli che impediscono la loro realizzazione e la loro partecipazione, da cittadine e cittadini, nella nostra comunità.

La nostra proficua collaborazione con la ASL di Bari e con l’ODV Con.Te.Sto. su questo tema nasce da lontano e si è consolidata nei mesi del lockdown, quando insieme abbiamo studiato azioni mirate per contenere il disagio di molte famiglie.

Il percorso per fare di Ruvo una “Città amica dell’autismo” è dunque già iniziato; rinsaldare e organizzare in modo più stringente la collaborazione con chi da tempo lavora assieme a noi ci avvicina ulteriormente al perseguimento di questo obiettivo.”

“Con il programma “Ruvo Città amica dell’autismo” – ha detto l’assessore al Benessere e alla Giustizia Sociale Nico Curci – il nostro Comune intende promuovere ogni azione utile a garantire migliori condizioni di vita sociale quotidiana delle persone con disturbo delle spettro autistico e delle loro famiglie. Anche grazie all’importante contributo della consigliera Emanuela Caifasso e alla sua consolidata competenza in questo campo stiamo lavorando per adottare misure che consentano alla città di accogliere nel miglior modo possibile le persone che si trovano in tale condizione e di agevolare per loro la fruizione di servizi e prestazioni.”

Il progetto di adesione al circuito delle Città Amiche dell’Autismo (Autism Friendly) del Comune di Ruvo di Puglia nasce dall’esigenza di tutelare i diritti delle persone nello spettro autistico sostenendole in tutti gli aspetti della vita, attraverso campagne di sensibilizzazione e informazione rivolte ai cittadini, iniziative di inclusione sociale e lavorativa, azioni di sostegno alla loro autonomia, anche in funzione del “durante e dopo di noi”.

Il progetto prevede diverse fasi: l’istituzione di una rete di esercizi commerciali e luoghi pubblici in cui siano adottate misure per l’accoglienza di persone nello spettro autistico; attività di formazione per illustrare al personale di esercizi commerciali e degli sportelli pubblici i comportamenti da adottare nell’interazione con questa particolare utenza; istruzioni per adeguare un ambiente pubblico alle esigenze di cittadini autistici; la creazione di un kit per segnalare gli esercizi, gli studi e gli uffici che aderiscono al programma, con il logo “Ruvo di Puglia Città Amica dell’Autismo” e un vademecum sui comportamenti da seguire nell’accoglienza di una persona autistica; la definizione di una mappa della città di Ruvo di Puglia (a cura dal Comune) che riporti tutti i luoghi dove è garantita un’accoglienza appropriata delle persone nello spettro autistico.