Visite Articolo:
129

La commedia “Non ci resta che ridere”, con Francesca Nunzi, Enzo Casertano, Giuseppe Cantore e Francesco Procopio, in programma il 23 gennaio a Sasso di Castalda per “Le Valli del Teatro 2021/22”, è annullata e rinviata a data da destinarsi. La decisione di rimandare lo spettacolo e di posticipare così l’inizio della rassegna teatrale -che quest’anno si divide tra i palcoscenici di Sasso di Castalda e Satriano-anche nel paese del Ponte alla Luna, come già era avvenuto a Satriano di Lucania, dove la stagione sarebbe dovuta iniziare il 9 gennaio con il “Romeo e Giulietta” di Stivalaccio Teatro, è stata presa d’intesa con l’amministrazione comunale a causa dell’aggravarsi della situazione sanitaria.

La nuova stagione de “Le Valli del Teatro” partirà quindi dal doppio spettacolo di “A che servono questi quattrini” di Armando Curcio, un classico del teatro italiano portato al successo dai fratelli De Filippo negli anni 40’ e rappresentato sui palchi di Satriano di Lucania e Sasso di Castalda dagli attori del Teatro Stabile di Napoli/Teatro Nazionale. A causa di sopraggiunti impegni della compagnia, la commedia, inizialmente programmata per il 5 e 6 febbraio, andrà in scena sabato 12 febbraio, ore 21:00, all’Anzani di Satriano e domenica 13 febbraio, ore 18:00, al Mariele Ventre di Sasso.

Restano confermati gli altri appuntamenti in calendario per Le Valli del Teatro 2021/2022, sempre che la situazione epidemiologica lo consenta. Tutti gli aggiornamenti, i dettagli sugli spettacoli, le info su biglietti e abbonamenti sono disponibili su www.levallidelteatro.it.