Visite Articolo:
26

In riferimento allo stato di agitazione proclamato per il prossimo 5 settembre dalla Filcams CGIL per i lavoratori del servizio mensa dell’ospedale di Venosa gestito dalla Slem srl, il Direttore Generale della ASP Basilicata, Luigi D’Angola, ha intimato alla ditta appaltatrice di liquidare entro un periodo massimo di due settimane le spettanze ai lavoratori dipendenti a cui non vengono pagati gli stipendi da quattro mesi.

“L’a Asp ha provveduto a versare le spettanze alla Ditta appaltatrice del servizio fino a tutto il mese di maggio e, che con delibera dello scorso 12 agosto, si è ottemperato anche all’atto di pignoramento di €.180.782,92 emesso nei confronti della ASP di Potenza in qualità di terzo debitore. – si legge nella nota della Direzione Generale – Alla Slem s.r.l. chiediamo di produrre i cedolini di pagamento per ogni dipendente per dimostrare l’effettivo pagamento. In mancanza di tale adempimento, la ASP si vedrà costretta ad adottare i poteri sostitutivi procedendo al pagamento diretto delle mensilità dovute discalcolandole dal budget destinato alla ditta appaltatrice”.