Visite Articolo:
77

Potranno ripartire a breve i lavori del nodo ferroviario a sud di Bari, inserito tra le opere strategiche del Pnrr. A deciderlo è il Consiglio di Stato, i cui giudici, dopo aver accolto i ricorsi di Rfi e Regione Puglia contro un’ordinanza del Tar, hanno motivato la decisione considerando l’interesse alla prosecuzione dell’opera prevalente rispetto a quello privato di tipo proprietario.

L’infrastruttura, considerata strategica e approvata con delibera Cipe del 2012, riguarda la variante del tracciato della linea ferroviaria Bari-Lecce, 10 km sul tratto Bari centrale-Torre a Mare e sarà finanziata con 204 milioni di euro.