Visite Articolo:
111

Il Comune di Bovino ha deciso di dedicare una giornata dell’estate bovinese alla GIORNATA MONDIALE DEL RIFUGIATO 2022, nell’ambito del progetto Progetto SAI (Sistema d’Accoglienza ed Integrazione) “Alessandro Leogrande”, presente sul territorio da ben sei anni.

Martedì 23 agosto, presso la Villa Comunale alle ore 17.00, avrà inizio la manifestazione con il Calcio Balilla Umano, che vedrà sfidarsi squadre composte da italiani e cittadini stranieri, beneficiari accolti attualmente accolti ed ex beneficiari, ormai “cittadini bovinesi”.

Altre iniziative di animazione interculturale coinvolgeranno ragazzi e famiglia in Villa, mentre in serata alle ore 21.00, presso la P.zza Cattedrale ci sarà lo spettacolo teatrale “Racconto Personale” con Mamadou Diakitè e in collaborazione con Stefania Marrone.

Il progetto della Compagnia “Bottega degli Aprocrifi” di Manfredonia s’ispira a quello della Human Library nata in Danimarca, nella ferma convinzione che raccontarsi sia il modo migliore per avvicinarsi, anche e soprattutto dopo questo tempo che ci ha necessariamente richiesto una lontananza fisica.

In questi giorni a Bovino, tra i tanti turisti presenti, molti sono quelli provenienti dalle Americhe, dall’Europa o Nord Italia, figli o nipoti di quanti hanno lasciato questo territorio per inseguire un sogno. La Giornata mondiale del rifugiato è dedicata a tutti coloro che sono stati costretti a lasciare il proprio Paese per motivi di guerra, di discriminazioni, di povertà. Il progetto SAI a Bovino, con circa 100 accolti, dal 2016,  è la testimonianza viva di storie di persone non di ultimi, ma  risorsa ed eredità  per l’intera comunità  capace di  raccogliere questa sfida e di  andare oltre i confini.