Visite Articolo:
71

Di seguito, in sintesi, le principali  delibere discusse ed approvate dalla Giunta regionale:

La Giunta regionale ha  deciso l’attivazione della struttura sanitaria del Policlinico  Consorziale Policlinico di Bari, realizzata  nei padiglioni della Fiera del Levante.

“  Detta struttura temporanea- recita il dispositivo della delibera- costituisce articolazione organizzativa aggregata del Policlinico Consorziale di Bari, ai sensi e per gli effetti dell’art.4 del D.L.n. 18/2020 conv. In legge n. 27/2020”. L’Esecutivo quindi dispone l’immediata attivazione della struttura “ per decongestionare le aree di terapie intensive e sub intensive  nonché quelle di areea medica afferenti alle strutture ospedaliere facenti parte della cd. RETE COVID-19  … e per il più pronto recupero della rete ordinaria di assistenza  non COVID”.

La Giunta  demanda alla Direzione Strategica dell’Azienda Ospedaliero Universitaria tra l’altro provvedendo: alla presa in carico dei moduli  strutturali, gli impianti e le attrezzature afferenti alla struttura temporanea allestita dalla Protezione Civile della Regione Puglia;  “ assicurare il personale necessario  a far fronte  all’assistenza prioritaria ai pazienti affetti da COVID 19; in tale senso la AOU è autorizzata ad utilizzare il personale interno che si rendesse disponibile e ad acquisire ulteriore  personale necessario mediante tutti gli strumenti ed istituti vigenti, ivi inclusa  la collaborazione di medici ed infermieri provenienti da  altri Stati e , da ultimo,  attivando quanto previsto dal D.L. n. 18/2020 conv. In L. n. 27/2020 l’acquisizione  del personale  dovrà necessariamente temere in conto orizzonte temporale di utilizzo  della suddetta struttura temporanea…”

La Giunta regionale  ha  approvato lo  schema di “Accordo di collaborazione” tra Regione Puglia e ARPAL Puglia, per condurre collaborazioni istituzionali, nell’ambito delle attività di Vigilanza e Tutela dell’ambiente regionale.

Le spese di gestione e di utenza associate alla sede ARPAL del comune di Tricase rimangono in carico alla stessa ARPAL Puglia a fronte del servizio di vigilanza e rappresentanza fornito dalla Sezione Vigilanza Ambientale della Regione Puglia.

La Giunta regionale ha  approvato lo Schema di Protocollo d’Intesa per la costituzione del Comitato regionale per la promozione del Sistema Zerosei e lo Schema di Protocollo d’Intesa per la promozione del Sistema integrato di educazione e istruzione dalla nascita sino ai sei anni, attraverso azioni di formazione congiunta anche nell’ambito della qualificazione professionale del personale impegnato nel Sistema integrato in raccordo con il Piano nazionale di formazione di cui alla Legge n. 107 del 2015 .

L’assessore alla “Formazione e Lavoro, Politiche per il lavoro, Diritto allo studio, Scuola, Università, Formazione Professionale”, Sebastiano Leo,  è stato delegato alla sottoscrizione di entrambi i  Protocolli.

Approvati dalla Giunta regionale i  criteri per la formazione degli elenchi dei beneficiari delle borse di studio, (art. 9 del D.Lgs. 13.4.2017 n. 63) e la  determinazione dell’importo delle stesse  borse. Eccoli elencati :

  • essere nella condizione di studentessa o studente della scuola secondaria di secondo grado, come censito dall’Anagrafe Nazionale dello Studente, in possesso di un livello di reddito ISEE pari o inferiore a € 10.632,94;
  • trasmettere la domanda di accesso al beneficio attraverso il portale www.studioinpiglia.regione.puglia.it;
  • determinare l’importo della borsa di studio nella misura di € 200,00 (duecento/00 euro);
  • disciplinare che saranno erogate borse di studio fino ad esaurimento della somma assegnata dal Miur;
  • prevedere – nell’ipotesi in cui la somma assegnata alla Regione Puglia non sia sufficiente a soddisfare tutte le istanze valide di accesso alle borse di studio- di procedere all’assegnazione delle borse partendo dal livello di ISEE più basso, scalando la graduatoria fino a esaurimento risorse;
  • prevedere, nell’ipotesi in cui la somma necessaria a soddisfare le istanze valide di accesso alle borse di studio sia invece inferiore all’importo complessivo assegnato alla Regione, di ridistribuire la somma eccedente aumentando l’importo della borsa di studio fino ad un massimo di € 500,00 (cinquecento/00).

L’Esecutivo ha inoltre stabilito che la trasmissione della domanda dovrà essere effettuata da uno dei genitori o da chi rappresenta legalmente il minore ovvero dallo studente/studentessa, se maggiorenne, utilizzando l’applicativo predisposto da ARTI e accessibile dai seguente dominio: www.studioinpuglia.regione.puglia.it

Quasi mezzo milione di euro , € 481.851,70, quota parte della disponibilità dell’importo di € 3.208.333,55 residuo dei proventi della vendita di  alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica  n., 560/93, sarà  riallocatai,  su autorizzazione della Giunta regionale, da Arca Capitanata   per  lavori di Manutenzione Straordinaria  sul patrimonio immobiliare della stessa ARCA   da effettuarsi su immobili dei seguenti Comuni: Chieuti, Foggia,Lucera, Monte Sant’Angelo,San Givanni Rotondo,San Severo, Torre Maggiore, Trinitapoli.

Discarica Co.Be.Ma di Canosa. La Giunta regionale ha deciso  di disporre  un formale atto di diffida nei confronti del  Governo Centrale, per – continuando   nell’esercizio delle proprio funzioni-  procedere, entro trenta giorni dalla notifica della delibera odierna,  al trasferimento di una prima tranche finanziaria in favore della Provincia di Barletta Andria e Trani per  ad avviare i lavori di chiusura presso la discarica. Ricordiamo infatti che    esiste  in tal senso un contratto di affidamento dei lavori di chiusura definitiva (e conseguente post gestione),  stipulato  alla presenza di un notaio.

Nella stessa delibera, l’Esecutivo pugliese dispone che  -qualora permanga l’inerzia al trasferimento delle risorse ministeriali e non vengano quindi rispettate  le  tempistiche indicate nell’Accordo di Programma sottoscritto da  Mattm, Regione Puglia e Provincia di Barletta Andria e Trani il 23.12.2019- la Regione Puglia avvierà  le procedure per il finanziamento dell’intervento  di chiusura e post gestione ex art. 12 D LGS. 36/2003 del sito Cobema, a valere sulle risorse del bilancio regionale.

Giunta Sanità

La Giunta regionale ha prorogato fino al 30 aprile 2021 (data di cessazione dell’emergenza), la disposizione secondo la quale la prescrizione del servizio di Ossigenoterapia Liquida Domiciliare (OTL) per i pazienti Covid-19 curati a domicilio può essere effettuata – in aggiunta ai Medici specialisti – anche dai Medici di Medicina generale e dai Pediatri di libera scelta mediante prescrizione su ricetta rossa cartacea.

La prescrizione in deroga è anche sostitutiva dell’ossigenoterapia gassosa, è solo per i pazienti affetti da Covid 19 curati a domicilio ed è prevista fino al 30.04.2021.

Lopalco: “Giunta approva piano per la ripartenza della scuola in sicurezza”

“Oggi la Giunta regionale ha approvato il Piano per la ripartenza della scuola in sicurezza che, a partire dal 1 febbraio, prevede tre linee di azione fondamentali: l’istituzione del team degli operatori sanitari nelle scuole, un programma di esecuzione sistematica di tamponi antigenici rapidi negli operatori scolastici e un piano strategico per la vaccinazione anticovid degli stessi operatori, in base a un criterio di età e presenza di fragilità”.

Lo comunica l’assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco dopo l’approvazione, da parte della Giunta, degli “Indirizzi operativi per la riapertura in sicurezza delle scuole nella Regione Puglia”.

Dodici punti fondamentali per un Piano di rientro a scuola in sicurezza.

Dalla individuazione del referente per il COVID 19, sia in ambito scolastico che in ambito ASL, alla istituzione del team TOSS (Team Operatori Sanitari Scolastici) COVID 19 (indicato come elemento essenziale per garantire il rientro a scuola in sicurezza), dalla gestione del caso sospetto allo screening sistematico del personale scolastico e alle vaccinazioni per il personale scolastico, dalla gestione dello studente con patologie gravi e/o immunodepresso alla gestione sociale per i soggetti sottoposti ad isolamento, fino al monitoraggio degli operatori scolastici e degli studenti fragili.

La Giunta ha stabilito che l’avvio del Piano è dal 1 febbraio 2021.

Inoltre la Giunta ha specificato che tutte le azioni e la strategia di prevenzione, contenimento e gestione dell’emergenza Covid-19 in ambito scolastico, potranno trovare progressiva attuazione in ragione delle risorse tecnico-organizzative e professionali che potranno essere impiegate per la messa a regime del modello di governo definito.

La Giunta ha incaricato i Direttori Generali delle Aziende Sanitarie Locali all’applicazione degli indirizzi contenuti nel documento degli indirizzi operativi mentre la Sezione Promozione della Salute e del Benessere dovrà occuparsi dell’adozione degli eventuali provvedimenti attuativi e del monitoraggio dell’andamento delle attività di prevenzione, contenimento e gestione dell’emergenza Covid-19 in ambito scolastico con il coinvolgimento del “Tavolo di coordinamento regionale Istruzione e Benessere”.