Visite Articolo:
52

Europa coordinato a livello Regionale da Massimiliano Taratufolo, con il proposito di avvicinare sul territorio Lucano nuove figure attive e propense all’apertura di un nuovo centro sinistra ampio e operativo, inclusivo e propositivo, pratico e reale per discutere e affrontare quelle che sono le problematiche territoriali e capillari di ogni posto dove si vuol coinvolgere la popolazione locale e dove ci si propone di lavorare per il miglioramento, per il presidio e per la tutela dei cittadini e del loro ambiente che sia città, paese, borgo o quant’altro, nomina responsabile per la provincia di Potenza Nicola Zaccara, certo di aver individuato una figura che ha conoscenza ed esperienza del territorio e della politica che lo pervade.

Classe 1971 , Imprenditore nel settore edile ed agricolo, attivo nel sociale ed in politica da giovane età, attento ai temi della programmazione territoriale, dello sviluppo sostenibile, dei diritti civili. Attualmente lavora a nuovi progetti dedicati al turismo lento ed al turismo sostenibile.

“In Nicola, c’è molta fiducia e stima, persona capace e con molte idee che speriamo di mettere in campo da subito (covid permettendo).” Massimiliano Taratufolo.

Il coordinamento di Matera e Provincia plaude a questa scelta mettendosi a disposizione del nuovo responsabile provinciale di Potenza per qualsiasi tipo di supporto sul territorio e con un dialogo e confronto democratico sulle azioni programmatiche e pragmatiche.

Europa è aperto e inclusivo verso tutti coloro i quali vogliono dare il proprio contributo politico, culturale o semplicemente propositivo nelle idee attraverso un percorso democratico e di confronto. Il gruppo Europa Lucano è in continua crescita segno che il lavoro onesto e trasparente fatto fino ad ora porta i suoi frutti!

Citando un noto personaggio:

La scarsa levatura di un uomo politico talvolta la si cerca di compensare con la frase: «però è una persona onesta». A me sembrano parole prive di senso. Mi suonano come se si dicesse che un tale è un mediocre, però in compenso ha due braccia e due gambe. L’onestà dovrebbe essere la conditio sine qua non dell’uomo politico. E per onestà intendo soprattutto la repulsione istintiva e ragionata a vendersi o a voltar gabbana per una mazzetta o per una carica di prestigio”

(Andrea Camilleri)