Visite Articolo:
60

“Non credo che nei prossimi mesi occorreranno misure come quelle che furono introdotte negli anni scorsi, ma solo le normali accortezze che tutti abbiamo imparato ad usare, ovvero igiene delle mani, uso della mascherina nei luoghi affollati, distanziamento. Ritengo del tutto anacronistico, come stanno facendo in questi giorni alcune forze politiche in campagna elettorale, rivendicare l’opposizione al lockdown o al green pass: quelle erano misure che avevano un senso in un preciso momento, nel quale vi era una ampia circolazione del virus e la popolazione non era ancora vaccinata o lo era in misura insufficiente.

Oggi la grande maggioranza della popolazione ha acquisito un consistente livello di immunità al virus, grazie alla vaccinazione o alle infezioni, per cui quelle misure non servono più. Per lo stesso motivo ritengo sia giusto consentire il rientro in classe degli insegnanti non vaccinati: oggi infatti grazie all’ampia percentuale di vaccinati non è più necessario mantenere quel rigido perimetro di protezione del sistema scolastico che suggerì l’introduzione dell’obbligo vaccinale”.

Il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri