(Teleborsa) – Il gruppo Credit Agricole ha chiuso il 2020 con ricavi pari a 33,6 miliardi di euro, in crescita dello 0,9% rispetto all’anno prima. L’utile netto è stato di 4,7 miliardi, in calo del 35% sul 2019, mentre l’utile netto sottostante è stato pari a 6,7 miliardi, con proventi operativi netti sottostanti di 34 miliardi. A livello patrimoniale, il CET1 phased-in è al 17,2%, mentre la liquidità a fine anno a quota 438 miliardi di euro.

Per quanto riguarda il supporto ai clienti durante l’emergenza covid, il gruppo ha erogato 31,5 miliardi di euro prestiti garantiti dallo Stato in Francia, 2,4 miliardi di euro in Italia ed evaso 552 mila moratorie nel 2020 in Francia. Il numero di prestiti garantiti è leggermente aumentato nel quarto trimestre in Francia ( 6,6% rispetto al 16 ottobre 2020) e più significativamente in Italia ( 32,7% rispetto a fine settembre 2020).

Il Gruppo Credit Agricole in Italia, a fine 2020, ha fatto registrare un risultato netto aggregato di 737 milioni (-13% sul 2019). L’attività commerciale si è confermata dinamica, con una crescita del totale dei finanziamenti all’economia che sale a 77,6 miliardi ( 2% rispetto al 2019) e una raccolta totale che aumenta a 270 miliardi ( 3%). L’utile netto è stato di 206 milioni (ante svalutazione avviamento), in calo del 34,4%. Il risultato sarebbe pari a 264 milioni, escludendo il contributo ai fondi sistemici e gli oneri straordinari sostenuti per la gestione dell’emergenza sanitaria.

“Di fronte al Covid, Credit Agricole dimostra la forza del suo modello e l’importanza del suo operato”, ha commentato Dominique Lefebvre, presidente del CdA. È stato proposto un dividendo di 80 centesimi, con un rendimento dell’8% e con opzione di pagamento in azioni di nuova emissione. I risultati sono stati premiati dal mercato, con il titolo che allunga il passo rispetto alla seduta precedente portandosi a 10,56, in rialzo del 3,28%. Operativamente le attese sono per un proseguimento della giornata in senso positivo con resistenza vista a quota 10,72 e successiva a 10,98. Supporto a 10,46.