1507107851566.jpg--cani_maltrattati__il_caso_finito_a_striscia_la_notizia__e_una_bufala_AVEZZANO.  Gli agenti della polizia locale di Avezzano hanno eseguito un sopralluogo nell’abitazione segnalata da un servizio di “Striscia la notizia”, in cui si ipotizzava un maltrattamento di animali, su sollecitazione di un condomino che sentiva i lamenti di alcuni cani provenire da un appartamento e non li avevano mai visti uscire. Il sopralluogo nel palazzo di via Infante è stato presieduto da un veterinario della Asl che ha stilato una relazione in cui si legge che non c’è stato alcun maltrattamento nei confronti dei cani di proprietà della famiglia. Gli animali sono in salute e non sono stati trovati in cattive condizioni igieniche. Il dirigente della polizia locale, Luca Montanari, conferma che non c’erano state segnalazioni sul caso. «Si tratta di problematiche pregresse vissute tra i condomini», il commento di Montanari, «sfociate poi nella richiesta di intervento della troupe televisiva». Nei giorni scorsi il servizio di Striscia La notizia aveva fatto molto scalpore perché l’inviato del Tg satirico era stato preso a bastonate. Il proprietario degli animali (4 cani e un gatto) infastidito dalle domande di Stoppa non ha voluto dare spiegazioni, anzi ha aggredito Stoppa e gli operatori prima lanciando un cartone di vino, poi con un bastone e infine tirando addirittura un sasso. I carabinieri della compagnia di Avezzano fin da subito hanno compiuto delle verifiche su quanto accaduto ed è stato immediatamente accertata l’inesistenza di denunce fatte in passato. I condomini, a quanto pare, avevano infatti deciso di bypassare i tradizionali canali di verifica e controllo e rivolgersi direttamente all’’amico degli animali’, Edoardo Stoppa.