«AlpTransit che fregatura!»

Spread the love

BELLINZONA – Tuto Rossi interpella il Municipio di Bellinzona lamentando la non considerazione della Capitale nella pianificazione del tracciato ferroviario AlpTransit.

Le FFS hanno infatti annunciato che dal 2018 i nuovi collegamenti Zurigo-Milano potrebbero fare sosta solo nella stazione di Lugano (in realtà non è ancora stata presa una decisione definitiva ma pare che una sceltà sarà obbligatoria).

«Finito lo spettacolo dell’apertura del tunnel di base, i bellinzonesi rimangono con i cocci in mano – sottolinea il Consigliere comunale -. Per i bellinzonesi infatti il viaggio per Zurigo sarà più lungo e più scomodo di prima. Bellinzona diventerà definitivamente il dormitorio periferico della grande Lugano».

Qui di seguito le domande al Municipio:

  • quali passi concreti ha già intrapreso verso la direzione generale delle FFS e di AlpTransit dopo l’annuncio di sopprimere la fermata di Bellinzona in alcune tratte Zurigo – Milano?
  • qual è stata la risposta della direzione FFS/AlpTransit?
  • quanti treni AlpTransit si fermeranno ancora a Bellinzona nel 2018, nel 2019, nel 2020,nel 2021, nel 2022, nel 2023?
  • non crede il Municipio che sia giunta di tirare assieme i comuni del Sopraceneri con lo scopo di imporre la realizzazione di una stazione centrale AlpTransit a Camorino?
  • oppure il Municipio è già rassegnato alla relegazione in Serie B?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.