Pendolari gratis sui bus, è già caos. Regione contro Trenitalia

Primi disservizi, code anche oggi, l’assessore ai trasporti Donini attacca. Ecco come i viaggiatori in treno possono avere i biglietti gratuiti per gli autobus in 13 città dell’Emilia Romagna


BOLOGNA File anche questa mattina in stazione a Bologna per richiedere la carta unica di Trenitalia, ovvero l’abbonamento ferroviario che permette di viaggiare gratis sugli autobus delle 13 principali città dell’emilia-romagna e che entrerà in vigore da dopodomani, sabato 1 settembre. Nel piazzale ovest, al centro assistenza di trenitalia, l’unico sportello dedicato al rilascio della tessera appare ingolfato.

“Era prevedibile che ci sarebbe stata una corsa in questi giorni alle biglietterie per la sottoscrizione degli abbonamenti e per ottenere informazioni in merito a questa iniziativa”. L’assessore regionale ai Trasporti, Raffaele Donini, parla di “disservizi” con “irritazione” dopo segnalazioni di pendolari alle biglietterie di Trenitalia per il nuovo abbonamento ferroviario “Mi muovo anche in città” .
“Trenitalia metta in campo da subito – sottolinea l’assessore – una organizzazione adeguata per porre rimedio ai disagi denunciati dai pendolari e lo faccia in tempi rapidissimi, assicurando così il buon esito della manovra di integrazione tariffaria che, dall’1 settembre, permetterà a tutti gli abbonati ferroviari di viaggiare gratuitamente sugli autobus urbani. È un’operazione strategica per la Regione Emilia-Romagna – conclude Donini – per la quale abbiamo stanziato oltre 6 milioni: permetterà a oltre 60.000 cittadini, in particolare studenti e lavoratori, un risparmio fino a 180 euro l’anno”.

COME FUNZIONA “Per ottenere la carta è necessario compilare un modulo (scaricabile anche on line su trenitalia.com – sezione Trasporto regionale Emilia Romagna), allegare una foto tessera ed esibire un documento di identità valido. Una volta ottenuta, sarà possibile acquistare e ricaricare l’abbonamento presso una qualunque biglietteria ferroviaria o self service Trenitalia dell’Emilia Romagna. Tutte le biglietterie sono preparate per il massimo supporto all’acquisto”. Lo sottolinea Trenitalia in una nota, in vista dell’avvio del nuovo abbonamento ferroviario che in Emilia-Romagna permette il bus gratuito in 13 città. Lo stesso abbonamento può comunque essere caricato anche sulla carta “Mi muovo”.

“Le caratteristiche del nuovo abbonamento e le modalità di acquisto – spiega  ancora Trenitalia – sono state oggetto di un incontro con i rappresentanti del Comitato dei Pendolari dell’Emilia Romagna all’inizio del mese di agosto. Per usufruire di questa opportunità è necessario essere in possesso della Carta Unica Emilia Romagna di Trenitalia in distribuzione già dal mese di aprile, sulla quale sarà caricato il nuovo abbonamento integrato ferro/gomma. Unica Emilia Romagna è rilasciata nelle 13 stazioni interessate dall’integrazione tariffaria.

A Bologna è attivo uno sportello dedicato presso l’Assistenza Clienti di Trenitalia, nell’ala Ovest della stazione centrale di superficie, aperto dal lunedì al venerdì dalle 6.30 alle 20.45 e che rimarrà operativo anche in questo fine settimana. Un altro sportello dedicato è presente nella stazione di Reggio Emilia dal lunedì al venerdì dalle 7.00 alle 10.00 e dalle 14.30 alle 19.00. Nelle altre stazioni il rilascio avviene presso le biglietterie, negli orari e giorni di apertura, con ulteriore potenziamento previsto per tutto il mese di settembre. Per agevolare gli abbonati mensili che non hanno ancora richiesto la Carta Unica, Trenitalia e Regione Emilia Romagna hanno concordato inoltre un periodo transitorio (fino a dicembre 2018) in cui sarà possibile acquistare l’abbonamento integrato Mi Muovo anche in Città anche su supporto cartaceo, in attesa della Carta Unica, nelle 23 biglietterie Trenitalia della regione e in tutti i punti vendita di Trenitalia aderenti ai circuiti Sisal, Lottomatica e Tabaccai”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.