La pasta al forno è un piatto tradizionale della cucina italiana che non conosce confini regionali. È preparata indistintamente da nord a sud, soprattutto per i pranzi domenicali. Si tratta di una ricetta genuina, già preparata dalle nostre nonne e bisnonne e che non conosce età. Infatti, nonostante la wave delle ricette gourmet e delle stelle Michelin, continua a resistere e ad essere preparata da milioni di italiani ma anche da moltissimi ristoranti. Nonostante sia così diffuso, questo piatto ha comunque bisogno della giusta preparazione e di speciali accortezze che la renderanno unica.

Senza dubbio, la prima difficoltà sta nello scegliere il tipo di pasta. Le opzioni sono solitamente due: quella secca o quella all’uovo. Nel caso in cui scegliate la prima, sarà necessario aggiungere maggiore condimento per conferirle una certa morbidezza ed evitare che possa seccarsi. Il rischio diminuisce naturalmente se scegliere di utilizzare pasta fresca all’uovo. Inoltre, se scegliete la pasta secca, questa dovrà essere precotta e poi concludere la sua cottura in forno. Per quanto riguarda la pasta fresca invece, potrà essere cotta direttamente in forno.

Un altro step comprende la scelta del condimento della nostra pasta al forno. Un classico potrebbe essere il ragù di carne. Ma esistono ormai anche opzioni vegetali con base di verdure, spesso accompagnate da besciamella. Quest’ultimo ingrediente potrebbe anche arricchire la vostra pasta con base al ragù. Una valida opzione è quella del ragù bianco: vi basterà evitare di aggiungere il pomodoro e limitarvi a far soffriggere la carne con una cipolla, del sedano e delle carote. Potete utilizzare carne di vitello o di manzo o di maiale; oppure, potete scegliere di unirle e creare un fantastico mix di carni.

Leggi anche: Sformato di pasta al forno con besciamella fatta in casa: la ricetta della nonna con un ingrediente importantissimo

In una pasta al forno che si rispetti non può mancare il formaggio. Se scegliete la pasta secca, è consigliabile utilizzare della mozzarella, della provola o qualsiasi formaggio che abbia più o meno la stessa consistenza. Se invece preferite un gusto più fresco e leggero potete optare per la ricotta. Tuttavia, se doveste essere amanti dei sapori molto forti, potreste unire le due cose oppure optare per uno strato di mozzarella ed uno di parmigiano. Naturalmente, durante la cottura tutto si scioglierà al punto tale da conferire alla vostra piatta una consistenza unica.

Per quanto riguarda invece la cottura della pasta al forno, come già accennato in precedenza, se si tratta di pasta secca è necessario lessarla prima e interrompere la cottura a metà rispetto ai minuti indicati sulla confezione. La pasta finirà di cuocere poi in forno. È importante non passare la pasta precotta sotto l’acqua tiepida come spesso viene erroneamente suggerito. Nel caso della pasta fresca invece, la sua consistenza ed i suoi ingredienti faranno in modo che possa cuocersi interamente in forno senza la necessità di una precottura.