«Paga il pizzo o sfregio tuo figlio». Preso l’estorsore

Spread the love
«Paga il pizzo o sfregiamo tuo figlio». L’uomo, di Avezzano, è stato scoperto e denunciato. Avrebbe introdotto lettere minatorie nel negozio di un commerciante per costringerlo a pagare ma per nulla intimorito la vittima ha raccontato l’episodio ai carabinieri che così sono riusciti a smascherarlo e a denunciarlo alla Procura della Repubblica di Avezzano. Lui, R.M., 34 anni, avezzanese, noto alle forze di polizia, aveva organizzato il tutto pensando di farla franca ma è stato preso con le mani nel sacco.

Questi i fatti: le scritte minatorie, paventando violenze ai danni del figlio minorenne del commerciante e ai suoi beni, venivano lasciate di notte nel locale e nel contempo chiedeva l’immediato pagamento di ingenti somme di denaro da recapitare in alcuni luoghi della città. L’imprenditore però ha avuto il coraggio di ribellarsi alle pretese e si è rivolto ai carabinieri facendo scattare una complessa ma rapida attività investigativa, che in pochi giorni, ha portato all’individuazione del responsabile della tentata estorsione e alla sua denuncia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.