Finisce 2-0 l’amichevole col Chievo. In rete anche Tonelli


Trento – Con una rete per tempo, del nuovo acquisto Verdi e del difensore Tonelli nel finale, il nuovo Napoli di Ancelotti ha superato con discreta facilità anche l’esame del Chievo, in un anticipo del prossimo campionato di serie A. Gli azzurri hanno dunque chiuso in maniera convincente il loro lungo ritiro estivo, dimostrando di essere molto solidi nella fase difensiva e di avere già le idee abbastanza chiare in attacco, venendo a capo dell resistenza di un avversario spigoloso e a tratti pure un po’ troppo falloso.
Per il Napoli era il terzo e ultimo test amichevole del ritiro estivo, che si concluderà nelle prossime con il ritorno a casa dopo le tre intense settimane di allenamenti in Val di Sole. Carlo Ancelotti ha ruotato come previsto tutti i disponibili e ha potuto vedere all’opera per la prima volta pure qualche reduce dal Mondiale, con Koulibaly e Milik schierati subito tra i titolari e Mario Rui subentrato nella ripresa. Ancora in infermeria invece il portiere Meret (sostituito da Karnezis), Zielinski, Ghoulam e Callejon, il cui posto nel nuovo modulo (4-3-2-1) è stato preso da Simone Verdi. E proprio l’ex jolly offensivo Bologna ha sbloccato in fretta il risultato (10) con un bel al volo, sfruttando il solito lancio con il contagiri di Insigne. Il grande caldo e la dura preparazione degli ultimi giorni non hanno penalizzato gli azzurri e il Chievo è stato costretto alla difesa a oltranza e a usare le cattive maniere per ridurre i danni, con un esagerato agonismo.
A farne le spese è stato Insigne, costretto a lasciare il campo dopo appena mezzora per un colpo subito alla caviglia e sostituito da Ounas, con i circa 5mila tifosi presenti in tribuna infuriati per l’atteggiamento dei giocatori veneti, tutt’altro che amichevole. Ma ci sono dei stati momenti di nervosismo pure in campo e la partita s’è incattivita, in un clima già quasi da campionato. Ancelotti ha però potuto lo stesso apprezzare la crescita di Hamsik nel ruolo di regista e la solidità della difesa del Napoli. Positiva al di là del gol anche la prova di Verdi, che si è disimpegnato bene su entrambe le fasce. Non ha invece destato una buona impressione Milik, ancora in netto ritardo di forma. Nell’attesa dal rientro dalle vacanze post Mondiale di Dries Mertens, previsto per il 6 agosto, l’attaccante polacco rimane giocoforza l’osservato speciale in ottica mercato.
I tifosi sperano ancora nell’arrivo di un nuovo bomber, nonostante le smentite di De Laurentiis e il giudizio molto positivo di Ancelotti sull’organico a sua disposizione. I sei cambi effettuati nella ripresa hanno permesso al tecnico azzurro di farsi un quadro ancora più chiaro della situazione, anche se il ritmo e la qualità della sfida sono calati un po’. Sorrentino ha negato con due ottime parate il raddoppio a Mario Rui e Ounas, tra i più ispirati e protagonista di un eccellente secondo tempo, in cui ha dimostrato le sue qualità nel dribbling e nel tiro. Poi il portiere del Chievo è stato di nuovo decisivo pure su un colpo di testa in mischia di Chiriches. Ma il raddoppio del Napoli, sempre in controllo totale della partita e mai impensierito dagli attaccanti avversari, è arrivato lo stesso nel finale, con un altro colpo di testa di Tonelli. Il sigillo su un test positivo.