/
cronaca

Lecce, alunni costretti a urinarsi addosso e presi a botte: sospesa maestra di sostegno

Spread the love

E’ accaduto in una scuola primaria di Nardò. La 50enne è accusata di maltrattamenti e abuso di mezzi di correzione. L’indagine è partita in seguito alla denuncia di alcune mamme allarmate per lividi sospetti

Avrebbe generato terrore nei piccoli alunni afferrandoli per i capelli e prendendoli a schiaffi, costringendoli a volte a urinarsi addosso e a subire mortificazioni di vario genere.

Per questo la gip di Lecce Simona Panzera ha emesso un’ordinanza di sospensione dal pubblico servizio e allontanamento per un anno a carico di una donna di 50 anni, maestra di sostegno in una scuola primaria di Nardò, accusata di maltrattamenti di persone loro affidate per istruzione, lesioni personali nonché di abuso di mezzi di correzione.

La donna è stata denunciata a piede libero. Gli episodi si sarebbero verificati lo scorso gennaio. L’indagine è partita in seguito alla denuncia di alcune mamme allarmate per lividi sospetti e per la paura dei figlioletti di andare a scuola. Il provvedimento interdittivo è stato notificato alla donna dai carabinieri.

fonte: https://bari.repubblica.it/cronaca/2019/03/09/news/lecce_maestra_di_sostegno_sospesa-221080629/

0 commenti su “Lecce, alunni costretti a urinarsi addosso e presi a botte: sospesa maestra di sostegno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: