Visite Articolo:
88

Istituita finalmente e ufficialmente l’assemblea della Consulta giovanile di Matera, organo consultivo e propositivo costituito da giovani di età compresa tra i 16 e i 35 anni, a cui il Movimento 5 Stelle da sempre dedica attenzione.

Dopo la falsa partenza nella precedente amministrazione durante la quale, nonostante le nostre sollecitazioni l’organo non decollò (furono depositate ben due interrogazioni per capire quali problemi ostacolassero l’avvio della Consulta); ora le ragazze e i ragazzi facenti parte dell’assemblea potranno dialogare attivamente con l’amministrazione guidata dal sindaco Bennardi.

Al momento le ragazze e i ragazzi che hanno chiesto di aderire all’assemblea sono già ben 82 ma la nostra speranza è che questo numero possa aumentare sotto la spinta delle iniziative che la Consulta stessa sarà in grado di portare avanti.

E’ questo un altro obiettivo inserito nelle linee programmatiche del sindaco Domenico Bennardi che viene raggiunto e che dimostra quanto il M5S sia attento alle giovani generazioni materane: avvicinarle alla gestione dei processi amministrativi, coinvolgerle nelle fasi progettuali, ascoltarne esigenze, spunti e progetti sarà linfa vitale per l’intera comunità nella ferma convinzione che se diamo ascolto e rendiamo protagonisti le giovani leve materane le stesse saranno in grado di assumersi la responsabilità del governo della nostra città, senza vedere ineluttabile nel proprio destino la sola ipotesi dell’emigrazione.

E’ un investimento strategico a lungo termine per il bene comune: c’è ovviamente ancora tanto da fare, ne siamo consapevoli, ma è stato posto un primo punto fermo.

Ora servirà la collaborazione di tutte le parti: saremo attenti a stimolare la capacità di ascolto da parte dell’amministrazione e ci aspettiamo stimoli soprattutto dalle ragazze e dai ragazzi che dovranno essere propositivi e consapevoli dell’importanza di questo strumento di partecipazione e confronto di cui potranno disporre da oggi in avanti.

Il destino della nostra città passa dalla capacità delle migliori risorse di cui la nostra comunità dispone, i giovani, di saper disegnare una traiettoria: il nostro compito sarà quello di adoperarsi sin da subito per realizzare gli ambiziosi progetti che sicuramente la Consulta sarà in grado di immaginare.

Noi ci crediamo: noi crediamo nelle nostre giovani generazioni, noi crediamo in una città proiettata nel futuro che non dimentichi il passato, noi crediamo fermamente che l’esser parte del cambiamento è già esso stesso cambiamento, noi crediamo che il destino della nostra comunità sia nelle mani di chi sceglie di occuparsene concretamente.

La Consulta Giovanile è da oggi un fatto concreto: lo è anche grazie al Movimento 5 Stelle.


Mimma Carlucci, m5s matera