C’è un testo che non può mancare nelle librerie degli appassionati di cibo, e che diventa presto anche un’ottima idea da impacchettare e mettere sotto l’albero, visto il periodo. Parliamo della Guida Osterie d’Italia 2023, redatta come ogni anno da Slow Food che identifica e presenta, Regione per Regione, le insegne che si distinguono per la cura verso la cucina territoriale, gli ingredienti e un prezzo giusto. Sono 1.730 in totale gli indirizzi in tutta la Penisola, tutti da scoprire e provare!

Osterie d’Italia 2023: presentata la Guida di Slow Food

Sempre molto ricca la selezione di ristoranti, osterie e trattorie inclusa nella guida pubblicata da Slow Food e disponibile in tutte le librerie, fisiche e digitali. Un testo che è un punto di riferimento per gli appassionati del settore che sanno di potervi trovare tanti indirizzi e insegne, selezionate con cura: 1.730 in totale nel 2023. Sono 139 le novità rispetto alla guida del 2022, e complessivamente 270 i locali a cui è assegnata la Chiocciola, ovvero il riconoscimento storico di Slow Food che identifica l’eccellenza della proposta gastronomica, dell’ambiente e dell’accoglienza. 

gph-foto.deshutterstock.com

Oltre al riconoscimento storico, è confermata anche quest’anno la Bottiglia di Slow Food, che segnala una proposta di vini articolata, rappresentativa e con prezzi onesti a cui si aggiunge il Bere Bene. Si tratta di un nuovo premio che è stato assegnato alle osterie che offrono una selezione di bevande alcoliche (e non) fatta con attenzione e personalità. Entrano, di fatto, nello spettro di osservazione della guida le birre artigianali (a evidenziare il trend di crescita del settore in Italia), i cocktail, i distillati, ma anche succhi, estratti e infusi. 

La consultazione della guida è resa ancora più agevole dalla presenza di alcuni simboli che aiutano a orientarsi tra le tantissime proposte. In particolare, troviamo l’indicazione dell’orto di proprietà, della presenza di una proposta di formaggi di qualità e identitaria, una buona offerta vegetariana. Due le novità delle Osterie d’Italia 2023: il simbolo del pane assegnato alle insegne che di distinguono in tal senso, e il simbolo dell’olio che indicano dove è presente, sia in tavola sia in cucina, una selezione oculata di prodotti d’eccellenza e rappresentativi del territorio.

Le osterie piacciono ai giovani imprenditori e non soltanto

Guardando ai numeri, la Chiocciola nel 2023 è stata assegnata a 270 osterie, la Bottiglia a 450 e il Bere Bene a 126. La Regione più rappresentata è la Toscana (con 27 Chiocciole), seguita da Piemonte e Campania. Ciò che spicca, hanno evidenziato Francesca Mastrovito ed Eugenio Signoroni, curatori della guida, è il vento di novità e gioventù tra gestori e cuochi delle osterie: “molte delle novità della guida, infatti, sono aperti di recente e, soprattutto, da giovani cuochi e cuoche, imprenditori e imprenditrici che, tra i tanti modelli offerti dalla ristorazione contemporanea, hanno scelto di calzare proprio quello dell’osteria”. È frequente che si tratti di ragazzi e ragazze che hanno lavorato a lungo all’estero e, oggi, rientrano in Italia e scelgono l’osteria per ragioni legate anche ai loro valori. È un modello di ristorazione che, per molti, risponde in maniera concreta al bisogno di sostenibilità ambientale e umana della filiera, e che può diventare presidio di tutela del territorio, della biodiversità e della tradizione enogastronomica. 

Jarek Pawlak/shutterstock.com

I premi delle Osterie d’Italia 2023

Prima di soffermarci sulle insegne insignite della Chiocciola Regione per Regione è interessante dedicarci ai nove premi assegnati dai curatori, tre più dello scorso anno. Il premio per il Miglior Oste è assegnato a Roberto Casamenti e Alessandra Bazzocchi de La Campanara a Pianetto di Galeata, in provincia di Forlì Cesena, per la spiccata capacità di accogliere gli avventori, “da loro si sta come quando si va a trovare un caro amico – e non è solo un modo di dire, perché amici di Roberto e Alessandra si diventa facilmente”.

La Miglior carta dei vini è quella della Locanda Devetak di Savogna d’Isonzo, in provincia di Gorizia, mentre la Miglior interpretazione della Cucina Regionale è quella dell’osteria Sora Maria e Arcangelo di Olevano Romano. Ci spostiamo in provincia di Cuneo per trovare Casa Colet, vincitrice del Premio Novità, mentre il Miglior giovane è Greta Gemmi di Al Resù di Lozio, provincia di Brescia. Poco lontano, in provincia di Verona, va il premio Miglior dispensa vinto dall’Enoteca della Valpolicella di Fumane.

Infine il nuovissimo premio per la Selezione Bere Bene è stato assegnato a tre osterie: Controvento di Porto Sant’Elpidio in provincia di Fermo, Ada a San Sperate, provincia del Sud della Sardegna, a Da Roberto Taverna in Montisi di Montalcino, provincia di Siena.

Tutte le Chiocciole della guida Osterie d’Italia 2023

Ed ecco, infine, tutte le Chiocciole assegnate dalla guida Osterie d’Italia di quest’anno per ciascuna Regione. Tutte da appuntarsi per prepararsi a viaggiare!

PIEMONTE

  • Osteria dell’Arco – Alba (CN)
  • ‘L Bunet – Bergolo (CN)
  • Battaglino – Bra (CN)
  • Boccondivino – Bra (CN)
  • Fuorimano – Busca (CN) 
  • Reis Cibo Libero di Montagna – Chiot Martin (CN)
  • Il Moro – Capriata d’Orba (AL)
  • Cacciatori – Cartosio (AL)
  • Madonna della Neve – Cessole (AT)
  • La Torre – Cherasco (CN)
  • Locanda dell’Arco – Cissone (CN)
  • La Speranza – Farigliano (CN)
  • Locanda Fontanazza  – La Morra (CN)
  • Lou Pitavin – Marmora (CN)
  • Repubblica di Perno – Monforte d’Alba (CN)
  • Cantina dei Cacciatori – Monteu Roero (CN)
  • Corona di Ferro – Saluzzo (CN)
  • Osteria della Pace – Sambuco (CN)
  • Del Belbo da Bardon – San Marzano Oliveto (AT)
  • La Coccinella – Serravalle Langhe (CN)
  • Impero – Sizzano (NO)
  • Antiche Sere – Torino
  • Consorzio – Torino
  • Osteria dell’Unione – Treiso (CN)
  • Locanda del Falco – Valdieri (CN)

LIGURIA

  • Cian de Bià – Badalucco (IM)
  • Mse Tutta – Calizzano (SV)
  • Il Castagneto – Castiglione Chiavarese (GE)
  • A Viassa – Dolceacqua (IM)
  • Raieü – Lavagna (GE)
  • Ligagin – Lumarzo (GE)
  • Baccicin du Caru – Mele (GE)
  • La Brinca – Ne (GE)
  • U Giancu – Rapallo (GE)

LOMBARDIA

  • Visconti – Ambivere (BG)
  • Le Frise – Artogne (BS)
  • La Madia – Brione (BS)
  • Locanda degli Artisti – Cappella de’ Picenardi (CR)
  • Hostaria Viola – Castiglione delle Stiviere (MN)
  • Tamì – Collio (BS)
  • Da Sapì – Esine (BS)
  • Antica Trattoria Piè del Dos – Gussago (BS)
  • Caffè la Crepa – Isola Dovarese (CR)
  • Al Resù – Lozio (BS)
  • Trattoria del Nuovo Macello – Milano
  • Trippa – Milano 
  • Prato Gaio – Montecalvo Versiggia (PV)
  • Guallina – Mortara (PV)
  • Trattoria dell’Alba – Piadena Drizzona (CR)
  • Osteria del Miglio 2.10 – Pieve San Giacomo (CR)
  • Polisena l’Altro Agriturismo – Pontida (BG)
  • Lago Scuro – Stagno Lombardo (CR)
  • Lamarta – Treviso Bresciano (BS)

TRENTINO

  • Maso Santa Romina – Canal San Bovo (TN)
  • Osteria della Locanda Fiore – Comano Terme (TN)
  • Locanda delle Tre Chiavi – Isera (TN)
  • Boivin – Levico Terme (TN)
  • Lusernarhof – Luserna (TN)
  • Osteria Storica Morelli – Pergine Valsugana (TN)
  • Nerina – Romeno (TN)
  • Rifugio Maranza – Trento

ALTO ADIGE SÜDTIROL

  • Kürbishof – Anterivo-Altrei (BZ)
  • Oberraut – Brunico-Bruneck (BZ)
  • Alter Fausthof – Fiè allo Sciliar-Voels am Schlern (BZ)
  • Pitzock – Funes (BZ)
  • Lerchner’s in Runggen – San Lorenzo di Sebato (BZ)
  • Lamm Mitterwirt – San Martino in Passiria – Sankt Martin in Passeier (BZ)
  • Waldruhe – Sesto-Sexten (BZ)
  • Durnwald – Valle di Casies-Gsies (BZ)

VENETO

  • Laita La Contrada del Gusto – Altissimo (VI)
  • Zamboni – Arcugnano (VI)
  • Alle Codole – Canale d’Agordo (BL)
  • Pironetomosca – Castelfranco Veneto (TV)
  • La Muda di San Boldo – Cison di Valmarino (TV)
  • Dai Mazzeri – Follina (TV)
  • Enoteca della Valpolicella – Fumane (VR)
  • Locanda Aurilia – Loreggia (PD)
  • Al Ponte – Lusia (RO)
  • Madonnetta – Marostica (VI)
  • Il Sogno – Mirano (VE)
  • Da Paeto – Pianiga (VE)
  • Arcadia – Porto Tolle (RO)
  • Locanda Solagna – Quero Vas (BL)
  • Al Forno – Refrontolo (TV)
  • Antica Trattoria al Bosco – Saonara (PD)
  • San Siro – Seren del Grappa (BL)
  • Da Doro – Solagna (VI)
  • Isetta – Val Liona (VI)
  • Il Capriolino – Vodo di Cadore (BL)

FRIULI VENEZIA GIULIA

  • Ai Cacciatori – Cavasso Nuovo (PN)
  • Borgo Poscolle – Cavazzo Carnico (UD)
  • Al Castello – Fagagna (UD)
  • Rosenbar – Gorizia
  • Ivana & Secondo – Pinzano al Tagliamento (PN)
  • Allo Storione – Prata di Pordenone (PN)
  • Devetak – Savogna d’Isonzo – Sovodnje ob Soci (GO)
  • Da Alvise – Sutrio (UD)
  • Stella d’Oro – Verzegnis (UD)

EMILIA-ROMAGNA

  • Osteria Bottega – Bologna
  • Trattoria di Via Serra – Bologna
  • La Lanterna di Diogene – Bomporto (MO)
  • Campanini – Busseto (PR)
  • Locanda Mariella – Calestano (PR)
  • Laghi – Campogalliano (MO)
  • Badessa – Casalgrande (RE)
  • Da Faccini – Castell’Arquato (PC)
  • La Baita – Faenza (RA)
  • Entrà – Finale Emilia (MO)
  • La Campanara – Galeata (FC)
  • Antica Locanda del Falco – Gazzola (PC)
  • Antica Trattoria Cattivelli – Monticelli d’Ongina (PC)
  • Osteria di Rubbiara – Nonantola (MO)
  • Osteria Pavesi – Podenzano (PC)
  • Arrogant Pub – Reggio Emilia (RE)
  • Osteria dei Frati – Roncofreddo (FC)
  • Amerigo dal 1934 – Valsamoggia (BO)
  • Trattoria del Borgo – Valsamoggia (BO)
  • Il Cantacucco – Zocca (MO)

TOSCANA

  • Nonno Cianco – Cutigliano (PT)
  • Aiuole – Arcidosso (GR)
  • La Lina – Bagnone (MS)
  • Il Tirabusciò – Bibbiena (AR)
  • Il Grillo è Buoncantore – Chiusi (SI)
  • La Solita Zuppa – Chiusi (SI)
  • Osteria del Teatro – Cortona (AR)
  • Da Burde – Firenze
  • Il Cibreo Trattoria – Firenze
  • Osteria dell’Enoteca – Firenze
  • La Burlanda – Fosdinovo (MS)
  • Mangiando Mangiando
  • Oste Scuro – Grosseto
  • Azzighe – Osteria a metà  – Livorno
  • Il Mecenate – Lucca
  • Da Roberto Taverna in Montisi – Montalcino (SI)
  • Belvedere – Monte San Savino (AR)
  • La Ciottolona – Boccheggiano (GR)
  • L’Oste Dispensa – Orbetello (GR)
  • La Bottegaia – Pistoia
  • Caveau del Teatro – Pontremoli (MS)
  • La Tana degli Orsi – Pratovecchio Stia (AR)
  • Caciosteria dei Due Ponti – Sambuca Pistoiese (PT)
  • Antico Ristoro Le Colombaie – San Miniato (PI)
  • Agriosteria La Casa del Buono – Terranova Bracciolini (AR)
  • Il Conte Matto – Trequanda (SI)
  • Buonumore – Viareggio (LU)

UMBRIA

  • L’Acquario – Castiglione del Lago (PG)
  • La Miniera di Galparino – Città di Castello (PG)
  • Tipico Osteria dei Sensi – Montone (PG)
  • I Birbi – Perugia
  • Stella – Perugia
  • Il Capanno – Spoleto (PG)

MARCHE

  • Osteria del Castello – Arquata del Tronto (AP)
  • Agra Mater – Colmurano (MC)
  • Da Maria – Fano (PU)
  • Gallo Rosso – Filottrano (AN)
  • Ophis – Offida (AP)
  • Da Rita – San Benedetto del Tronto (AP)
  • Vino e Cibo – Senigallia (AN)

LAZIO

  • Nu’ Trattoria Italiana dal 1960 – Acuto (FR)
  • Iotto – Campagnano di Roma (RM)
  • Lo Stuzzichino – Campodimele (LT)
  • Il Calice e la Stella – Canepina (VT)
  • Trattoria del Cimino – Caprarola (VT)
  • Locanda del Ditirambo – Castro dei Volsci (FR)
  • La Piazzetta del Sole – Farnese (VT)
  • ‘Na Fojetta – Frascati (RM)
  • L’Oste della Bon’Ora – Grottaferrata (RM)
  • Sora Maria e Arcangelo – Olevano Romano (RM)
  • Osteria del Vicolo Fatato – Piglio (FR)
  • Da Armando al Pantheon – Roma
  • Da Cesare – Roma
  • Grappolo d’Oro – Roma
  • Pennestri – Roma 
  • Pro Loco D.O.L. – Roma
  • SantoPalato – Roma 
  • Il Casaletto – Viterbo

ABRUZZO

  • PerVoglia – Castellalto (TE)
  • Zenobi – Colonnella (TE)
  • La Bilancia – Loreto Aprutino (PE)
  • Borgo Spoltino – Mosciano Sant’Angelo (TE)
  • Sapori di Campagna – Ofena (AQ)
  • Taverna de li Caldora – Pacentro (AQ)
  • Taverna 58 – Pescara
  • Font’Artana – Picciano (PE)
  • Vecchia Marina – Roseto degli Abruzzi (TE)
  • La Corte – Spoltore (PE)
  • Terra di Ea – Tortoreto (TE)
  • Cibo Matto – Vasto (CH)

MOLISE

  • La Grotta da Concetta – Campobasso

PUGLIA

  • Le Macare – Alezio (LE)
  • Antichi Sapori – Andria
  • PerBacco – Bari
  • Antica Osteria La Sciabica – Brindisi
  • Casale Ferrovia – Carovigno (BR)
  • Cibus – Ceglie Messapica (BR)
  • ‘U Vulesce – Cerignola (FG) 
  • La Bottega dell’Allegria – Corato (BA)
  • La Cuccagna – Crispiano (TA)
  • La Taverna del Duca – Locorotondo (BA)
  • Canneto Beach 2 – Margherita di Savoia (BT)
  • Masseria Barbera – Minervino Murge (BT)
  • L’Antica Locanda – Noci (BA)
  • Peppe Zullo – Orsara di Puglia (FG)
  • La Piazza – Poggiardo (LE)
  • Botteghe Antiche – Putignano (BA)
  • La Fossa del Grano – San Severo (FG)
  • La Locanda di Nonna Mena – San Vito dei Normanni (BR)
  • Taverna del Porto – Tricase (LE)
  • Ristorante Lilith – Vernole (LE)

CAMPANIA

  • La Pignata – Ariano Irpino (AV)
  • Valleverde Zi’ Pasqualina – Atripalda (AV)
  • ‘A Luna Rossa – Bellona (CE)
  • Tre Sorelle – Casal Velino (SA)
  • Gli Scacchi – Caserta
  • Viva lo Re – Ercolano (NA)
  • Fontana Madonna – Frigento (AV)
  • La Pergola – Gesualdo (AV)
  • Fenesta Verde – Giugliano in Campania (NA)
  • La Marchesella – Giugliano in Campania (NA)
  • Il Focolare – Isola d’Ischia (NA)
  • Lo Stuzzichino – Massa Lubrense (NA)
  • Antica Trattoria Di Pietro – Melito Irpino (AV)
  • I Santi – Mercogliano (AV)
  • Da Donato – Napoli
  • Famiglia Principe 1968 – Nocera Superiore (SA)
  • Osteria del Gallo e della Volpe – Ospedaletto d’Alpinolo (AV)
  • Perbacco – Pisciotta (SA)
  • Abraxas – Pozzuoli (NA)
  • La Ripa – Rocca San Felice (AV)
  • La locanda della luna – San Giorgio del Sannio (BN)
  • ‘E Curti – Sant’Anastasia (NA)
  • ‘O Romano – Sarno (SA)
  • La Piazzetta – Valle dell’Angelo (SA)
  • Il Cellaio di Don Gennaro – Vico Equense (NA)

BASILICATA

  • Gagliardi – Avigliano (PZ)
  • Al becco della civetta – Castelmezzano (PZ)
  • Da Peppe – Rotonda (PZ)

CALABRIA

  • Pecora Nera – Albi (CZ)
  • Il Tipico Calabrese – Cardeto (RC)
  • Le muraglie – Conflenti (CZ)
  • La Taverna dei Briganti – Cotronei (KR)
  • Il Ritrovo dei Picari – Grotteria (RC)
  • La Collinetta – Martone (RC)
  • Calabrialcubo – Nocera Terinese (CZ)
  • La Tana del Ghiro – San Sosti (CS)
  • Il Vecchio Castagno – Serrastretta (CZ)
  • U Ricriju – Siderno (RC)

SICILIA

  • Ginge People & Food – Agrigento
  • Terracotta – Agrigento
  • Nangalarruni – Castelbuono (PA)
  • Mé Cumpari Turiddu – Catania
  • Le Macine – Lipari (ME)
  • Oasi Osteria del Mare – Licata (AG)
  • Casa e Putia – Gangi (PA)
  • 4 Archi – Milo (CT)
  • Andrea – Palazzolo Acreide (SR)
  • Lo Scrigno dei Sapori – Palazzolo Acreide (SR)
  • Trattoria del Gallo – Palazzolo Acreide (SR)
  • Buatta – Palermo
  • Corona Trattoria – Palermo
  • Cucina e vino – Ragusa
  • Da Luciana – San Piero Patti (ME)
  • Fratelli Borrello – Sinagra (ME)
  • Mamma Iabica – Siracusa (ME)
  • Cantina Siciliana – Trapani
  • Caupona Taverna di Sicilia – Trapani

SARDEGNA

  • La Locanda dei Buoni e Cattivi – Cagliari
  • Su Recreu – Ittiri (SS)
  • Il Rifugio – Nuoro
  • Letizia – Nuxis (SU)
  • La Rosa dei Venti – Sennariolo (OR)

Alcune di queste osterie sono già tra le vostre preferite?