Gli 007: «Kim ha mini-testata nucleare» Trump: risposta sarà furiosa Il vide

Spread the love

 

La testata nucleare VIDEO 

La Corea del Nord avrebbe prodotto con successo una testata nucleare miniaturizzata. Ad affermarlo fonti dell’intelligence Usa citate dal Washington Post e da un rapporto del Ministero della Difesa giapponese ripreso dalla Nbc. Secondo gli esperti si tratta di un passaggio chiave sulla strada che conduce Pyongyang a diventare una potenza nucleare a pieno titolo. «L’intelligence ritiene che la Corea del Nord abbia prodotto armi nucleari da lanciare tramite missili balistici intercontinentali» riferisce il Washington Post. Sempre secondo gli 007 Usa Kim Jong-un avrebbe già il controllo di 60 ordigni atomici, finora troppo pesanti ma adesso utilizzabili per produrre bombe più piccole. Il rapporto della Defense Intelligence Agency americana è datato 28 luglio e ora ne sono stati diffusi stralci dai media Usa. Subito le parole del presidente Donald Trump che ha minacciato di rispondere con «fuoco e fiamme» alle minacce di Pyongyang: «Se la Corea del Nord continuerà con l’escalation della minaccia nucleare la risposta americana sarà fuoco e furia, come il mondo non ha mai visto».

La vita privata del dittatore nord coreano: 10 verità e miti sulla giornata di Kim Jong-un
  • La vita privata del dittatore nord coreano: 10 verità e miti sulla giornata di Kim Jong-un
  • La vita privata del dittatore nord coreano: 10 verità e miti sulla giornata di Kim Jong-un
  • La vita privata del dittatore nord coreano: 10 verità e miti sulla giornata di Kim Jong-un
Atrocità, bizzarrie e fake news
Polemica sul tweet

Ed è polemica intanto negli Stati Uniti dopo che proprio il presidente americano Trump ha ritwittato la notizia secondo cui la Corea del Nord ha caricato due missili anti-nave su un vascello da pattugliamento. L’ambasciatrice americana all’Onu Nikki Hailey ha definito pericoloso diffondere notizie su fatti secretati che riguardano questioni delicate come quella su Pyongyang: «Non posso dire nulla perché si tratta di informazioni classificate ed è una vergogna che siano state diffuse», ha detto Haley.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.