Continua a salire il bilancio delle vittime dell’emergenza legionella a Bresso, nel milanese. Dopo i due anziani, un uomo e una donna di 94 anni, morti tra ieri e lunedì, un’altra donna è deceduta oggi per le complicanze sopraggiunte dopo aver contratto il batterio. L’anziana aveva 84 anni ed era ricoverata all’ospedale Bassini di Cinisello Balsamo (Milano), dove sono avvenuti gli altri due decessi.
Ieri erano morti un uomo di 94 anni è una un’altra anziana. I casi segnalati salgono quindi a 20. «Oggi c’è una situazione critica, un’epidemia di legionella, 17 persone colpite e tre morti», ha detto l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera che ha spiegato che è stata attivata una task-force e ricordando alcune importanti precauzioni per evitare il contagio: «Pulire i filtri dei rubinetti, lasciare scorrere l’acqua e aprire le finestre quando si fa una doccia calda e pulire molto bene i bacini d’acqua stagnante, perché la legionella non si trasmette bevendo l’acqua o con il contatto personale, ma per inalazione».