Visite Articolo:
112

E’ stata  inaugurata questa mattina, alle ore 10.30 presso “Casa Virtus” in via A. Moro a Matera la mostra fotografica

“MATER Matera – la parola più bella sulle labbra dell’umanità”, volta a sensibilizzare la raccolta fondi a sostegno di“

A Mundzuku Ka Hina”, scuola-laboratorio di Maputo finanziata esclusivamente attraverso le donazioni e destinato ai giovani che raccattano la sopravvivenza nella discarica della capitale mozambicana, a orfani, a bambini di strada. Un percorso di formazione

professionale finalizzato all’inserimento nel mondo del lavoro. Realizzata con le fotografie dell’archivio storico Genovese, dove alle immagini in bianco e nero di una Matera degli anni passati, verranno esposte ed affiancate quelle a colori di una Maputo attuale, creando un suggestivo parallelismo convergente, proponendo stimoli di riflessione attuali fortemente visivi e sociali. Le due società di pallacanestro materane, Virtus e Pielle, molto spesso avversarie sportive sul campo di gioco, hanno accolto di buon grado l’invito delle Associazioni “Lino Perrone” e Basilicata-Mozambico per offrire unite, tutto il loro sostegno a questa iniziativa di solidarietà. Uno splendido esempio di come le rivalità sportive vengono messe da parte, per dar spazio a quei veri e sani valori che quotidianamente si insegnano in palestra: una formazione umana, prima che sportiva. Per l’occasione è prevista la proiezione del pluripremiato documentario breve “La Lixeira  la dignità degli invisibili”, ambientato proprio nella discarica di Maputo e vincitore di numerosi riconoscimenti internazionali.  Presente all’evento Don Angelo Tataranni, Presidente dell’Associazione Basilicata-Mozambico e parroco della chiesa di San Rocco, che illustrerà a tutti i presenti, atleti, dirigenti ed allenatori delle due società, l’attività svolta a Maputo.