Visite Articolo:
76

Inaugurata ieri a Bari la mostra “BANKSY realismo capitalista” allestita nel teatro Margherita fino al 12 giugno. Promossa dal Comune di Bari con il sostegno, tra gli altri, della Regione Puglia. 

“Rivoluzionaria, ironica, provocatoria: l’arte di Banksy arriva a Bari con la sua carica espressiva e il potere dell’invisibilità – commenta il presidente Michele Emiliano -. Un ‘fantasma’, come qualcuno lo ha definito, capace di far parlare solo le opere e il suo attivismo creativo. Un’arte senza volto, che negli anni si è fatta denuncia, critica politica all’impero globale del consumismo, della discriminazione, dei conflitti, della precarietà, della fatica del vivere. Un’arte, un j’accuse, che in quanto anonima diventa collettiva. Un’arte che alle pareti dorate delle gallerie, dei musei e delle opulente case d’asta, sceglie di mostrarsi nell’altrove, nei non luoghi delle città, nelle periferie della storia, fuori le mura (e sopra i muri) del sistema. Un’arte che è innanzitutto bellezza. Una bellezza che è anche capace di dilatare il tempo della nostra felicità. Veniamo da anni non facili. Questo, però, è il tempo di un nuovo inizio e dobbiamo ritornare a circondarci di bellezza. La Regione Puglia promuove, incoraggia e sostiene convintamente eventi come questo – continua Emiliano -. Crediamo che attraverso l’arte si possano piantare semi preziosi per la crescita della società e sviluppare modelli di economia intelligente. Il Teatro Margherita è uno dei luoghi simbolo di rinascita e rinnovamento: è quindi significativo, in nome della bellezza e della cultura, che in questo luogo si rifletta sui grandi temi del nostro tempo con uno dei protagonisti più autentici dell’arte contemporanea.”

Al taglio del nastro, insieme al sindaco di Bari, Antonio Decaro, era presente Grazia Di Bari, consigliera regionale delegata alle Politiche Culturali.

“Parliamo di una mostra – dichiara Di Bari – in cui viene lasciato molto spazio alla lettura delle opere dell’artista che utilizza gli strumenti del nostro tempo. Mostre come questa sono per noi un grande orgoglio. Stiamo lentamente tornando alla normalità e riprogrammando quelle attività che non abbiamo potuto svolgere in questi due anni di pandemia. Questa mostra, assieme a quella di Obay che ci sarà subito dopo, rientrano nell’ambito delle attività che stiamo realizzando con PugliaPromozione per la valorizzazione della città di Bari. Mostre programmate nell’ambito della ‘Festa del Mare’ del 2020, spostate ad oggi a causa del Covid. Importante è stato il lavoro in sinergia con il Comune di Bari, che attraverso l’individuazione di uno sponsor ha recuperato le ulteriori risorse necessarie per consentire la realizzazione delle due mostre. L’ulteriore dimostrazione che l’impegno comune produce risultati importanti. Abbiamo tante idee per continuare a valorizzare la città e le sue bellezze e voglio ringraziare il sindaco Decaro e l’assessora alle culture Ines Pierucci per il grande lavoro che stanno portando avanti”.