Bancarotta Midal Spa: ai domiciliari commercialista frusinate

Spread the love

Frosinone – Agli arresti domiciliari un noto commercialista 72enne frusinate a seguito della vicenda della bancarotta fraudolenta della Midal Spa di Latina. Secondo la Procura di Latina ci sarebbero gravi responsabilità del frusinate in qualità di revisore contabile della società il quale “avallando gli artifizi contabili del presidente e del consiglio di amministrazione dell’azienda – si legge in un comunicato stampa diramato dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Latina – ha contribuito in maniera determinante alla commissione delle condotte di reato ascritte agli stessi”, quattro persone (due di Napoli, uno di Rocca Massima ed una persona di Cisterna di Latina) tratte in arresto dalla Guardia di Finanza pontina. Secondo le accuse “il Presidente e componenti del consiglio di Amministrazione e dell’organo di controllo della Midal s.p.a (nota società operante nel settore della grande distribuzione alimentare), dissimulando sin dal 2005 lo stato di gravissima difficoltà (e, poi, di dissesto) della società e compiendo dissennate operazioni gestorie, con la complicità degli organi di controllo, hanno distratto dall’attivo della società (dichiarata fallita con Sentenza del Tribunale di Latina del 20.01.2012) ingentissime somme di denaro quantificate in oltre dieci milioni di euro, in pregiudizio dei creditori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.