APPALTI PILOTATI NEI COMUNI DELL’AQUILANO, 7 ARRESTI TRA POLITICI E IMPRENDITORI

Spread the love
GUARDIA-DI-FINANZA

 

Volanti della finanza

 

L’AQUILA – Dall’alba di questa mattina la squadra Mobile della questura di L’Aquila sta eseguendo nelle province di L’Aquila, Teramo, Chieti e Pescara un’ordinanza di misure cautelari in regime di arresti domiciliari, emessa dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Avezzano, nei confronti di 7 persone, tra amministratori locali, pubblici funzionari ed imprenditori, che secondo le accuse della procura di Avezzano farebbero parte di un collaudato sistema illecito, da cui è scaturito il nome dell’operazione “Master list”, finalizzato ad influenzare appalti pubblici in diversi comuni della provincia aquilana. I provvedimenti del gip Francesca Proietti riguardano l’amministratore delegato del Consorzio acquedottistico marsicano (Cam), Giuseppe Venturini, l’ex vice sindaco con delega ai Lavori pubblici di Canistro (L’Aquila), Paolo Di Pietro, attualmente consigliere comunale di maggioranza, il sindaco di Casacanditella (Chieti), Giuseppe D’Angelo, l’imprenditore di Montorio al Vomano (Teramo), Emiliano Pompa, l’imprenditore Antonio Ruggeri di Avezzano, Antonio Ranieri dell’Aquila, responsabile unico del procedimento al Comune di Campotosto (L’Aquila), e l’imprenditore Sergio Giancaterino di Penne (Pescara).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.