Martina BianchiniLo scorso sabato pomeriggio, il Mountain Sport Center di Courmayeur ha intrattenuto il pubblico con esercizi di ginnastica e collettivi spettacolari con protagonisti giovani atleti e campioni.
Tra gli ospiti si sono esibite le nuove stelle della ginnastica italiana come Michela Castoldi e Davide Donati, Alexia Angelini, Nicolò Mozzato, Nicola Bartolini, Gianmarco Di Cerbo e Giulia Bricchi. A presenziare l’evento, inoltre, è stato invitato uno dei personaggi più famosi e importanti della storia della ginnastica italiana: Jury Chechi.
La società di ginnastica Gym Aosta, organizzatrice dell’evento, ha allestito al meglio il palaghiaccio posto ai piedi del Monte Bianco, rendendolo un palazzetto ideale per praticare le varie discipline della ginnastica: artistica, ritmica, acrobatica e aerobica, e per far sì che tanti ragazzi potessero mostrare il loro lavoro e i loro progressi al pubblico.
Un evento organizzato al meglio per celebrare tutti i ragazzi che dedicano i pomeriggi alla palestra, agli allenamenti, con sacrificio e determinazione, con l’obiettivo di raggiungere il sogno sportivo. E per festeggiare anche ciò che rende tutto questo possibile: la Federazione Ginnastica d’Italia, che il prossimo marzo compirà 150 anni e che, come più anziana federazione sportiva italiana, continua a credere nei giovani e nell’importanza di questo sport per il fisico e per la mente.
Lo Sport forma sin da piccoli
Lo Sport, infatti, aiuta a crescere, a diventare grandi campioni, o, in ogni caso, grandi persone. Rende responsabili, crea legami, insegna a conoscersi. È attraverso il sacrificio, le tante ore trascorse a provare e a riprovare gli stessi esercizi che si forma un atleta. E non importa quale sarà la sua strada “da grande”, se vorrà continuare nella ginnastica o cambiare attività sportiva: il lavoro di un atleta rimane per sempre nella memoria “fisica” di una persona e aiuta moltissimo in qualsiasi altra attività atletica e non.
Un ospite d’onore
E questo ce lo ricorda anche l’ospite d’onore dell’evento: Jury Chechi, che ha salutato calorosamente il pubblico con un discorso sincero e prezioso sulla ginnastica. Parole motivanti per qualsiasi atleta: sia per chi vorrà farlo di professione, sia per gli altri. Con la gentilezza di un amico e con i consigli di un saggio allenatore ha affermato che «quello che davvero vince nello sport è farlo con serietà e con il rispetto delle regole».
Martina Bianchini