Voto Ostia,  Roberto Spada aggredisce inviato di Nemo
Roberto Spada e Luca Marsella  Daniele Piervincenzi è stato colpito al volto dal fratello del boss Carmine, condannato a 10 anni di carcere. Sui social la versione dell’aggressore Una troupe televisiva del programma Nemo, Rai2, è stata aggredita durante le riprese di un servizio televisivo sulle elezioni ad Ostia. Protagonista dell’aggressione Roberto Spada, titolare di una palestra e fratello di Carmine, boss condannato a 10 anni per estorsione con l’aggravante del metodo mafioso. Il giornalista Daniele Piervincenzi aveva incalzato Spada sul suo endorsement per Luca Marsella candidato di CasaPound con il quale era anche ritratto in una foto amichevole. Indispettito, Roberto Spada ha colpito al volto il giornalista procurandogli la frattura del setto nasale.
Durante l’aggressione sarebbe comparsa anche una mazza e con il giornalista è stato colpito anche l’operatore della troupe. Sui social è già comparsa la versione di Spada e una serie di commenti all’insegna del “dagli al giornalista”. Piervincenzi è stato operato stamattina d’urgenza. La presenza di militanti e di esponenti del clan Spada davanti ai seggi, domenica scorsa, in occasione del voto era stata rivelata da Repubblica. Marsella non ha mai preso le distanze né da Roberto Spada, né dal sostegno del clan, confermando di conoscere l’esponente dell’omonima famiglia fin dall’infanzia.

https://www.facebook.com/plugins/post.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fpermalink.php%3Fstory_fbid%3D1999253520358558%26id%3D100008217882386&width=500

Per aver minacciato degli studenti fuori da un liceo, Luca Marsella è stato condannato nei mesi scorsi a due mesi con l’accusa di violenza privata. I fatti si riferiscono al 2011.