Visite Articolo:
29

“In Basilicata vi sono tutti i presupposti per avere una buona vendemmia da un punto di vista quantitativo e qualitativo”. E’ la constatazione della Coldiretti lucana, dopo un confronto con i maggiori produttori vitivinicoli della regione.

“La fioritura è avvenuta in condizioni ottimali, l’esiguità di piogge ha prodotto una scarsa presenza di patologie, che è il presupposto primo per un’annata di ottima qualità. Più in generale, nonostante il gran caldo e la scarsità di piogge, la struttura dei suoli vulcanici ha garantito sufficienti dotazioni idriche per le viti permettendo i presupposti per un raccolto ottimale. – si legge nella nota – Per l’Aglianico del Vulture, le previsioni di vendemmia sono da rinviare ad ottobre. Il lungo periodo che attende i produttori porta a sperare che non ci siano grandinate, per una vendemmia asciutta e un prodotto perfetto”.