Visite Articolo:
74

Avrebbe falsificato mandati di pagamento in favore di alcuni creditori mentre era impiegato al Comune di Bitetto, appropriandosi di somme per complessivi 34mila euro. La Guardia di Finanza di Bari ha arrestato un funzionario, attualmente in servizio al Comune di Cassano. L’ordinanza vede coinvolti anche tre suoi familiari (tra cui la moglie e i due figli) sottoposti ad obblighi di dimora nel Comune di residenza.

Le accuse sono di peculato, falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici e ricettazione, che sarebbero stati commessi a Bitetto, Cassano delle Murge e Grumo Appula nel periodo tra settembre 2017 e novembre 2019. Le indagini della GdF sono state avviate a seguito di una denuncia presentata dal sindaco e dal segretario generale del Comune di Bitetto a maggio 2021.

L’uomo, secondo quanto affermano gli inquirenti, si sarebbe appropriato di una consistente somma di denaro, disponendo dai conti correnti dell’Ente comunale bonifici verso Iban riconducibili a conti personali; inoltre, per eludere eventuali sospetti, il funzionario avrebbe compilato i mandati indicando nella causale del pagamento forniture di energia elettrica, di acqua, acquisto di arredi scolastici o “affidamento del servizio triennale inerente la gestione integrata della salute e sicurezza”.